Taggato: Atalanta

Leonardo punge Conti: “Non capisce niente di tattica”

Non è un attestato di stima quello rilasciato da Leonardo nei confronti di Andrea Conti, esterno arrivato al Milan nel corso dell’ultimo mercato estivo. L’ex calciatore e allenatore brasiliano ha sentenziato sulla poca preparazione tattica dei giocatori, prendendo come esempio negativo proprio il neo rossonero: “In Italia, oggi, l’80% dei giocatori capisce poco o nulla di tattica – ha dichiarato a Sky Sport – soprattutto i terzini. Pensate ad esempio che Andrea Conti capisca qualcosa a livello tattico? Lui pensa solo a giocare…”.

Papu Gomez: “Milan? Forte, ma non come si dice: non ha preso fenomeni”

La stella e capitano dell’Atalanta, Papu Gomez, ha parlato in conferenza stampa di Milan e del prossimo campionato di Serie A:

“Credo che questo campionato sarà equilibrato. La Juve ha perso abbastanza con l’uscita di Bonucci dalla difesa e il Milan si è rafforzato bene, anche se non come tutti parlano: non sarà un Milan devastante, ha preso sì bravi giocatori, ma non fenomeni.

L’Inter ha un grandissimo allenatore e farà molto bene, la Roma non so come andrà con il cambio di allenatore e qualche giocatore che è andato via, mentre per me il Napoli farà bene: è rimasto l’allenatore e quasi tutta la squadra è la stessa, gioca molto bene”.

Conti: “Essere al Milan è un sogno. Obiettivo? I Mondiali”

Andrea Conti ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport. Il neo terzino rossonero ha espresso tutta la sua felicità per l’inizio di questa nuova avventura: “Essere qui è il coronamento di un sogno. Io ho voluto il Milan, la prima e per me l’unica squadra che mi ha voluto. Un’occasione importantissima da una grande società. La sua chiamata mi ha fatto onore, anche perché qui al Milan mi hanno voluto più di tutti”.

Sul ‘nuovo corso’ che punta a riportare in alto il Milan: “Questo fattore è stato importante per la mia scelta. In effetti in questi ultimi anni non è stato il Milan di sempre, ma per me era fondamentale essere protagonista di un progetto così importante: riportare questo club ai vertici del calcio”.

Sulla discreta vena realizzativa mostrata lo scorso anno a Bergamo: “Sicuramente sono stato agevolato dal fatto che ho giocato più avanzato, a centrocampo. Tornando alla difesa a 4 non so se riuscirò a ripetermi su questi livelli. Comunque ho una chiara propensione al gioco d’attacco, mi spingo spesso in avanti. Questa è sicuramente la mia principale caratteristica. Non riesco ad essere passivo, preferisco essere aggressivo. Forse molte, troppe volte lo sono anche troppo. Ma questo è il mio modo di giocare. Sono per il pressing offensivo, più da attaccante che da difensore”.

Sugli esterni che lo hanno ispirato: “Nel mio ruolo ho sempre ammirato Dani Alves e Sergio Ramos quando giocava da terzino. Mi sono ispirato, anche perché più vicini alla mia realtà a De Sciglio e Darmian. Li ho sempre seguiti con grande attenzione”.

Sull’andamento della carriera fino ad oggi: “Quando sono passato dalla Primavera dell’Atalanta al Perugia in Lega Pro ho iniziato a sentire il calcio vero. Ma sono sempre stato convinto, fin da quando ero ragazzino che avrei fatto il calciatore. La svolta della mia carriera è avere incontrato sulla mia strada un allenatore come Gasperini che ha tirato fuori meglio di me. Mi ha cambiato la vita senza troppa pressione, senza esagerare. Lui sa come trattare i giovani perché arriva dalla base”.

Sugli obiettivi personali: “I Mondiali del 2018. Nella passata stagione ero concentrato sull’Europeo Under 21. Adesso voglio conquistare la maglia azzurra prima possibile”.

Conti-Milan, le cifre dell’accordo

Ecco le cifre dell’operazione che porterà Andrea Conti a vestire la maglia rossonera. Secondo quanto riportato da Gianluca Di Marzio, al club bergamasco andranno 25 milioni cash, più il cartellino del giovane Pessina.

Per l’ormai ex terzino dell’Atalanta, invece, si prospetta un ricco quinquennale da più due milioni di euro a stagione.

E sono 7! Milan, si sblocca Conti: domani test e venerdì le visite mediche

Nel giorno del raduno e dell’inizio della nuova stagione, il Milan piazza il settimo colpo di mercato. Non è un nome a sorpresa, Andrea Conti, ma la trattativa si è finalmente sbloccata: l’Atalanta – riporta Sky Sport – ha preso il sostituto Castagne, trovato l’accordo con Pessina e ora ha liberato l’esterno azzurro in direzione Milano in cambio di 24 milioni di euro più la contropartita tecnica (Pessina, appunto).

Conti, insomma, è virtualmente un nuovo calciatore del Milan. Venerdì sosterrà le visite mediche – il calciatore rientrerà appositamente dalle vacanze, ndr – mentre domani sosterrà i canonici test fisici e atletici rossonero. Poi, espletati visite e test, firmerà il contratto che lo legherà ai rossoneri per i prossimi anni.

Milan-Conti: ancora una settimana di pazienza

Sembravano questi i giorni in cui ci sarebbe stata la fumata bianca per Andrea Conti, invece i tifosi dovranno aspettare ancora un po’. Ci sono ancora alcuni problemi da risolvere con l’Atalanta. Dal punto di vista economico l’accordo è stato raggiunto: Il Milan ha offerto 25 milioni totali tra soldi e contropartita (Marco Pessina, classe ’97). Decisivo è stato poi l’apporto del giocatore con la sua volontà di indossare la maglia rossonera, nonostante l’interessamento di altre squadre come l’Inter e il Chelsea.

Mancano però alcuni nodi da sciogliere, che fanno slittare il trasferimento a domenica. Il motivo lo si ritrova nel sostituto di Conti per il club nerazzurro: Thomas Foket. Dopo alcuni problemi riscontrati nelle visite mediche, il giocatore non verrà tesserato. Al suo posto è stato individuato Timothy Castagne del Genk che dovrebbe arrivare a breve ma servirà comunque qualche giorno per chiudere questa operazione.

Insomma, i tifosi dovranno aspettare ancora una settimana, ma una cosa è certa: Andrea Conti sarà un nuovo giocatore del Milan.

Conti-Milan, slitta ancora la fumata bianca

Slitta ancora il passaggio al Milan di Andrea Conti. L’incontro in programma oggi tra l’Atalanta e l’agente di Pessina Beppe Riso (è la contropartita tecnica voluta dai bergamaschi per liberare l’esterno, ndr) è stato annullato: nulla che metta a rischio il trasferimento – informa Sky Sport -, ma un altro ostacolo che posticipa ancora la fumata bianca per l’affare Conti.

Atalanta, domani incontro con l’agente di Pessina: è la chiave per Conti

È in programma per domani un incontro tra Beppe Riso, procuratore di Matteo Pessina, e la dirigenza dell’Atalanta. Sul piatto, appunto, il trasferimento a Bergamo del classe ’97, nell’ultima stagione al Como, ma di proprietà del Milan: è lui la chiave per sbloccare definitivamente il passaggio di Andrea Conti al Milan. Ma prima – riporta Gianluca Di Marzio – Pessina e l’Atalanta dovranno trovare un accordo: il giocatore aveva già un’intesa col Sassuolo e ora dovrà cercarne un’altra con la Dea.

Milan, fissate le visite mediche per Conti

È quasi fatta per il passaggio di Andrea Conti dall’Atalanta al Milan. Non è stato ancora trovato l’accordo definitivo tra i club (mancano ancora dei dettagli), ma per l’esterno dell’Under 21 – riferisce Sportitaliasarebbero già state fissate le visite mediche martedì mattina. Segno evidente, questo, di come sia ormai prossima l’intesa tra la Dea e il Diavolo.

Conti-Milan in dirittura d’arrivo

Lunedì, al massimo martedì, il Milan festeggerà un altro colpo di questa intensa ed emozionante estate di mercato. Mancano solo i dettagli per il trasferimento in rossonero di Andrea Conti: la distanza tra i club è ormai minima – ballano 1-2 milioni – e bisognerà capire se verrà colmata con l’inserimento di una contropartita o con una migliore offerta cash.

Entro due giorni ci sarà l’incontro finalmente decisivo tra Milan e Atalanta per trovare l’intesa finale: Conti dovrebbe essere valutato complessivamente tra i 23 e i 25 milioni di euro. Tutto fatto da tempo con il giocatore, pronto a firmare un quinquennale da 2 milioni a stagione e desideroso di iniziare la nuova avventura in rossonero.

Ufficiale: Atalanta, ecco Vido

Atalanta B.C. comunica di aver acquisito a titolo definitivo dal Milan il calciatore Luca Vido.

Nato a Bassano del Grappa il 3 febbraio 1997, Vido è considerato uno dei migliori prospetti della sua età. Reduce dal terzo posto al Mondiale Under 20 con l’Italia che ha trascinato in semifinale segnando nei supplementari dei quarti di finale il gol-qualificazione contro lo Zambia, nell’ultima stagione da gennaio ha disputato la sua prima esperienza da professionista in Serie B nel Cittadella, in prestito dal Milan, realizzando 4 gol in 12 partite e contribuendo alla qualificazione ai playoff della squadra veneta. Arrivato nei Giovanissimi Nazionali del Milan nel 2011-12 dopo le esperienze a Treviso e Padova, ha confermato nel corso degli anni le sue grandi qualità di attaccante moderno, molto dotato tecnicamente e capace di svariare su tutto il fronte dell’attacco. Non a caso è stato spesso impiegato sotto-età arrivando in Primavera con ben due anni d’anticipo, contribuendo alla conquista della Viareggio Cup nel 2014 con tre assist in quattro partite giocando la finale con l’Anderlecht in coppia con un certo Petagna.

Importante anche il suo percorso nelle nazionali giovanili. Ha cominciato a vestire la maglia azzurra dall’Under 15 fino all’Under 20, sfiorando il titolo Europeo con l’Under 17 con cui ha disputato anche i Mondiali.

BENVENUTO LUCA!!!

Fonte: Atalanta Bergamasca Calcio

Conti-Milan, fumata bianca in arrivo per 23-24 milioni

L’incontro tra Milan (nelle vesti dell’a.d. Fassone) e Atalanta (incarnata dalla famiglia Percassi) avvenuto nella serata non ha dato l’esito tanto atteso, ma ha avvicinato molto le parti. Pare destinata alla conclusione la trattativa per vestire Andrea Conti di rossonero: i due club – riporta Alfredo Pedullà – sarebbero vicini a trovare la quadra a 23-24 milioni.

Per il trasferimento dell’esterno della Nazionale all’ombra della Madonnina, dunque, è solo questione di ore: già sabato potrebbe arrivare il via libero definitivo sugli ultimi dettagli (potrebbe essere inserita anche una contropartita tecnica) e l’ok per le visite e per la firma. Per il giocatore, invece, è già pronto un contratto di cinque anni.

Conti al Milan, alle 19 l’incontro con l’Atalanta per chiudere

Andrea Conti e il Milan, una trattativa sulla quale vi abbiamo raccontato proprio tutto nelle ultime settimane, dopo avervi svelato lo scenario già lo scorso gennaio. Ieri vi avevamo detto che oggi sarebbe stato il giorno dell’incontro decisivo, quello tra le due società. E così sarà: Milan e Atalanta si sono date appuntamento alle 19, orario indicativo che potrebbe essere suscettibile di un breve slittamento o anticipo.

Dettagli rispetto alla sostanza delle cose: operazione da 23-24 milioni con la possibilità di inserire una contropartita tecnica. Il Milan sta per sganciare il sesto colpo del suo mercato, in attesa della definitiva fumata bianca.

Fonte: Alfredo Pedullà

Conti: “Voglio giocare nel Milan, domani i club si vedranno per accordarsi. Su Gigio…”

Parole chiare quelle di Andrea Conti sul proprio futuro e sul Milan:

“Il Milan è una possibilità. Quando si è palesata, ho deciso di giocare nel Milan e staremo a vedere. So che domani si vedono le due società per trovare un accordo. È un sogno che si realizzerebbe.

Se il mercato ha influito sull’Europeo Under 21? Non penso abbia influito sulle nostre prestazioni – ha dichiarato Conti a MilanNews.it – abbiamo fatto un buon europeo.

Donnarumma? Spero che ci sia anche lui al Milan con me. Mi spiace per il caos che si è creato attorno a lui. È un ragazzo di 18 anni e non merita le tante cattiverie che gli sono state dette”.

Milan, tra domani e venerdì si chiude per Conti

Ottimismo in casa Milan sul fronte Andrea Conti. Concluso il suo Europeo Under 21, l’esterno della Nazionale è ora pronto a legarsi ai colori rossoneri: nelle prossime ore, probabilmente tra domani e venerdì, il club di via Aldo Rossi e l’Atalanta – si legge su La Gazzetta dello Sportsi incontreranno per chiudere la trattativa Conti, mentre da tempo c’è un’intesa di massima con il giocatore.

Conti-Milan, in settimana si chiude

È iniziata la settimana decisiva per Andrea Conti. L’esterno della Nazionale Under 21, infatti, diventerà nei prossimi giorni un nuovo giocatore del Milan: il Diavolo – riporta il Corriere della Seradefinirà dall’Atalanta l’acquisto del terzino azzurro, impegnato in queste settimane nell’Europeo di categoria.

Conti-Milan allo sprint finale: la distanza è di 1-2 milioni

Il Milan e Andrea Conti sono sempre più vicini. L’esterno dell’Atalanta, impegnato con l’Under 21 negli Europei di categoria, ha scelto da tempo i rossoneri, ormai a un passo dall’intesa economica con la Dea. La distanza tra i club è minima: mancano 1-2 milioni di euro – spiega La Gazzetta dello Sport – alla chiusura della trattativa che potrebbe registrare la fumata bianca già nei prossimi giorni.

Un divario colmabile con un ultimo sforzo di Milan e Atalanta, pronti a venirsi incontro per chiudere un trasferimento che farà felici tutte le parti. Fassone e Mirabelli potrebbero inserire alcune contropartite tecniche con cui far lievitare l’offerta sino ai 25 milioni chiesti dai bergamaschi: le opzioni “verdi” sono quelle di Pessina e Bellanova – riferisce la Rosea – mentre quelle esperte Paletta e Kucka.

Atalanta su Bertolacci. Ma Conti non c’entra

Spunta anche Andrea Bertolacci tra i nomi caldi dell’asse Milano-Bergamo. Il centrocampista rossonero, in uscita dal Diavolo dopo due stagioni disastrose, piace all’Atalanta: è un’operazione che potrebbe concretizzarsi nelle prossime settimane e che sarebbe staccata dalla trattativa che dovrebbe portare al Milan Andrea Conti.

Milan, positivo l’incontro tra l’agente di Conti e Percassi: pronta una nuova offerta

A piccoli passi verso la possibile conclusione di una lunga trattativa: Andrea Conti si avvicina, lentamente, al Milan. E’ terminato l’incontro tra l’agente del giocatore, Giuffredi, ed il presidente dell’Atalanta Percassi presso gli studi del numero uno nerazzurro in centro a Milano: summit in cui il lavoro del procuratore è servito per avvicinare ulteriormente le due parti, con una nuova offerta aumentata dal Milan e destinata ad arrivare all’Atalanta nella giornata di oggi.

Cifra attorno ai 23/24 milioni, quella proposta dal club rossonero, che potrebbe dunque avvicinarsi sempre più alle richieste atalantine, in un affare che viaggia verso una direzione positiva, come affermato anche da Giuffredi stesso all’uscita (“Sono soddisfatto sicuramente. Percassi fa il suo lavoro, ma sicuramente stiamo lavorando in direzione positiva, si incontreranno le due società, c’è ancora da lavorare”). Verso una strada che potrebbe vedere Andrea Conti indossare, finalmente, la maglia del Milan.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan, domani incontro tra l’agente di Conti e l’Atalanta

La campagna acquisti del Milan continua senza sosta. Un via vai continuo di procuratori nel quartier generale della società rossonera. Che da tempo ha messo gli occhi su Conti, terzino rivelazione della passata stagione. Domani andrà in scena un incontro tra l’agente del calciatore, Mario Giuffredi, e l’Atalanta, per avvicinare le parti dopo l’incontro di lunedì in cui l’offerta del Milan – di 20 milioni di euro – è stata considerata troppo bassa dall’Atalanta. Nell’incontro di domani pomeriggio Giuffredi presenterà un’offerta più alta per convincere il club nerazzurro a lasciar partire Conti.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Conti-Milan, la chiave può essere Kucka

Può essere Juraj Kucka la carta giusta per piegare le resistenze dell’Atalanta per Conti. L’esterno della Nazionale Under 21 è uno degli obiettivi più caldi di Casa Milan e il giocatore ha già espresso pubblicamente la propria volontà di vestire solo il rossonero, ma il club orobico non cede sul prezzo del cartellino. La chiave, appunto, potrebbe essere l’inserimento nella trattativa di Kucka: lo slovacco – riporta L’Eco di Bergamoè un pupillo di Gasperini sin dai tempi del Genoa.

L’Atalanta mostra i muscoli: “Conti? Lo vendiamo alle nostre condizioni”

Il Milan tratta e spera di chiudere per Andrea Conti. Ma intanto l’Atalanta alza un muro. Il presidente orobico Percassi ha parlato con estrema chiarezza del futuro dell’esterno azzurro, dettando linee molto precise:

Conti? Dettiamo noi le condizioni e valuteremo la cessione se il Milan le soddisferà. La posizione del ragazzo è chiara ma a tutto c’è un limite. È una situazione molto complicata, la sta gestendo direttamente mio figlio Luca e credo che l’agente abbia fatto dichiarazioni non simpatiche come quella relativa al ritiro. Se si dovesse arrivare a ridosso dell’inizio della stagione, il giocatore non credo non si presenti.

Ribadisco: aspettiamo e valutiamo, la situazione è in evoluzione, ma sarà l’Atalanta a dettare le condizioni. Abbiamo parlato anche coi il ragazzo – ha dichiarato il presidente Percassi a Bergamo TV – la sua posizione è ormai chiara, ma non temo che anche altri possano fare lo stesso discorso: a tutto c’è un limite e a quel punto interverremmo“.

Milan, si avvicina Conti: al prossimo incontro si può chiudere

Per Andrea Conti al Milan vi abbiamo sempre detto che non ci sarebbero stati problemi, mantenendo l’ottimismo anche nei giorni delle acute frizioni tra l’entourage dell’esterno e l’Atalanta: “Strada spianata” avevamo titolato il 9 giugno, quando altrove si sprecavano gli allarmismi. E infatti Andrea Conti avrà il Milan, entro le due settimane delle quali vi avevamo parlato il 12 giugno.

Ne è passata una e l’incontro tra Marco Fassone e Luca Percassi nel complesso è stato positivo: il club rossonero si è avvicinato al muro dei 25 milioni, mettendone sul piatto 23-24. Nel summit si è parlato di giovani, che possono entrare nell’operazione a titolo di contropartite. Le parti si sono lasciate con l’intento di chiudere già al prossimo incontro, in via di programmazione. Per Conti al Milan presto partirà il countdown…

Fonte: Alfredo Pedullà

Milan, prima offerta all’Atalanta per Conti

Il mercato del Milan è in continuo fermento. Nella giornata di oggi c’è stato un primo incontro tra Atalanta e Milan per Conti, oggetto dei desideri della società rossonera. Presenti Fassone e Luca Percassi: l’incontro è stato positivo e il Milan ha presentato un’offerta di poco superiore ai 20 milioni. Offerta ancora troppo bassa per l’Atalanta che ne chiede 28, per poter poi chiudere l’intesa attorno ai 25 milioni di euro. Niente prestito con obbligo di riscatto come avvenuto nella trattativa per Kessie, la società nerazzurra pretende il trasferimento a titolo definitivo.

Nell’offerta potrebbero essere inserite anche contropartite tecniche: il Milan avrebbe offerto Paletta e Lapadula, ma le valutazioni sui giocatori sono discordanti. L’Atalanta invece sarebbe più orientata sui giovani Felicioli e Pessina o su altri profili simili. Il primo incontro tra Milan e Atalanta per Conti è andato in scena, ora si attendono sviluppi nella trattativa.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan, incontro in corso con l’Atalanta per Conti

Minuti caldi sul fronte Andrea Conti. Milan e Atalanta – svela gazzamercato.it – si stanno incontrando in questi istanti per discutere del trasferimento in rossonero dell’esterno della Nazionale Under 21: i due club devono trovare l’intesa sul prezzo del cartellino, mentre con il giocatore c’è già accordo per un quinquennale da 2 milioni al stagione più bonus.

Ag. Conti: “Niente ritiro con l’Atalanta, vuole solo il Milan”

È rottura tra l’Atalanta e Andrea Conti. Al termine dell’incontro odierno tra l’agente del giocatore e il club bergamasco, è stato lo stesso procuratore a fare il punto, ribadendo ancora una volta la ferma volontà di Conti di vestire la maglia del Milan.

“Andrea non andrà in ritiro con l’Atalanta. Ritengo inoltre inaccettabile il comportamento di Gasperini, anche perché Conti vuole solo il Milan. Percassi era presente all’incontro e mi ha riferito anche di un’altra super offerta. Tra persone con cervello – ha dichiarato a Sportitaliatroveremo la soluzione valida per tutti“. In settimana ci sarà un nuovo incontro alla presenza anche dell’a.d. rossonero Fassone: potrebbe essere il momento chiave per trovare l’intesa.

Conti-Milan, oggi incontro tra l’agente e l’Atalanta

Può essere una giornata importante per il trasferimento in rossonero di Andrea Conti. Oggi – riporta La Gazzetta dello Sport – è atteso un incontro tra l’agente del giocatore e il presidente dell’Atalanta Percassi, dove verrà ribadita la volontà del ragazzo di vestire solo e soltanto la maglia del Milan. Fassone e Mirabelli sperano di convincere la Dea già nelle prossime due settimane.

Ag. Conti: “A Bergamo è finita, vuole solo il Milan”

Il ciclo di Conti a Bergamo è finito, con l’Atalanta dopo qualche diatriba ci siamo chiariti. Ma nella testa di Andrea la Dea, pur ringraziandola per quanto gli ha dato, non c’è più”. Parole chiare e inequivocabili quelle pronunciate a tuttomercatoweb.com da Mario Giuffredi, agente di Andrea Conti, sempre più lontano dai nerazzurri e vicino al Milan.

Su Gasperini: “Non può privare ad un giocatore di coronare il sogno di fare il salto di qualità, non sarebbe corretto mettere il veto alla sua cessione. E poi sarei curioso di capire cosa avrebbe fatto Gasperini se gli avessero fatto un’offerta di dieci volte in più rispetto al suo contratto. Davvero sarebbe rimasto per grande amore nei confronti dell’Atalanta? Tutti lavorano per migliorare, professionalmente ed economicamente. Nel calcio bisogna essere realisti e non ipocriti”.

Sul futuro di Conti: “Vuole solo il Milan. Nella sua testa l’Atalanta non c’è più ed è giusto che sia così. Il Milan è il sogno di ogni calciatore, nessuno può tarpargli le ali. Comunque giusto che l’Atalanta provi a fare il suo lavoro, ognuno tira acqua al proprio mulino. Tutti devono fare la propria parte, compreso il Milan. Il mio è uno spirito collaborativo nei confronti dell’Atalanta per cercare una soluzione che accontenti tutti – compresa la società orobica – ma non accetto in nessun modo e mi rifiuto di sentire che l’allenatore ritiene incedibile un giocatore che può coronare il sogno di andare in una grande squadra”.

Milan-Atalanta, si prova a trovare l’accordo per Conti

Qualche giorno fa l’incontro a Casa Milan, tra l’agente del giocatore e la dirigenza rossonera. Ieri, il primo contatto Percassi-Fassone: al centro della discussione, Andrea Conti. Nei prossimi giorni però ci sarà un incontro tra le parti per trovare l’accordo per il trasferimento del difensore in rossonero (intesa che tra il Milan e l’agente di Conti è invece già stato raggiunta).

Fonte: Gianluca Di Marzio

Atalanta, piace Lapadula

Con Petagna corteggiato da diversi club di Serie A e Paloschi con la valigia in mano, l’Atalanta osserva il mercato a caccia di una punta. Il nome più caldo e apprezzato dalla dirigenza orobica – riporta L’Eco di Bergamoè quello di Gianluca Lapadula, protagonista di una buona stagione al Milan, ma possibile partente. Chissà che non possa essere inserito nella trattativa per Conti, corteggiato senza pietà da Fassone e Mirabelli.

L’agente di Conti sicuro: “Andrà certamente al Milan”

Mario Giuffredi, agente di Conti, ha parlato così del futuro del proprio assistito e in particolare della parole del presidente atalantino Percassi:

L’Atalanta sapeva del mio incontro con il Milan. Li avevo messi al corrente di tutto e non mi hanno mai detto che Conti è incedibile, se il loro pensiero era questo bastava dirlo prima. So bene che il ragazzo ha quattro anni di contratto ma vorrei ricordare a Percassi che quando ci hanno chiamato per rinnovare non mi sono tirato indietro. L’Atalanta aveva detto a me e ad Andrea che il rinnovo andava fatto anche per avere ulteriore forza sul mercato e io sono stato collaborativo.

Visto che si ritengono persone serie io mi ritengo altrettanto serio perché li ho sempre messi al corrente della situazione e aggiungo che tutte le parole date da parte mia sono state sempre mantenute – ha dichiarato il procuratore di Conti a Sportitalia – mentre loro dicono che è incedibile quando ci avevano detto che ci avrebbero venduto.

Sono certo che Conti andrà al Milan perché le persone serie mantengono sempre la parola data e il Presidente Percassi è una persona seria e su questo non ho alcun dubbio. E ci tengo a sottolineare che corrisponde a verità ciò che si dice sull’Atalanta cioè che tratta come figli i ragazzi cresciuti nel settore giovanile, quindi ad Andrea che è figlio della Dea non tarperà le ali. Sono convinto che gli verrà data la possibilità di approdare in un club come il Milan che rappresenterebbe un salto di qualità professionale ed economico per lui e la famiglia visto che l’Atalanta vuole bene ai propri giovani e per loro vuole sempre il meglio”.

Percassi stoppa Conti: “Milan? Per noi è incedibile”

Noi siamo tranquilli perché Conti ha 4 anni di contratto. Non so il Milan cosa abbia fatto, che accordi abbia preso ma di fatto non sappiamo come si è mossa la controparte. Per noi il ragazzo è incedibile”. Il presidente dell’Atalanta Antonio Percassi ai microfoni di Premium Sport frena sul possibile trasferimento del terzino che avrebbe già trovato l’accordo con il club rossonero.

“Mirabelli ha detto che vuole parlare con noi? Venga pure, eventualmente detteremo le nostre condizioni anche se, ripeto, per noi è incedibile. All’interno della società non abbiamo valutato la sua cessione”.

Fonte: Premium Sport HD

Ag. Conti: “Andrea vuole solo il Milan, intesa totale con i rossoneri”

Mario Giuffredi, agente di Andrea Conti, ha parlato a GazzaMercato della trattativa tra il suo assistito e il Milan: “L’accordo è totale, abbiamo trovato l’intesa su tutto. Andrea vuole solo il Milan”.

I rossoneri quindi sembrano avere guadagnato il gradimento del calciatore, battendo sul tempo la nutrita concorrenza: “Non posso negare di aver ricevuto altre offerte importanti (Inter e Chelsea, ndr), ma Conti ha scelto i rossoneri perché sono stati i più determinati nel cercarlo e volerlo. Sin da subito l’hanno fatto sentire importante. Nei prossimi giorni toccherà a Milan e Atalanta definire i termine dell’operazione, ma la nostra volontà è chiara e non ci saranno problemi”.

L’agente del giocatore ha parlato anche dei nuovi dirigenti del Milan cinese: “Hanno le idee chiare e stanno facendo grandissime cose. D’altronde gli acquisti effettuati sinora lo dimostrano. Il Milan è una società molto ben organizzata, con un struttura snella e due persone competenti come Fassone e Mirabelli che stanno lavorando nel migliore dei modi”.

Fonte: GazzaMercato

Conti-Milan, intesa per un quinquennale

Quinquennale da 2 milioni netti a stagione. È questa la base su cui il Milan e gli agenti di Andrea Conti hanno trovato un’intesa di massima – riporta stamane La Gazzetta dello Sport. Ora il Diavolo dovrà accordarsi anche con l’Atalanta, ma non sarà facile: i bergamaschi chiedono 27 milioni, mentre i rossoneri non si vogliono spingere oltre i 20.

Milan-Atalanta, distanza di 7 milioni per Conti

Oltre tre ore di summit – definito positivo – per fare ulteriori passi in avanti. Il Milan è forte, fortissimo, su Andrea Conti dell’Atalanta, ritenuto dai dirigenti rossoneri e da Vincenzo Montella il profilo ideale per la fascia destra.

Nell’incontro che si è tenuto a casa Milan tra il direttore sportivo Mirabelli e Giuffredi, rappresentante del giocatore, il Milan ha spinto sull’acceleratore, dimostrando in maniera concreta la propria volontà di acquisire il giocatore il prima possibile. Ci sarebbero stati contatti con l’Atalanta, che chiede 27-28 milioni. Il Milan confida di chiudere attorno ai 20 milioni, bruciando la concorrenza dell’Inter e dello Zenit San Pietroburgo.

Fonte: Tuttosport

Milan, c’è l’intesa con Conti: ora bisogna convincere l’Atalanta

Un primo passo è stato fatto: il Milan ha raggiunto l’accordo con Andrea Conti. Quest’oggi c’è stato un incontro lungo più di tre ore a Casa Milan, con il ds Mirabelli che ha incontrato l’agente del calciatore Giuffredi. Intesa trovata tra rossoneri e giocatore, c’è la disponibilità al trasferimento. Ora però il Milan dovrà trattare con l’Atalanta, forte dell’accordo già strappato al terzino classe ’94.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Conti-Milan, strada in salita: l’Atalanta vuole 27-28 milioni

È previsto oggi l’incontro tra il Milan e l’agente di Andrea Conti. Pupillo sia di Mirabelli sia di Montella, quella per l’esterno dell’Atalanta non sarà però una trattativa facile: il giocatore vuole uno stipendio di 2 milioni netti all’anno, mentre i bergamaschi valutano il cartellino attorno ai 27-28 milioni, forti della mancanza di necessità di fare cassa. Una valutazione decisamente alta e il Diavolo – scrive La Gazzetta dello Sport – difficilmente arriverà a certi picchi.

Milan, domani incontro con l’agente di Conti

Un Milan scatenato sul mercato non si ferma ai tre colpi già piazzati in vista della prossima stagione. Oltre alla prima offerta ufficiale già formulata al Torino per Andrea Belotti, domani avverrà un incontro a Casa Milan nel pomeriggio insieme all’agente di Andrea Conti. Il Milan non si ferma, ma per il difensore dell’Atalanta c’è anche l’Inter che comunque non intende mollare.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Conti-Milan, incontro confermato: a 20-21 milioni più bonus si chiude

La settimana scorsa vi avevamo raccontato che il Milan sarebbe andato presto all’offensiva per Andrea Conti, fissando un incontro con la chiara speranza di chiudere. L’incontro si terrà giovedì, l’Atalanta ha saputo che trattenere il laterale destro dinanzi alla possibilità di un salto di qualità non avrebbe senso. Un po’ il discorso fatto per Kessie.

Il Milan era partito da una proposta di circa 15 milioni più 3 di bonus, l’Atalanta aveva rilanciato con una base fissa di 21-22 milioni e altri 3-4 di bonus. E’ ragionevole pensare che a 20-21 più bonus si possa arrivare a una definizione, eventualmente con l’inserimento di una contropartita tecnica.

L’Inter ha fatto un semplice sondaggio, il Milan è davanti e vuole chiudere prima degli impegni di Conti con l’Under 21. E’ stato fatto anche un abbozzo di contratto: quadriennale da circa due milioni a stagione, lo stesso di Franck Kessie.

Fonte: Alfredo Pedullà

Milan-Conti, giovedì l’incontro. Ma c’è anche l’Inter

Bergamo-Milano, autostrada di mercato, perché dopo l’operazione che ha portato Franck Kessié a indossare il rossonero, gli affari tra i due club potrebbero non essere terminati. Il nome rovente delle ultime ore è quello di Andrea Conti, terzino destro classe 1994 dell’Atalanta protagonista di una stagione super in nerazzurro: 8 gol e 4 assist in Serie A, prestazioni che hanno acceso su di lui i riflettori del calciomercato. E Milan che ha già programmato il blitz, chissà forse decisivo: giovedì, infatti, ci sarà un incontro tra la dirigenza rossonera e l’agente del calciatore, la volontà del Milan è quella di trovare l’accordo e chiudere l’operazione, con l’entourage del calciatore che intende trovare una soluzione definitiva entro il 16 giugno, prima dunque degli Europei Under 21. Che Conti vorrà disputare con la mente libera dalle voci di mercato e conoscendo già la sua prossima squadra.

Per Conti possibile futuro con destinazione Milano, dunque, con il Milan in prima fila e l’Inter che prova a recuperare terreno: i nerazzurri, infatti, sono partiti in ritardo rispetto ai rossoneri nella corsa a Conti, ma l’inserimento è reale e concreto tanto che si potrebbe scatenare un vero e proprio derby di mercato sull’esterno dell’Atalanta. Giovedì dunque un giorno importante per conoscere il futuro di Conti: il Milan aumenta il pressing e prova a chiudere l’affare con l’Atalanta, l’Inter osserva e prepara la controffensiva. Per Conti possibile derby di mercato all’orizzonte.

Fonte: Sky Sport

Manuel Locatelli.

Locatelli per Conti: il Milan studia l’affondo

Milan, è caccia ad Andrea Conti. Esterno rivelazione dell’ultimo campionato di Serie A, l’atalantino è il principale obiettivo di Mirabelli per puntellare la corsia destra: dalla prossima settimana sono in calendario nuovi contatti con l’entourage del ragazzo per provare a piazzare la zampata decisiva e superare la concorrenza dell’Inter.

L’Atalanta, però, chiede una cifra elevata: almeno 20 milioni di euro. Una cifra alta, che il Diavolo potrebbe perlomeno limare con l’inserimento di una contropartita: a Bergamo – racconta calciomercato.compotrebbe andare Manuel Locatelli, che in nerazzurro troverebbe lo spazio e i minuti (anche in Europa) necessari per maturare.

Conti: “Il Milan? Settimana prossima vedremo”

Milan in pressing su Andrea Conti. E settimana prossima potrebbe essere importante per capire il futuro dell’esterno dell’Atalanta, ambito dai maggiori top club di Serie A. A svelarlo è stato lo stesso giocatore ad alcuni tifosi: “Io al Milan? Settimana prossima vediamo”, il virgolettato riportato da Tuttosport.

Milan, svolta per Conti: vuole i rossoneri. Settimana prossima può essere decisiva

Andrea Conti vuole il Milan. Lo ha sondato anche l’Inter, ma lui ha ribadito la sua volontà di indossare il rossonero. Ci sono stati contatti anche nelle ultime ore con il suo agente Mario Giuffredi, la prossima settimana dovrebbe essere quella giusta per entrare nel vivo della trattativa. E magari per definirla. Già perché il Milan ha fretta di consegnare a Montella un organico competitivo nel giro di un mese (Ricardo Rodriguez, Biglia, Borini in attesa dell’assalto a Morata, magari con la possibilità di prendere un altro centrocampista e aspettando le decisioni su Keita). E Conti forse ha ancora più fretta di andare al Milan, destinazione in cima ai suoi pensieri.

L’Atalanta giustamente dice di voler trattenere Conti, la valuta 25 milioni, ma contemporaneamente sa che quando bussa un grande club diventa complicatissimo resistere. Conti vuole il Milan, ricambiato dai rossoneri. Questione di tempo. Anzi di giorni, non tantissimi.

Fonte: Alfredo Pedullà

Conti: “Atalanta una famiglia, ma vorrei una big”

L’esterno dell’Atalanta, Andrea Conti, ha parlato di futuro dal ritiro della Nazionale a Coverciano:

“Mi piacerebbe restare, per me l’Atalanta è una famiglia e lì mi sento a casa. Dall’altro lato, però, mi piacerebbe provare l’esperienza in una grande squadra, è il sogno di ogni bambino. Vedremo cosa dirà il mercato a luglio dopo gli impegni con la Nazionale.

Il mercato in questo momento non mi riguarda e non ci penso, anche se fa piacere che si parli di me dico che ho la testa solo agli impegni con l’Italia”.

Milan, domani le visite mediche di Kessié

Futuro rossonero alle porte e visite mediche programmate per domattina, alle ore 8, presso la Casa di cura “La Madonnina” di Milano: Franck Kessie è pronto ad effettuare gli ultimi step prima di di diventare un giocatore del Milan. Il centrocampista rossonero diventerà così il primo colpo per la linea mediana rossonera, acquistato dall’Atalanta per 28 milioni di euro.

Nelle ultime ore si lavora anche sulla formula con cui l’ivoriano cambierà squadra. Al momento, l’ipotesi più probabile è quella del prestito biennale con obbligo di riscatto.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Montolivo: “Tifo Milan sin da bambino. Modello? Gerrard, era fantastico”

Montolivo è uno di quei giocatori, come Thiago Motta, che dividono il pubblico. Qualcuno gli imputa una certa lentezza. Ma, come spiega in questa conversazione, forse anche nel calcio moderno è importante che le idee, la visione siano più veloci delle gambe. Tutti i suoi allenatori lo hanno amato per una invisibile virtù, quella di dare equilibrio, dal centro del campo, a tutta la squadra. Ma il nostro tempo ama le cose esplicite, non ha la pazienza di cercare le virtù nascoste. In Montolivo io ho sentito una grande maturità, la sensazione di trovarsi di fronte a un ragazzo che è già un uomo. E lo dimostra il modo in cui reagì alla brutale aggressione subita sui social dopo il suo drammatico incidente di gioco. Pensa in campo, Montolivo. Ma non solo in campo.

Di che squadra era da bambino?
«Milan. Mio padre è milanista, grande tifoso del Milan, grande tifoso di Rivera. Mi racconta sempre del giorno, lui era presente sugli spalti, in cui Rivera con il microfono chiese ai tifosi di spostarsi perché c’era il pericolo per la fragilità della struttura della tribuna e le autorità avrebbero potuto interrompere la partita. Me lo racconta sempre, a testimoniare l’autorevolezza di Rivera. Quindi tutta la famiglia milanista, mio fratello compreso. L’appuntamento fisso che avevamo in famiglia era quello del “Novantesimo minuto” sulla Rai: io, mio fratello e mio padre ci ritrovavamo lì dopo le partite. Eravamo affezionati a quella trasmissione, oggi ne siamo un po’ nostalgici».

Che cosa ha l’Atalanta di particolare per riuscire a sfornare sempre dei giocatori di primissima qualità dal suo vivaio?
«Si cerca di dare importanza all’aspetto tecnico, tattico, calcistico, ma dà la stessa importanza anche all’aspetto umano del ragazzo, quindi la scuola, l’educazione. Ovviamente c’è una rete di osservatori che è molto forte. Serve ovviamente la materia prima, il talento, per tirar fuori dei giocatori di valore. Però credo che la forza dell’Atalanta sia quella di far crescere i ragazzi anche sotto l’aspetto umano».

C’è un regista nella storia del calcio al quale lei si è ispirato o che comunque è stato un riferimento?
«Io ho sempre ammirato moltissimo Gerrard per la sua completezza. Perché era un giocatore fantastico sotto tutti i punti di vista, sapeva fare tutte le fasi di una gara. E poi ho avuto la fortuna di giocare insieme in Nazionale, per tanti anni, con De Rossi e Pirlo che sono due registi davvero fantastici».

Quanto conta il pensiero nel calcio?
«La testa arriva prima di qualsiasi altra cosa. Prima delle gambe, prima dei piedi, prima di tutto. La partita uno la prepara, la vince anche, in molti casi prima di giocarla, nella testa. L’approccio alla partita è tutto di testa. In campo sì, ci sono momenti d’istinto, momenti in cui l’abilità tecnica ovviamente è fondamentale, ma se non c’è una predisposizione mentale, il resto non serve a niente. A questo proposito, il responsabile del settore giovanile dell’Atalanta, il mitico Mino Favini, ci ripeteva sempre che la categoria la fa la testa, non la fanno i piedi».

Cosa pensa della vicenda di Totti? Forse domani sarà la sua ultima partita…
«Con Francesco non ho avuto il piacere di giocare insieme perché il mio arrivo in Nazionale coincide con il suo addio. Stiamo parlando di uno dei giocatori più importanti nella storia del calcio italiano, ma anche internazionale. La fine della carriera arriva per tutti ma pensare ad una Roma senza Totti è veramente difficile, anche perché io Totti l’ho visto quando ero un bambino e ho cominciato ad ammirarlo allora. Non vederlo più con la maglia della Roma sarà strano per tutti i romanisti e anche per tutta Italia».

Fonte: di Walter Veltroni per il Corriere dello Sport

Milan, si studia la pista Conti. Fatta per Kessié, Gomez…

Milan-Atalanta, si tratta per Andrea Conti. Nell’incontro tenutosi ieri a Casa Milan tra la dirigenza rossonera e il d.s. orobico Sartori è stato lui il tema di discussione più caldo: il Diavolo – scrive La Gazzetta dello Sport – segue con attenzione l’esterno classe ’94, per il quale si dovrà battere la concorrenza di altre big italiane ed estere. Battuta anche la pista Papu Gomez, anche se al momento non c’è la necessità di accelerare.

Il cartellino di Conti ha un prezzo elevato: 20 milioni di euro. Una stagione da protagonista assoluto, anche grazie alle 8 reti firmate in campionato, lo hanno reso uno dei pezzi più pregiati del mercato italiano. Tutto fatto, invece, per Franck Kessié: sarà necessario un altro incontro prima delle visite mediche e delle firme, ma l’ivoriano si può praticamente considerare un calciatore rossonero.

Possibile futuro all’Atalanta, infine, per il milanista Felicioli: l’esterno mancino, in quest’ultima stagione in prestito all’Ascoli, piace ai nerazzurri e potrebbe trasferirsi a Bergamo già nelle prossime settimane. Felicioli ha il contratto in scadenza con il Milan al 30 giugno 2018.

Il Milan è avanti per Conti

La dirigenza rossonera continua nel suo intento di rendere la rosa competitiva per la prossima stagione. Nell’incontro di oggi a Casa Milan tra la società e il direttore sportivo dell’Atalanta, l’argomento principale è stato Andrea Conti, insieme al suo compagno Franck Kessie. Al terzino classe 1993 – scrive MilanNews.it – sono interessati diversi club come Inter, Napoli e Roma, anche se l’attuale numero 24 è favorevole a vestire la maglia del Milan.

Il prezzo del giocatore è di circa 20 milioni, ma visti i buoni rapporti tra le due società i rossoneri potrebbero abbassare la cifra, offrendo a loro volta qualche giovane ragazzo che può interessare ai nerazzurri.

Milan, incontro con l’Atalanta: chiuso Kessié, colloqui per Conti e Gomez

Giornata d’incontri a Casa Milan, tra agenti di giocatori, nuovi allenatori e la dirigenza pronta a programmare fin da subito la nuova stagione. Su tutti Giovanni Sartori, ds dell’Atalanta, giunto nella sede rossonera per discutere le diverse operazioni di mercato con il Milan.

In primis per definire gli ultimi dettagli dell’operazione Kessie-Milan, ormai futuro centrocampista rossonero. Poi per parlare della situazione di Gian Filippo Felicioli. Terzino classe ’97 di proprietà del Milan ma nell’ultimo anno ad Ascoli. Il Milan sta trattando la sua cessione con l’Atalanta in un affare simil Petagna. Felicioli andrebbe a Bergamo a titolo definitivo con una percentuale di futura rivendita o ricompra. Infine anche colloqui per Andrea Conti e il Papu Gomez, profili sui quale il Milan rimane vigile.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan, si studia il futuro di Felicioli: se non rinnova c’è l’Atalanta

Porte girevoli in casa Milan: tra acquisti e addii la società rossonera sta studiando il futuro. Questa mattina c’è stato un incontro tra il direttore sportivo rossonero Massimiliano Mirabelli e l’agente Silvio Pagliari per parlare del futuro di Gian Filippo Felicioli. Terzino classe ’97 di proprietà del Milan ma nell’ultimo anno ad Ascoli dove si è reso protagonista di una stagione positiva. Il contratto del giovane terzino è in scadenza nel 2018, per questo le due parti stanno parlando per cercare di trovare una soluzione per il futuro del ragazzo.

Le strade sono due: rinnovo o cessione. Nella seconda ipotesi il Milan sta trattando con l’Atalanta in un affare separato da quello di Kessie, ma comunque nell’ambito della trattativa. Felicioli andrebbe a Bergamo a titolo definitivo con percentuale futura rivendita o ricompra come accaduto per Petagna. Il giocatore piace anche a Bologna e Sampdoria, ma l’Atalanta è in vantaggio in virtù dell’operazione già impostata. Sono giorni importanti per Milan, sempre più intenzionato a gettare le basi per un solido futuro.

Fonte: Gianluca Di Marzio