Taggato: Lazio

Ancelotti

Carlo Ancelotti: “Nel calcio i maghi non esistono. Il mercato non basta, ci vuole tempo”

L’ex allenatore rossonero Carlo Ancelotti torna a parlare di Milan

Carlo Ancelotti ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Radio Anch’io Sport. Tanti gli argomenti toccati: dal recente esonero al Bayern alla nuova verve del campionato italiano fino, ovviamente, al deludente inizio stagione del Milan.

Sulla sua prossima avventura: “Vorrei avere un’opportunità per creare un progetto e lavorare con serenità anche se il nostro è un mestiere che non ti da’ serenità e tranquillità ma è normale, basta un risultato sbagliato che la pressione aumenta. Ma con serenità aspetto, non ho fretta”.

Sulle destinazioni gradite: “La Premier sotto certi aspetti e’ interessante, c’è una bella atmosfera negli stadi ma anche in Germania siamo avanti sotto questo punto di vista. Non ho idea di quale possa essere la soluzione migliore. Io mi vedo bene su ogni panchina. A me piace il calcio, mi piace allenare e finché ho questa passione, qualsiasi panchina va bene”.

Sulla Serie A: “Il campionato italiano molto competitivo e molto interessante. C’è anche l’Inter che ha il vantaggio di non giocare le coppe per cui Spalletti ha la possibilità di lavorare tutta la settimana per trasmettere le sue idee. La Lazio sta facendo un campionato straordinario, c’è la Roma, il Milan purtroppo è un po’ dietro ma è legato al fatto che ha cambiato molto”.

Impossibile non  parlare dell’attuale situazione del Milan, il cui campionato era partito con grandi aspettative e il cui rendimento sta deludendo i tifosi

Sulle difficoltà di inizio stagione dei rossoneri: “Nel calcio non ci sono maghi con la bacchetta magica, ci vuole pazienza, trovare giocatori idonei al progetto”.

Sulla delusione dopo il mercato estivo: “Il Milan ha fatto una campagna acquisti che tutti hanno definito straordinaria, ma non bastano sei mesi o una campagna acquisti per fare una squadra, occorre tempo, perseverare negli investimenti e nel lavoro”.

Sulle ambizioni del club: “Il quarto posto è molto importante, ti permette di giocare la Champions e fare investimenti, ma è ancora più importante non abbattersi quando le cose non vanno bene”.

Sul futuro del Milan senza Champions:Credo che la società abbia messo in preventivo che ci sarebbero stati dei problemi, il Milan ha preso dei giocatori buoni, che possono crescere, e sui quali innestare poi giocatori importanti”.

L'amministratore delegato del Milan Marco Fassone

Fassone: “Sorpresi dalle dimensioni della sconfitta. Siamo una squadra in costruzione, ci vuole tempo”

All’indomani del pesante ko con la Lazio, l’amministratore delegato del Milan Marco Fassone ha rilasciato un’intervista al Corriere dello Sport.

Sulla sconfitta di Roma: “Non me lo sono ancora spiegato, lascio che le spiegazioni giuste se le diano Mirabelli e Montella. Devo dire che tutti noi ci aspettavamo prima poi questa marcia dei sei successi consecutivi si sarebbe potuta interrompere. Siamo consapevoli che la squadra è in costruzione, che ci vogliono i tempi eccetera. Ci ha un po’ sorpreso la proporzione e le dimensioni con le quali questa sconfitta è maturata”.

Sugli obiettivi: “Gli obiettivi assolutamente non cambiano: quest’anno, noi riteniamo di avere le carte in regola per potercela giocare e per poter competere per conquistare uno dei quattro posti che danno l’accesso all’Europa. È un obiettivo manifesto, è un obiettivo dichiarato, lo abbiamo sempre detto. I capitomboli come quelli di ieri sono importanti a nostro giudizio ed è importante che sia maturato anche in questo modo proprio per toglierci gli alibi, per guardarci dentro e per capire cosa non funzionato e ripartire proprio da giovedì, almeno con uno spirito diverso”.

Sulle critiche a Bonucci: “Mi è un po’ spiaciuto quando ho visto stamattina che le critiche si sono accentrate magari più su di lui che su altri. Ieri c’è stata una prestazione negativa della squadra in generale. Bonucci è il capitano, il leader, non è solo un acquisto fortemente voluto ma è un perno, un puntello, ha una credibilità assoluta e totale. Il giocatore che alla fine della partita ha deciso di metterci la faccia e di andare a parlare. Ha tutto il nostro apprezzamento e la partita di ieri non intacca nemmeno dello 0,1% la stima che abbiamo in lui”.

Sull’esordio di giovedì e sulle ambizioni in Europa League: “La giocheremo con una buona ambizione, quanto meno con l’idea di avere una competizione internazionale importante che ci accompagna a rifamiliarizzare con questo tipo di competizioni. Sappiamo che è difficile e non ci lasciamo ingannare dal fatto che apparentemente il gruppo sia alla nostra portata. Andiamo per step: il primo obiettivo è qualificarsi, qualificarsi bene e se ci riusciamo da primi nel girone perché questo da punti, dà valore e permette un sorteggio migliore. Dopo se avremo la capacità di raggiungere la fase ad eliminazione diretta cercheremo di andare il più avanti possibile. Certamente quello che garantiamo è il massimo impegno per una competizione che riteniamo importante”.

Ufficiale: Lazio-Milan si giocherà alle 16

Dopo lo spettro del rinvio a data da destinarsi, ora è ufficiale: Lazio-Milan si giocherà alle 16.

Il tanto annunciato nubifragio ha colpito Roma nel corso della mattinata, rendendo impossibile recarsi allo stadio a causa delle strade allagate e spingendo l’organizzazione a posticipare la gara di qualche ora.

La comunicazione arriva direttamente dalla Lega Serie A.

Lazio, sfuma l’acquisto di Paletta: “Resta al Milan”

Niente Lazio per Gabriel Paletta. Le cattive sensazioni filtrate in giornata hanno trovato conferma: il difensore non lascerà i rossoneri in direzione della Capitale e resterà alla corte di Montella. A confermarlo l’agente Martin Guastadisegno: “Paletta resta al Milan – ha dichiarato a Sportitalia – non va alla Lazio”.

Paletta alla Lazio, arriva la frenata: può saltare la cessione

Il passaggio di Gabriel Paletta alla Lazio è in stand-by. Il difensore argentino, infatti, avrebbe avuto dei ripensamenti nelle ultime ore, costringendo ad un nuovo contatto il suo agente e il direttore sportivo biancoceleste Tare per provare a far luce sulla operazione. Nei prossimi minuti nuovi aggiornamenti per capire se il giocatore avrà rifiutato definitivamente l’opzione Lazio. Paletta-Lazio potrebbe saltare, non c’è ancora accordo tra le parti.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan, Paletta verso la Lazio: trattativa in via di risoluzione

Potrebbero essere finalmente ore decisive per il passaggio di Gabriel Paletta alla Lazio. Dopo l’incontro durato più di 2 ore avvenuto oggi a Casa Milan tra l’agente del difensore italo-argentino, Martin Guastadisegno, e la dirigenza rossonera, la situazione sembra essere in via di risoluzione, con il calciatore vicino a vestire la maglia biancoceleste: richiesta economica del Milan da 5 milioni di euro abbassatasi e questione modalità di pagamento del cartellino ancora da discutere, con il club rossonero intenzionato a chiedere un pagamento in un’unica soluzione e non in più rate, per una chiusura dell’operazione ormai possibile nelle prossime ore. Di fronte ad una richiesta di contratto triennale da parte del giocatore, con Gabriel Paletta che finalmente potrebbe prendere la via d’uscita di Milanello per una nuova avventura alla Lazio.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Keita-Monaco, è fatta: accordo con Lazio e giocatore, in giornata le visite mediche

Con tutta probabilità il futuro di Keita Balde Diao non sarà più in Serie A. Ma in Francia. Infatti il Monaco e la Lazio hanno appena raggiunto un accordo sulla base di 30 milioni più bonus. C’è stato un incontro tra Mendes (intermediario per club) e Lotito a Cortina iniziato ieri e poco fa è stata sancita l’intesa. Anche il giocatore avrebbe dato l’ok, tanto che è atteso in giornata a Montecarlo per le visite. Se non ci saranno rilanci o colpi di scena quindi, è stata battuta la concorrenza di Inter e Juve. E Keita sarà presto con tutta probabilità un nuovo giocatore del Monaco.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Ag. Keita: “Sappiamo di un accordo tra Milan e Lazio”

L’agente di Keita, Roberto Calenda, ha parlato della situazione relativa al proprio assistito, ai ferri corti con la Lazio e con il presidente Lotito:

La Lazio preferisce cedere Keita? Lo faccia, rispettando però il giocatore, che fino a giugno è sotto contratto. Nonostante le dichiarazioni provenienti dall’ambiente Lazio, a oggi la società non ci ha convocato né ci ha contattato per notificarci le fantomatiche offerte che Keita avrebbe rifiutato.

Noi non abbiamo ricevuto da parte della Lazio proposte di cessione: l’unico interessamento del quale siamo a conoscenza è quello del Milan. Lotito – ha dichiarato il procuratore a La Gazzetta dello Sport – ci ha comunicato di avere un accordo in piedi con questa società”.

Milan, sondaggio per Immobile: è lui il nome a sorpresa?

Una rosa di nomi conosciuti, i soliti (da Kalinic a Ibra, passando per Aubameyang, Belotti e Diego Costa) e, parole del Milan, uno “che ancora non è uscito”. Già, ma chi? La risposta potrebbe essere Ciro Immobile. Questo, almeno, stando alle indiscrezioni che abbiamo raccolto e che parlano di un sondaggio che il Milan avrebbe fatto per l’attaccante della Lazio. Sondaggio e fine, al momento non risulta altro. Né quale sia stata la risposta di Lotito né se vi siano o vi siano mai stati margini per questa trattativa.

Un’indiscrezione che abbiamo raccolto (redazione di SportMediaset, ndr) e riportiamo come tale, senza inoltrarci troppo in là, ma considerandola, questo sì, verosimile. I motivi? Immobile è il profilo di giocatore che cerca il Milan. Rapido, in grado di cercare la profondità ma capace di giocare con la squadra, e soprattutto con un buonissimo bagaglio di gol da portare in dote. A questo si può tranquillamente aggiungere un ingaggio decisamente alla portata e un costo che sarebbe inferiore a quello, ad esempio, di Aubameyang o Diego Costa. Quale possa essere la richiesta di Lotito, sempre che Lotito possa considerare trattabile Immobile, non è dato saperlo. Certo è che si potrebbe ipotizzare una cifra variabile tra i 30 e i 50 milioni, cifra che permetterebbe tra l’altro alla Lazio di mettere a bilancio una plusvalenza niente male. E che la trattativa non potrebbe entrare nel vivo prima della finale di Supercoppa tra la Juve e, appunto, la Lazio. Quindi dopo Ferragosto, quando cioè il Milan ha di fatto annunciato che prenderà una decisione sull’attaccante da regalare a Montella per la prossima stagione.

Non ci spingiamo oltre, come detto, perché al momento non abbiamo ulteriori riscontri e perché la trattativa non sarebbe affatto semplice. Resta il sondaggio fatto dal Milan e la necessità di lavorare sotto traccia per un affare così complicato anche a livello ambientale.

Fonte: SportMediaset

Tutti pazzi per Keita: Juve in pole, ma il Milan torna in corsa. E l’Inter…

Keita Balde Diao è il candidato forte a essere il nome più caldo dell’ultimo mese di mercato. Perché è destinato a lasciare la Lazio quest’estate – il contratto in scadenza nel 2018 sconsiglia a tutte le parti di andare avanti -, ma soprattutto perché è corteggiato da tutte le big della Serie A: la Juventus, il Milan, l’Inter e anche il Napoli, tutte interessate al talento senegalese in uscita dalla Capitale. E se i bianconeri sembravano in netto vantaggio sulle concorrenti, le ultime ore di mercato paiono aver aperto scenari interessanti per le rivali.

La Vecchia Signora, infatti, continua a essere lontana dalle richieste economiche della Lazio: 15 milioni sono troppo pochi per Lotito, il quale ne chiede esattamente il doppio. Una cifra che il Milan, invece, è disposto a offrire: Fassone – scrive La Gazzetta dello Sportha ribadito al presidente biancoceleste di essere disposto a mettere sul piatto 30 milioni. I rossoneri, tiratisi fuori dalla corsa a Keita nelle scorse settimane a causa dell’intesa verbale tra il giocatore e la Juve, sono pronti a tornare in corsa. E anche l’Inter, in caso di addio di Perisic, tenterà l’assalto all’ex canterano del Barça.

Insomma: Keita rischia concretamente di diventare la telenovela di questo agosto 2017. E se Milan e Inter sono tornati a sperare, la Juve resta decisamente avanti: pesa la preferenza del giocatore (e in particolare l’intesa con l’agente Calenda), anche se Lotito è un osso duro e non libererà il ragazzo se non a fronte di un’offerta economica congrua. 25 milioni complessivi di facili bonus potrebbero bastare, ma niente in ogni caso si muoverà prima della Supercoppa italiana tra Juve e Lazio del 13 agosto. E le sorprese sono dietro l’angolo.

Biglia parte e saluta la Lazio: “Milan una mia scelta sportiva”

Lucas Biglia ha lasciato il ritiro della Lazio ad Auronzo di Cadore, pronto a raggiungere Milano per iniziare la sua nuova avventura in rossonero. L’argentino ha rilasciato qualche parola di commiato ai cronisti presenti:

Ringrazio i tifosi della Lazio, non mi sento trattato male e non ho mai avuto problemi con loro. Grazie ai tifosi di cuore, non mi sento di aggiungere altro. Milan? È una decisione solo mia, una scelta sportiva“.

Milan, più vicino Biglia

Lucas Biglia e il Milan sono sempre più vicini. I rossoneri stanno provando a piazzare al fotofinish la zampata per avere il centrocampista argentino nella tournée asiatica, in programma a partire da domani col volo all’ora di pranzo per la Cina: l’affare – riferisce Gianluca Di Marzio – potrebbe sbloccarsi appunto entro domani.

La Lazio non molla Biglia. Ma il Milan proverà ancora per averlo in Cina

Stallo sul fronte Lucas Biglia. La serata e la notte non hanno portato gli aggiornamenti sperati sul centrocampista, per il quale manca ancora l’accordo tra Milan e Lazio per il prezzo del cartellino. Fassone ha cercato di chiudere la trattativa andando incontro a Lotito e alzando l’offerta rossonera sino a 16 milioni (bonus compresi), ma il patron biancoceleste non fa sconti: vuole 20 milioni cash e non è disposto a scendere.

Biglia, dunque, inizierà la stagione 2017-18 con la maglia della Lazio. Stamane l’argentino ha sostenuto le visite mediche di inizio anno presso la clinica romana Paideia – ieri non si era presentato, ndr – e nelle prossime ore raggiungerà i compagni in ritiro ad Auronzo di Cadore. A meno, ovviamente, di svolte nella trattativa Milan-Lazio: il Diavolo farà ancora un tentativo per cercare di chiudere Biglia entro domani, per regalarlo a Montella in vista della partenza per la tournée in Cina del 14/7.

Chi l’ha visto? Biglia diserta le visite con la Lazio

Altro capitolo della telenovela Biglia. Atteso oggi a Roma per sostenere le visite mediche di inizio stagione con la Lazio, l’argentino non si è presentato, arrivando di fatto alla rottura con il club di Lotito. Oggi è previsto un importante incontro di mercato tra l’agente di Biglia e il Milan, si spera decisivo per la fumata bianca della trattativa: l’accordo col giocatore c’è da tempo, ma è necessario trovare un’intesa anche con la Lazio.

Milan, si continua a trattare con la Lazio per Biglia

Il Milan non molla Lucas Biglia e nelle scorse ore ci sono stati continui contatti telefonici con la Lazio per provare a trovare un’intesa definitiva. In questo senso, domani i biancocelesti incontreranno il giocatore per capire le sue intenzioni, col Milan che spera di abbassare le pretese della Lazio.

Ultima offerta rossonera di 16 milioni di euro bonus compresi, ma la richiesta della Lazio è di 20 milioni di euro. C’è fiducia, però, ad arrivare ad un accordo, con Montella che spera di portare l’argentino in Cina. Entro venerdì…

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan, ancora niente Biglia: “Ma non so se andrò ad Auronzo”

Biglia-Milan, per ora niente di fatto. Il weekend non ha portato gli avanzamenti sperati nella trattativa tra Milan e Lazio per il centrocampista, che oggi è arrivato all’aeroporto di Fiumicino per cominciare la propria stagione con la maglia biancoceleste. Lo stesso Biglia, però, non ha confermato di raggiungere i compagni in ritiro: “Se andrò ad Auronzo? Non lo so…” ha ammesso l’argentino.

Il dubbio, ovviamente, è legato a un ipotetico accordo tra Fassone e Lotito sul suo prezzo del cartellino: dovesse arrivare in tempi brevi, l’ex Anderlecht andrebbe a Milano per i test e le visite di rito prima di mettersi a disposizione di Montella. Ma ad oggi, senza l’intesa economica, Biglia rimane alla Lazio: il capitano farà i controlli medici domattina e poi partirà alla volta delle Dolomiti.

Biglia, più vicini Milan e Lazio: si può chiudere a 18 milioni bonus compresi

20 milioni la richiesta, 14 l’offerta. Una telefonata intercorsa ieri tra Fassone e Lotito ha assottigliato la distanza tra Milan e Lazio per Lucas Biglia: l’affare è ancora, ma l’impressione delle ultime ore – riporta La Gazzetta dello Sport è che l’affare alla fine si farà venendosi incontro sui 18 milioni, con il Diavolo che ci arriverebbe inserendo dei bonus.

La volontà del giocatore è chiara da settimane: Biglia vuole vestire la maglia rossonera. La stessa Lazio è ormai sempre più convinta di cedere il giocatore di non tenere il “punto” sulla valutazione, potendo realizzare comunque un’ottima plusvalenza. Il Milan è pronto a piazzare la zampata per regalarlo a Montella per l’11 luglio, quando arriveranno a Milanello i Nazionali, ma senza fare follie: 18 bonus compresi senza la valutazione giusta.

Biglia, ancora 48 ore: posticipate visite con la Lazio, “colpa” del Milan

Dov’è Lucas Biglia? La domanda si ripete tra i presenti nella clinica Paideia per l’ultimo giorno di controlli in casa Lazio, prima della partenza per il ritiro. L’appuntamento è per tutti alle 17 e 55, ma non per Biglia, che era atteso, ma che d’accordo con la società ha posticipato il suo arrivo a Roma di 48 ore. Di mezzo c’è il mercato e la trattativa con il Milan, con il calciatore che ha chiesto ancora un giorno per trovare l’accordo definitivo con i rossoneri: la trattativa va avanti da tempo. Auronzo o Milanello? Entro 24 ore si saprà tutto.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Lazio, Biglia non convocato in ritiro: Milan vicino?

Lucas Biglia si riavvicina al Milan. Il capitano della Lazio – riporta Il Messaggero – non verrà convocato in vista del ritiro dei capitolini: l’a.d. Fassone, infatti, avrebbe trovato un’intesa economica con Lotito per il trasferimento a Milano dell’argentino, ormai da un mese obiettivo di mercato dei rossoneri.

Ag. Biglia: “Vuole andarsene, aspettiamo l’accordo Milan-Lazio. Ma in Inghilterra…”

Enzo Montepaone, agente di Lucas Biglia, rompe il silenzio sulla trattativa Milan-Lazio per l’argentino:

“Lucas ha parlato con la Lazio un mese fa circa, dichiarando la propria scelta che è quella di andare via da Roma. C’è una trattativa con il Milan e noi siamo in attesa che le due società trovino un accordo definitivo. So che stanno parlando per trovare una soluzione – ha dichiarato Montepaone a Il Messaggero – noi aspettiamo, anche perché c’è pure una possibilità in Inghilterra ma di più non posso dire.

Milan e Lazio stanno parlando e devono trovare un accordo finale. Ad ogni modo, la prossima settimana sarò in Italia e speriamo che tutto si risolva in breve tempo”.

Ag. Keita: “Milan? Ha l’accordo con la Lazio, ma vogliamo capire il progetto”

Torna a parlare Roberto Calenda, l’agente di Keita Baldé. E non sono dichiarazioni affatto banali quelle rilasciate dal procuratore ai taccuini del Corriere dello Sport:

“Andar via è la cosa migliore per tutti, ma non vogliamo danneggiare la Lazio. Non andremo via a parametro zero. Ovviamente, pensiamo ad una cessione che soddisfi tutte le parti. Tuttavia, è proprio questo il punto: abbiamo a che fare con un club che considera solo il proprio interesse economico; la volontà di Keita per la Lazio non esiste. E bisogna essere trasparenti: noi vogliamo trovare una soluzione che soddisfi la Lazio ma che tenga pure in debita considerazione la volontà del ragazzo. La volontà del ragazzo non può essere coartata, ipotizzando scenari apocalittici.

Il Milan? La Lazio ci ha comunicato che ha un accordo con loro e ne abbiamo preso atto. Il Milan è sempre il Milan – ha dichiarato il procuratore di Keita – ma vogliamo capire in questo momento qual è l’entità del loro progetto.

Con la Juve non abbiamo assolutamente alcuna intesa. Si vogliono a tutti i costi addossare colpe ad un calciatore, guarda caso ad un anno dalla scadenza del contratto”.

Milan, stallo per Biglia: lontana l’intesa con la Lazio

Sembrava un affare in dirittura d’arrivo e invece bisognerà ancora aspettare (e trattare) ancora. Il Milan e la Lazio non fanno passi avanti sul fronte Lucas Biglia: l’offerta rossonera è di circa 13 milioni di euro – scrive il Giornale – mentre la richiesta di Lotito ammonta a ben 25 milioni. Un gap economico notevole che blocca il trasferimento a Milano dell’argentino.

Lotito-Mirabelli, lite per Biglia: “Meglio che me ne vado”

Dopo Raiola, anche Lotito. Massimiliano Mirabelli ha avuto frizioni con un altro pezzo grosso del calcio italiano: il d.s. del Milan – svela Il Messaggeroavrebbe avuto un alterco col presidente della Lazio per Lucas Biglia, oggetto del desiderio dei rossoneri, ma blindato dai capitolini con una richiesta economica elevata.

Il pomo della discordia sarebbe stata la proposta avanzata dal Milan per Biglia: non i 25 chiesti dalla Lazio, ma 15 più il cartellino di Montolivo. L’ennesima offerta considerata troppo bassa che avrebbe provocato l’ira di Lotito, il quale si sarebbe alzato velocemente dal tavolo della trattativa: “Meglio che me ne vado”, il virgolettato proferito dal presidente biancoceleste.

Milan-Lazio, distanza di 7 milioni per Biglia

Restano distanti Milan e Lazio su Lucas Biglia. Fassone e Mirabelli hanno individuato nell’argentino l’uomo d’ordine giusto da regalare a Montella per il centrocampo, ma non sono ancora riusciti a trovare un’intesa con Lotito sul prezzo del cartellino: il divario tra domanda e offerta – scrive il Corriere della Sera è di ben 7 milioni di euro. Decisamente troppi soldi per sperare in una conclusione a breve della trattativa.

Biglia avvisa la Lazio: vuole il Milan

Milan a tutti i costi. Lucas Biglia vuole vestire la maglia rossonera – scrive stamane La Gazzetta dello Sport – e lo ha ribadito ancora una volta al presidente Lotito, il quale non ha ancora trovato l’intesa col Diavolo per il cartellino del giocatore. Ma se Fassone riuscirà a convincere la Lazio, l’argentino diventerebbe in brevissimo tempo un nuovo calciatore del Milan.

Milan, intrigo Biglia: senza Keita serve una nuova intesa

Un intrigo di mercato. Il Milan ha puntato Biglia e Keita, valutati insieme 50 milioni di euro, ma a complicare le cose c’è il senegalese, “sganciatosi” dal pacchetto col Principito e desideroso di sposare la Juventus. Sul piatto rimane comunque l’argentino, con cui Fassone ha già un accordo: un triennale da 3,5 milioni di euro, con opzione sul quarto anno.

Al rientro dagli impegni con la Seleccion, Biglia farà pressione su Lotito per abbassare le pretese: l’offerta milanista – scrive La Gazzetta dello Sportè di 20 milioni, mentre le richieste della Lazio sono molto più elevate. E l’intesa, per ora, c’è solo per il pacchetto Biglia-Keita.

Insomma: o l’ex Barça decide di accettare la corte dei rossoneri – e dunque permetterebbe al Diavolo di realizzare il doppio colpo con Biglia – o la Lazio dovrà abbassare le pretese sul cartellino del regista biancoceleste. Stando così le cose, il Milan non prenderebbe né uno né l’altro.

Tare a Milano, incontrerà il Milan per Biglia

Lucas Biglia è sempre più vicino al Milan. L’argentino è il nome più caldo del mercato rossonero e a breve potrebbe esserci la chiusura definitiva della trattativa: il d.s. biancoceleste Tare – scrive La Gazzetta dello Sportè a Milano e nelle prossime ore incontrerà Fassone e Mirabelli per provare a trovare l’intesa finale sul giocatore. La Lazio chiede 22 milioni per liberare Biglia.

Ag. Keita: “Confermo l’accordo Milan-Lazio. Faremo le nostre valutazioni”

Milan-Lazio, accordo per Keita Baldé. Ora la palla passa al giocatore, che dovrà accettare o meno la proposta rossonera. A confermare la notizia è stato l’agente del senegalese, Roberto Calenda:

“Dopo un po’ di mesi ci siamo incontrati con il presidente. Ci hanno comunicato che hanno un accordo con il Milan, e abbiamo capito di essere sul mercato. Ora faremo le nostre valutazioni. Prezzo del cartellino? Con la Lazio è difficile saperlo. Con Lotito – ha dichiarato a Sky Sport – abbiamo parlato di molte cose, ma non ci è mai stata un’offerta concreta di rinnovo”.

Intrigo Keita: doppio accordo Lazio-Milan per il senegalese e Biglia

Un vero e proprio intrigo di mercato. Lui (Keita), lei (la Juventus) e l’altro (il Milan): tre protagonisti di questa trama di calciomercato che comunque coinvolge in primis la Lazio. Ieri è avvenuto un incontro tra il club biancoceleste e l’agente del giocatore, Roberto Calenda, in cui proprio la Lazio ha comunicato di avere un’intesa non solo per Biglia ma anche per Keita con il Milan. Si tratta dunque di un doppio accordo che coinvolge anche il senegalese che ha il contratto in scadenza nel 2018. Nel corso di questo incontro non si è parlato di rinnovo e l’agente del giocatore ha preso atto di questa intesa con i rossoneri ed ora valuterà la situazione insieme allo stesso Keita.

Il corteggiamento della Juventus, nelle scorse settimane, aveva fatto colpo certamente sul giocatore, tanto che adesso la Lazio si aspetta che i bianconeri pareggino l’offerta del Milan. Al momento però, la Juve resta alla finestra in attesa di capire anche la volontà di Keita, per il quale i bianconeri erano la priorità.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan, ecco Biglia: in arrivo il regista che tanto mancava

Dopo anni di ricerche e tentativi infruttuosi o poco redditizi, il Milan potrebbe aver trovato il successore di… Andrea Pirlo. Si tratta di Lucas Biglia, il centrocampista della Lazio al quale Fassone e Mirabelli stanno per dare l’assalto decisivo. L’affare sembra in dirittura d’arrivo visto che l’argentino ha già raggiunto un’intesa economica con il club di via Aldo Rossi (2,5 milioni a stagione più bonus). Resta da convincere Lotito che però sta ammorbidendo la sua posizione.

Con l’arrivo di Biglia, Montella spera di risolvere i problemi della mediana, apparsa statica e senza un vero regista. Dall’addio di Pirlo nell’estate 2011, il Milan non ha più trovato un giocatore capace di accendere la luce, di far ripartire l’azione con rapidità e fluidità. L’argentino, che sembra quello più simile al fuoriclasse di Flero, potrebbe aver successo dove altri hanno fallito: Lucas e Pirlo hanno una visione totale del gioco, sono dotati di un lancio preciso e sanno dettare i tempi. E, dato da non sottovalutare, il laziale è un discreto tiratore di punizioni e rigorista. In un Milan che nel 2016-17 ha fallito cinque penalty su dodici, non certo un particolare secondario. Grazie al rendimento delle ultime stagioni Biglia è diventato stabilmente il perno della nazionale argentina e, nonostante i terremoti sulla panchina dell’Albiceleste (da Sabella a Martino, passando per Bauza e ora Sampaoli), lui è sempre stato un punto fermo.

Fonte: Corriere dello Sport

Biglia si sente del Milan: ha già “calendarizzato” le visite e la firma

Biglia-Milan, ormai ci siamo quasi. Il giocatore si sente già rossonero, tanto che sta già pensando al giorno in cui sostenere le visite mediche: il Principito – svela Gianluca Di Marzio – dovrebbe farle tra il 15 e il 16 giugno, essendo impegnato con la Nazionale argentina sino al 13. Dopo la Seleccion, però, Biglia ha in programma di viaggiare a Milano per chiudere con i rossoneri.

Il contratto del giocatore, invece, dovrebbe essere quello che si vocifera da giorni: un triennale con opzione per il quarto anno da 3,5 milioni a stagione. Dal Milan – prosegue l’esperto di mercato di Sky Sport – fanno sapere che con la Lazio manca ancora l’accordo, ma in realtà una base d’intesa c’è e si dovrebbe chiudere attorno ai 20-22 milioni più bonus. Biglia si sente già rossonero: sarebbe il quarto acquisto della nuova scoppiettante era cinese.

Milan, Biglia il prossimo colpo

Il nuovo Milan cinese viaggia con una media di un colpo ufficiale a settimana. E se quella appena iniziata sarà “dedicata” a Ricardo Rodriguez, pronto a sbarcare in Italia, sostenere le visite mediche e firmare il contratto, la prossima potrebbe spettare a Lucas Biglia: il capitano della Lazio è nel mirino rossonero, tanto che – scrive La Gazzetta dello Sport – può arrivare a Milano tra sette giorni.

A Roma sicuri: fatta per Biglia al Milan

Lucas Biglia è pronto per diventare un calciatore del Milan. Per l’argentino – riporta il quotidiano romano Il Tempo – è arrivato l’accordo tra i rossoneri e la Lazio sulla base di 22 milioni di euro bonus compresi, mentre col giocatore c’è da tempo un’intesa per un triennale da 2,5/3 milioni a stagione.

Milan, weekend decisivo per Biglia

Il week end sarà decisivo per Lucas Biglia. Al Milan attendono solo la chiamata di Lotito per sedersi nuovamente al tavolo per chiudere la trattativa sulla base di 15 milioni di euro, con il giocatore che ha già l’accordo con i rossoneri per un triennale da 2,5 milioni a stagione.

Fonte: Tuttosport

Keita ha deciso: vuole la Juventus

Una vita alla Lazio, dalla Primavera alla prima squadra. Ora Keita ha deciso che è arrivato il momento di cambiare aria, di fare nuove esperienze. La stagione positiva del senegalese ha attirato le attenzioni di diversi club in Italia e in giro per l’Europa. Inevitabile dopo i 16 gol e le prestazioni sempre più convincenti.

La squadra più interessata all’attaccante biancoceleste è la Juventus, che già da tempo è sul giocatore. Dal canto suo Keita non ha mai nascosto la volontà di abbracciare il bianconero. Nelle ultime ore è trapelata la volontà del giocatore di approdare alla Juventus anche a scadenza di contratto nel 2018 se la Lazio non dovesse aprire alla cessione a prezzi più favorevoli. Idee chiare per l’attaccante biancoceleste che non vuole rinnovare il proprio contratto con la Lazio.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan, accelerata per Biglia: a 20 milioni si chiude. Intanto la Lazio fissa un ultimatum

È Lucas Biglia l’uomo scelto dal Milan a cui affidare le chiavi del centrocampo. Dopo Musacchio, Kessié e Ricardo Rodriguez, il Principito è il candidato forte a diventare il quarto acquisto della ricca campagna acquisti rossonera e il regista della rifondata rosa di Montella: un uomo di qualità, esperienza e personalità da cui ricostruire una squadra vincente.

Il blitz romano di nove giorni fa di Fassone e Mirabelli, e il colloquio avuto vis a vis con il ragazzo, ha dato i frutti sperati: Biglia ha scelto di sposare la causa del nuovo Milan cinese, anche grazie al lauto triennale da 2,5 netti più bonus a stagione. La Lazio, seppur decisa a tenersi stretta il proprio capitano con una ricca proposta di rinnovo, sembra ormai rassegnata all’idea di perderlo: l’argentino ha deciso di cambiare aria.

Ora toccherà convincere Lotito. 31 anni a gennaio, Biglia è in scadenza di contratto coi biancocelesti al 30 giugno 2018: una situazione favorevole per il Milan, che potrebbe tesserarlo a parametro zero da gennaio. La richiesta laziale è di almeno 20-25 milioni, mentre il Diavolo è fermo a 15: l’inserimento di alcuni milioni di bonus potrebbe sbloccare la trattativa.

La Lazio, intanto, ha dato a Biglia un ultimatum. Entro il weekend dovrà decidere ufficialmente se accettare o meno la proposta di rinnovo fatta dal club biancoceleste (un’ipotesi, ad oggi, altamente improbabile): qualora arrivasse una fumata nera, i capitolini darebbero il via definitivo alla trattativa con il Milan per il trasferimento in rossonero del centrocampista della Seleccion.

Lazio rassegnata su Biglia: andrà al Milan

Questione Biglia. La Lazio è pessimista sul rinnovo del centrocampista argentino ed è ormai rassegnata a perderlo. Un accordo veramente difficile con il club di Lotito, come ammesso ieri dallo stesso ds Tare. La richiesta del club biancoceleste è di 20 milioni di euro. Il Milan ha già da tempo trovato l’accordo con il giocatore, dopo l’incontro romano di dieci giorni fa, a 2,5 milioni netti per tre anni dal Milan, con un bonus partite di 500.000 euro al raggiungimento di 25 presenze. Lazio che però non vuole farsi trovare impreparata e pensa già al sostituto. Il profilo individuato da Inzaghi è quello di Daniele Baselli, che tramite l’agente incontrerà nei prossimi giorni proprio la Lazio.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Biglia sceglie il Milan. Ora bisogna trattare con Lotito

Il Milan non si ferma più. Anche Lucas Biglia è ad un passo dalla squadra rossonera, che proprio ieri ha ufficializzato il rinnovo del contratto di Vincenzo Montella. L’assalto al centrocampista della Lazio, che da mesi stava inutilmente discutendo con la Lazio per rinnovare il contratto in scadenza nel 2018, sembra andato in porto grazie all’offerta che Fassone e Mirabelli sono riusciti a fare al centrocampista: 2,5 milioni netti all’anno per tre anni, con un ulteriore bonus di 500.000 euro legato al raggiungimento di 25 presenze. Cifre che la Lazio non è in grado o non vuole rilanciare.

L’accordo ormai trovato con il Milan di per sé non basta. Come è noto, adesso bisognerà trattare con Lotito, che è solito non fare sconti, anche se in prossimità di contratto in scadenza. Il Milan, insomma, dovrà comunque sborsare una cifra importante, per assicurarsi Biglia: non lontana dai 20 milioni di euro. Ma il nuovo Milan, che ha già speso per Musacchio, per Kessie e che non ha problemi a spendere per Rodriguez, non si fermerà di certo nemmeno davanti alle certamente esose richieste del presidente della Lazio.

Fonte: Tuttosport

Milan, triennale per Biglia. Tare (d.s. Lazio): “Scelte di vita, tra poco sapremo”

Mateo Musacchio ormai ufficiale, le visite mediche di Kessié, il rinnovo di Vincenzo Montella già annunciato: operazioni importanti, ma non le uniche per il mercato del Milan. Il club rossonero insiste infatti per Lucas Biglia, centrocampista della Lazio sempre più tentato dalla proposta presentata da Marco Fassone e Mirabelli nell’incontro avvenuto la scorsa settimana a Roma: tre anni di contratto a 2.5 milioni di euro netti a stagione, più un bonus di 500 mila euro al raggiungimento delle 25 presenze. Cifre che hanno quasi convinto Biglia, che avrebbe già dato l’ok di massima al Milan. Club rossonero che poi dovrà trovare l’incontro definitivo con Claudio Lotito: primo colloquio già avvenuto nei giorni scorsi con il presidente della Lazio, un faccia a faccia in cui oltre a Biglia si è parlato anche di Keita su cui però c’è in vantaggio la Juventus. Trattativa per il centrocampista argentino, dunque, che potrebbe entrare sempre più nel vivo.

A fare il punto sulla situazione Biglia arrivano le parole del direttore sportivo della Lazio Tare che ha parlato così a margine del Premio Ussi: “Non dovete chiedere a me i dubbi di Biglia. Lui è consapevole che la Lazio ha fatto di tutto e di più per trattenerlo. Facendo anche un passo più grande di quello che si può permettere. Dobbiamo aspettare la sua risposta e alla fine ci comporteremo di conseguenza. Nel giro di poco sapremo, non ci dobbiamo dare dei limiti visto che sono ancora sotto contratto. Faremo tutte le valutazioni possibili. Deluso dal suo comportamento? Io Lucas devo solo ringraziarlo per quello che ha fatto in questi quattro anni, è stato un professionista esemplare. Queste sono scelte di vita, ogni calciatore fa le sue valutazioni, ma non sono rimasto deluso“, ha affermato il dirigente biancoceleste.

Fonte: Sky Sport

Lazio, piace Lapadula: il Milan valuta l’ipotesi di uno scambio con Keita

Lazio su Lapadula. E il Milan, che non ritiene incedibile Sir William, potrebbe approfittarne per mettere le mani su qualche gioiello biancoceleste. Il d.s. laziale Tare è a caccia di una nuova punta e sta valutando la pista che porta al numero 9 rossonero, che è potenziale asso nella manica del Diavolo per sorpassare la Juve nella corsa a Keita. Lapa vorrebbe restare al Milan, ma tutto dipenderà dai programmi della società: qualora non dovesse rientrare nei piani per la prossima stagione, l’ipotesi Lazio potrebbe stuzzicarlo.

Milan, ora Niang può restare

Di rientro dal prestito al Watford, M’Baye Niang potrebbe restare al Milan. Il francese – si legge sul Corriere dello Sport – andrebbe a rimpolpare il reparto degli esterni d’attacco, bisognoso di almeno due rinforzi per sostenere il doppio impegno Serie A-Europa League. Su Niang c’è l’interesse dell’Everton e della Lazio, con cui il Milan tratta i cartellini di Biglia e Keita.

Keita, è derby Milan-Inter

Per lasciarsi alle spalle le difficoltà di una stagione che non le hai mai viste davvero protagoniste per la corsa ai posti in Champions, Milan e Inter hanno già cominciato le grandi manovre sul mercato in vista della prossima.

Primo obiettivo Keita Baldé della Lazio, attaccante senegalese dal passaporto spagnolo, che sta finendo alla grande il campionato a suon di gol. Il suo contratto scade tra 13 mesi e Lotito spera che si scateni un’asta, dopo aver rifiutato i 40 milioni proposti da Fassone e Mirabelli per l’accoppiata con Biglia (55 la richiesta). La pausa di riflessione rossonera ha incoraggiato l’Inter a provarci.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Milan, per Biglia la chiave è Niang alla Lazio

Capitolo Lazio. Con Lotito non è mai facile trattare ed è risaputo da anni quando bisogna sedersi al tavolo delle trattative. Ecco perché l’affare Lucas Biglia richiede comunque tempo e pazienza. 20 milioni è quanto chiede Lotito, che però non riesce a stabilire un dialogo per il rinnovo del capitano. Mirabelli sembra orientato a limare il costo del cartellino provando a mettere nell’affare anche Niang, al rientro dall’esperienza con Watford e non riscattato dalla squadra londinese.

Per Keita Balde, altro obiettivo sensibile localizzato alla Lazio, la trattativa è ramificata su più fronti. Il Milan monitora gli sviluppi. L’Atletico Madrid, interessato al ritorno in terra spagnola dell’attaccante, è vincolato al fair play finanziario e dunque non può muoversi più di tanto. La Juve invece naviga a vista.

Fonte: Premium Sport HD

Biglia all’aut aut: rinnova entro domenica o va al Milan

Rinnovo entro domenica, altrimenti sarà cessione. Il futuro di Lucas Biglia si deciderà a breve: o prolungherà il contratto con la Lazio (in scadenza al 30 giugno 2018) o andrà via, ma il 28 maggio è la deadline oltre la quale Lotito non ha intenzione di andare. In caso di “no” al rinnovo, Biglia – scrive il quotidiano romano Il Tempoandrà al Milan per 22 milioni di euro.

Milan, messaggio alla Lazio: non si svenerà per Biglia

Nessuna follia per Lucas Biglia. Il Milan ha un interesse serio e concreto per il capitano della Lazio, ma ha fatto sapere che sarebbe disposto a pagarlo il giusto: la dirigenza rossonera – scrive il Corriere della Sera – non ha intenzione di svenarsi per un calciatore di 31 anni, peraltro in scadenza di contratto tra un anno. Nell’incontro di lunedì con l’a.d. milanista Fassone, il presidente Lotito ha chiesto 20 milioni.

Biglia-Lazio, incontro per il futuro. Milan in agguato, lui tentenna: “Non so se resto”

Giornata di incontri, dunque, quella di oggi per il numero uno biancoceleste (Lotito, ndr) il quale ha discusso anche con Biglia e il suo agente Montepaone sul futuro del centrocampista argentino. Terzo incontro in sei giorni tra le parti che continuano a trattare. Nessun passo avanti però, né per quanto riguarda il rinnovo né per ciò che concerna un’eventuale cessione. Lo stesso Biglia, però, sembra tentennare circa una sua permanenza alla Lazio, visto il serrato corteggiamento del Milan che ha incontrato il giocatore a Roma proprio l’altro giorno, sottolineando la propria volontà di chiudere con Biglia per poi andare a sedersi ad un tavolo con la Lazio per trattare la cifra del suo trasferimento.

Inoltre, al termine dell’allenamento del pomeriggio, lo stesso Biglia ha parlato del suo futuro ai microfoni di Radiosei: “Non so se resto, del rinnovo parleremo a fine stagione non ho fretta”.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Lazio, niente sconti al Milan per Biglia-Keita. E quella proposta per Jack…

Il Milan insiste, Inzaghi trema, la Lazio tiene duro. Lotito non fa sconti e fissa il prezzo: pagare moneta, vedere cammelli, ecco la linea dettata al suo amico Fassone e Mirabelli. Se vogliono Biglia e Keita, dovranno scucire 55 milioni, anche perché il presidente biancoceleste si è sentito dire no all’inserimento di Bonaventura come contropartita.

Ne restano 15 di differenza rispetto alla proposta del club rossonero, disposto a metterne sul tavolo 25 per Keita e 15 per Biglia. Una differenza giustificata dal ruolo e dall’età. Il senegalese è un attaccante di 22 anni, l’argentino ne ha compiuti 31 a gennaio. Il giorno dopo l’incontro a Villa San Sebastiano emergono i retroscena. Il Milan sarebbe molto avanti con Keita, da tempo Mirabelli lo punta e ci sarebbe stato più di un contatto con il suo agente, l’interesse rossonero non è una novità e risale all’inizio dell’inverno: se il closing fosse stato anticipato, non sarebbe arrivato Deulofeu in prestito ma avrebbe preso corpo la trattativa con Lotito.

Il Milan conosce da mesi le condizioni e si è avvicinato in modo sensibile a Keita, dovrà forse sventare la concorrenza della Juve. Marotta non ha nascosto il proprio interesse e pur avendo ormai bloccato Schick della Samp non smette di seguire gli sviluppi legati al senegalese, sarebbe pronto a prenderlo a parametro zero tra sei mesi.

Fonte: Corriere dello Sport