Taggato: Conti

Conti-Milan, la chiave può essere Kucka

Può essere Juraj Kucka la carta giusta per piegare le resistenze dell’Atalanta per Conti. L’esterno della Nazionale Under 21 è uno degli obiettivi più caldi di Casa Milan e il giocatore ha già espresso pubblicamente la propria volontà di vestire solo il rossonero, ma il club orobico non cede sul prezzo del cartellino. La chiave, appunto, potrebbe essere l’inserimento nella trattativa di Kucka: lo slovacco – riporta L’Eco di Bergamoè un pupillo di Gasperini sin dai tempi del Genoa.

L'a.d. Fassone, mister Montella e il d.s. Mirabelli nel giorno del rinnovo dell'allenatore

Mirabelli-Montella, pranzo a Roma: tra i temi Gigio, Biglia, Conti e tournée in Cina

C’è anche il caso Donnarumma al centro del pranzo di lavoro, oggi a Roma, fra Vincenzo Montella e il ds del Milan Massimiliano Mirabelli, per fare il punto sull’andamento del mercato rossonero ad un paio di settimane dal raduno della squadra, in programma il 5 luglio.

L’allenatore è rientrato domenica mattina da un viaggio nel Sudest asiatico, durante il quale è rimasto in costante contatto con la dirigenza seguendo le evoluzioni della trattativa per il rinnovo di Donnarumma, che giovedì si è arenata con il rifiuto del 18enne portiere, ma che non è escluso possa riaprirsi in seguito. Al centro del vertice anche gli altri obiettivi di mercato del Milan, inclusi il centrocampista della Lazio Lucas Biglia e il difensore dell’Atalanta Andrea Conti, nonché l’organizzazione della tournée in Cina.

Montella proseguirà le sue vacanze in Campania, per tornare al lavoro a Milanello dal 3 luglio, quando i giocatori si sottoporranno ad una due giorni di test atletici, prima di iniziare il raduno.

Fonte: ANSA.it

L’Atalanta mostra i muscoli: “Conti? Lo vendiamo alle nostre condizioni”

Il Milan tratta e spera di chiudere per Andrea Conti. Ma intanto l’Atalanta alza un muro. Il presidente orobico Percassi ha parlato con estrema chiarezza del futuro dell’esterno azzurro, dettando linee molto precise:

Conti? Dettiamo noi le condizioni e valuteremo la cessione se il Milan le soddisferà. La posizione del ragazzo è chiara ma a tutto c’è un limite. È una situazione molto complicata, la sta gestendo direttamente mio figlio Luca e credo che l’agente abbia fatto dichiarazioni non simpatiche come quella relativa al ritiro. Se si dovesse arrivare a ridosso dell’inizio della stagione, il giocatore non credo non si presenti.

Ribadisco: aspettiamo e valutiamo, la situazione è in evoluzione, ma sarà l’Atalanta a dettare le condizioni. Abbiamo parlato anche coi il ragazzo – ha dichiarato il presidente Percassi a Bergamo TV – la sua posizione è ormai chiara, ma non temo che anche altri possano fare lo stesso discorso: a tutto c’è un limite e a quel punto interverremmo“.

Milan, si avvicina Conti: al prossimo incontro si può chiudere

Per Andrea Conti al Milan vi abbiamo sempre detto che non ci sarebbero stati problemi, mantenendo l’ottimismo anche nei giorni delle acute frizioni tra l’entourage dell’esterno e l’Atalanta: “Strada spianata” avevamo titolato il 9 giugno, quando altrove si sprecavano gli allarmismi. E infatti Andrea Conti avrà il Milan, entro le due settimane delle quali vi avevamo parlato il 12 giugno.

Ne è passata una e l’incontro tra Marco Fassone e Luca Percassi nel complesso è stato positivo: il club rossonero si è avvicinato al muro dei 25 milioni, mettendone sul piatto 23-24. Nel summit si è parlato di giovani, che possono entrare nell’operazione a titolo di contropartite. Le parti si sono lasciate con l’intento di chiudere già al prossimo incontro, in via di programmazione. Per Conti al Milan presto partirà il countdown…

Fonte: Alfredo Pedullà

Milan, prima offerta all’Atalanta per Conti

Il mercato del Milan è in continuo fermento. Nella giornata di oggi c’è stato un primo incontro tra Atalanta e Milan per Conti, oggetto dei desideri della società rossonera. Presenti Fassone e Luca Percassi: l’incontro è stato positivo e il Milan ha presentato un’offerta di poco superiore ai 20 milioni. Offerta ancora troppo bassa per l’Atalanta che ne chiede 28, per poter poi chiudere l’intesa attorno ai 25 milioni di euro. Niente prestito con obbligo di riscatto come avvenuto nella trattativa per Kessie, la società nerazzurra pretende il trasferimento a titolo definitivo.

Nell’offerta potrebbero essere inserite anche contropartite tecniche: il Milan avrebbe offerto Paletta e Lapadula, ma le valutazioni sui giocatori sono discordanti. L’Atalanta invece sarebbe più orientata sui giovani Felicioli e Pessina o su altri profili simili. Il primo incontro tra Milan e Atalanta per Conti è andato in scena, ora si attendono sviluppi nella trattativa.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan, incontro in corso con l’Atalanta per Conti

Minuti caldi sul fronte Andrea Conti. Milan e Atalanta – svela gazzamercato.it – si stanno incontrando in questi istanti per discutere del trasferimento in rossonero dell’esterno della Nazionale Under 21: i due club devono trovare l’intesa sul prezzo del cartellino, mentre con il giocatore c’è già accordo per un quinquennale da 2 milioni al stagione più bonus.

Ag. Conti: “Niente ritiro con l’Atalanta, vuole solo il Milan”

È rottura tra l’Atalanta e Andrea Conti. Al termine dell’incontro odierno tra l’agente del giocatore e il club bergamasco, è stato lo stesso procuratore a fare il punto, ribadendo ancora una volta la ferma volontà di Conti di vestire la maglia del Milan.

“Andrea non andrà in ritiro con l’Atalanta. Ritengo inoltre inaccettabile il comportamento di Gasperini, anche perché Conti vuole solo il Milan. Percassi era presente all’incontro e mi ha riferito anche di un’altra super offerta. Tra persone con cervello – ha dichiarato a Sportitaliatroveremo la soluzione valida per tutti“. In settimana ci sarà un nuovo incontro alla presenza anche dell’a.d. rossonero Fassone: potrebbe essere il momento chiave per trovare l’intesa.

Conti-Milan, oggi incontro tra l’agente e l’Atalanta

Può essere una giornata importante per il trasferimento in rossonero di Andrea Conti. Oggi – riporta La Gazzetta dello Sport – è atteso un incontro tra l’agente del giocatore e il presidente dell’Atalanta Percassi, dove verrà ribadita la volontà del ragazzo di vestire solo e soltanto la maglia del Milan. Fassone e Mirabelli sperano di convincere la Dea già nelle prossime due settimane.

Ag. Conti: “A Bergamo è finita, vuole solo il Milan”

Il ciclo di Conti a Bergamo è finito, con l’Atalanta dopo qualche diatriba ci siamo chiariti. Ma nella testa di Andrea la Dea, pur ringraziandola per quanto gli ha dato, non c’è più”. Parole chiare e inequivocabili quelle pronunciate a tuttomercatoweb.com da Mario Giuffredi, agente di Andrea Conti, sempre più lontano dai nerazzurri e vicino al Milan.

Su Gasperini: “Non può privare ad un giocatore di coronare il sogno di fare il salto di qualità, non sarebbe corretto mettere il veto alla sua cessione. E poi sarei curioso di capire cosa avrebbe fatto Gasperini se gli avessero fatto un’offerta di dieci volte in più rispetto al suo contratto. Davvero sarebbe rimasto per grande amore nei confronti dell’Atalanta? Tutti lavorano per migliorare, professionalmente ed economicamente. Nel calcio bisogna essere realisti e non ipocriti”.

Sul futuro di Conti: “Vuole solo il Milan. Nella sua testa l’Atalanta non c’è più ed è giusto che sia così. Il Milan è il sogno di ogni calciatore, nessuno può tarpargli le ali. Comunque giusto che l’Atalanta provi a fare il suo lavoro, ognuno tira acqua al proprio mulino. Tutti devono fare la propria parte, compreso il Milan. Il mio è uno spirito collaborativo nei confronti dell’Atalanta per cercare una soluzione che accontenti tutti – compresa la società orobica – ma non accetto in nessun modo e mi rifiuto di sentire che l’allenatore ritiene incedibile un giocatore che può coronare il sogno di andare in una grande squadra”.

Milan-Atalanta, si prova a trovare l’accordo per Conti

Qualche giorno fa l’incontro a Casa Milan, tra l’agente del giocatore e la dirigenza rossonera. Ieri, il primo contatto Percassi-Fassone: al centro della discussione, Andrea Conti. Nei prossimi giorni però ci sarà un incontro tra le parti per trovare l’accordo per il trasferimento del difensore in rossonero (intesa che tra il Milan e l’agente di Conti è invece già stato raggiunta).

Fonte: Gianluca Di Marzio

L’agente di Conti sicuro: “Andrà certamente al Milan”

Mario Giuffredi, agente di Conti, ha parlato così del futuro del proprio assistito e in particolare della parole del presidente atalantino Percassi:

L’Atalanta sapeva del mio incontro con il Milan. Li avevo messi al corrente di tutto e non mi hanno mai detto che Conti è incedibile, se il loro pensiero era questo bastava dirlo prima. So bene che il ragazzo ha quattro anni di contratto ma vorrei ricordare a Percassi che quando ci hanno chiamato per rinnovare non mi sono tirato indietro. L’Atalanta aveva detto a me e ad Andrea che il rinnovo andava fatto anche per avere ulteriore forza sul mercato e io sono stato collaborativo.

Visto che si ritengono persone serie io mi ritengo altrettanto serio perché li ho sempre messi al corrente della situazione e aggiungo che tutte le parole date da parte mia sono state sempre mantenute – ha dichiarato il procuratore di Conti a Sportitalia – mentre loro dicono che è incedibile quando ci avevano detto che ci avrebbero venduto.

Sono certo che Conti andrà al Milan perché le persone serie mantengono sempre la parola data e il Presidente Percassi è una persona seria e su questo non ho alcun dubbio. E ci tengo a sottolineare che corrisponde a verità ciò che si dice sull’Atalanta cioè che tratta come figli i ragazzi cresciuti nel settore giovanile, quindi ad Andrea che è figlio della Dea non tarperà le ali. Sono convinto che gli verrà data la possibilità di approdare in un club come il Milan che rappresenterebbe un salto di qualità professionale ed economico per lui e la famiglia visto che l’Atalanta vuole bene ai propri giovani e per loro vuole sempre il meglio”.

Percassi stoppa Conti: “Milan? Per noi è incedibile”

Noi siamo tranquilli perché Conti ha 4 anni di contratto. Non so il Milan cosa abbia fatto, che accordi abbia preso ma di fatto non sappiamo come si è mossa la controparte. Per noi il ragazzo è incedibile”. Il presidente dell’Atalanta Antonio Percassi ai microfoni di Premium Sport frena sul possibile trasferimento del terzino che avrebbe già trovato l’accordo con il club rossonero.

“Mirabelli ha detto che vuole parlare con noi? Venga pure, eventualmente detteremo le nostre condizioni anche se, ripeto, per noi è incedibile. All’interno della società non abbiamo valutato la sua cessione”.

Fonte: Premium Sport HD

Ag. Conti: “Andrea vuole solo il Milan, intesa totale con i rossoneri”

Mario Giuffredi, agente di Andrea Conti, ha parlato a GazzaMercato della trattativa tra il suo assistito e il Milan: “L’accordo è totale, abbiamo trovato l’intesa su tutto. Andrea vuole solo il Milan”.

I rossoneri quindi sembrano avere guadagnato il gradimento del calciatore, battendo sul tempo la nutrita concorrenza: “Non posso negare di aver ricevuto altre offerte importanti (Inter e Chelsea, ndr), ma Conti ha scelto i rossoneri perché sono stati i più determinati nel cercarlo e volerlo. Sin da subito l’hanno fatto sentire importante. Nei prossimi giorni toccherà a Milan e Atalanta definire i termine dell’operazione, ma la nostra volontà è chiara e non ci saranno problemi”.

L’agente del giocatore ha parlato anche dei nuovi dirigenti del Milan cinese: “Hanno le idee chiare e stanno facendo grandissime cose. D’altronde gli acquisti effettuati sinora lo dimostrano. Il Milan è una società molto ben organizzata, con un struttura snella e due persone competenti come Fassone e Mirabelli che stanno lavorando nel migliore dei modi”.

Fonte: GazzaMercato

Conti-Milan, intesa per un quinquennale

Quinquennale da 2 milioni netti a stagione. È questa la base su cui il Milan e gli agenti di Andrea Conti hanno trovato un’intesa di massima – riporta stamane La Gazzetta dello Sport. Ora il Diavolo dovrà accordarsi anche con l’Atalanta, ma non sarà facile: i bergamaschi chiedono 27 milioni, mentre i rossoneri non si vogliono spingere oltre i 20.

Milan-Atalanta, distanza di 7 milioni per Conti

Oltre tre ore di summit – definito positivo – per fare ulteriori passi in avanti. Il Milan è forte, fortissimo, su Andrea Conti dell’Atalanta, ritenuto dai dirigenti rossoneri e da Vincenzo Montella il profilo ideale per la fascia destra.

Nell’incontro che si è tenuto a casa Milan tra il direttore sportivo Mirabelli e Giuffredi, rappresentante del giocatore, il Milan ha spinto sull’acceleratore, dimostrando in maniera concreta la propria volontà di acquisire il giocatore il prima possibile. Ci sarebbero stati contatti con l’Atalanta, che chiede 27-28 milioni. Il Milan confida di chiudere attorno ai 20 milioni, bruciando la concorrenza dell’Inter e dello Zenit San Pietroburgo.

Fonte: Tuttosport

Milan, c’è l’intesa con Conti: ora bisogna convincere l’Atalanta

Un primo passo è stato fatto: il Milan ha raggiunto l’accordo con Andrea Conti. Quest’oggi c’è stato un incontro lungo più di tre ore a Casa Milan, con il ds Mirabelli che ha incontrato l’agente del calciatore Giuffredi. Intesa trovata tra rossoneri e giocatore, c’è la disponibilità al trasferimento. Ora però il Milan dovrà trattare con l’Atalanta, forte dell’accordo già strappato al terzino classe ’94.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Conti-Milan, strada in salita: l’Atalanta vuole 27-28 milioni

È previsto oggi l’incontro tra il Milan e l’agente di Andrea Conti. Pupillo sia di Mirabelli sia di Montella, quella per l’esterno dell’Atalanta non sarà però una trattativa facile: il giocatore vuole uno stipendio di 2 milioni netti all’anno, mentre i bergamaschi valutano il cartellino attorno ai 27-28 milioni, forti della mancanza di necessità di fare cassa. Una valutazione decisamente alta e il Diavolo – scrive La Gazzetta dello Sport – difficilmente arriverà a certi picchi.

Milan, domani incontro con l’agente di Conti

Un Milan scatenato sul mercato non si ferma ai tre colpi già piazzati in vista della prossima stagione. Oltre alla prima offerta ufficiale già formulata al Torino per Andrea Belotti, domani avverrà un incontro a Casa Milan nel pomeriggio insieme all’agente di Andrea Conti. Il Milan non si ferma, ma per il difensore dell’Atalanta c’è anche l’Inter che comunque non intende mollare.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Conti-Milan, incontro confermato: a 20-21 milioni più bonus si chiude

La settimana scorsa vi avevamo raccontato che il Milan sarebbe andato presto all’offensiva per Andrea Conti, fissando un incontro con la chiara speranza di chiudere. L’incontro si terrà giovedì, l’Atalanta ha saputo che trattenere il laterale destro dinanzi alla possibilità di un salto di qualità non avrebbe senso. Un po’ il discorso fatto per Kessie.

Il Milan era partito da una proposta di circa 15 milioni più 3 di bonus, l’Atalanta aveva rilanciato con una base fissa di 21-22 milioni e altri 3-4 di bonus. E’ ragionevole pensare che a 20-21 più bonus si possa arrivare a una definizione, eventualmente con l’inserimento di una contropartita tecnica.

L’Inter ha fatto un semplice sondaggio, il Milan è davanti e vuole chiudere prima degli impegni di Conti con l’Under 21. E’ stato fatto anche un abbozzo di contratto: quadriennale da circa due milioni a stagione, lo stesso di Franck Kessie.

Fonte: Alfredo Pedullà

Milan-Conti, giovedì l’incontro. Ma c’è anche l’Inter

Bergamo-Milano, autostrada di mercato, perché dopo l’operazione che ha portato Franck Kessié a indossare il rossonero, gli affari tra i due club potrebbero non essere terminati. Il nome rovente delle ultime ore è quello di Andrea Conti, terzino destro classe 1994 dell’Atalanta protagonista di una stagione super in nerazzurro: 8 gol e 4 assist in Serie A, prestazioni che hanno acceso su di lui i riflettori del calciomercato. E Milan che ha già programmato il blitz, chissà forse decisivo: giovedì, infatti, ci sarà un incontro tra la dirigenza rossonera e l’agente del calciatore, la volontà del Milan è quella di trovare l’accordo e chiudere l’operazione, con l’entourage del calciatore che intende trovare una soluzione definitiva entro il 16 giugno, prima dunque degli Europei Under 21. Che Conti vorrà disputare con la mente libera dalle voci di mercato e conoscendo già la sua prossima squadra.

Per Conti possibile futuro con destinazione Milano, dunque, con il Milan in prima fila e l’Inter che prova a recuperare terreno: i nerazzurri, infatti, sono partiti in ritardo rispetto ai rossoneri nella corsa a Conti, ma l’inserimento è reale e concreto tanto che si potrebbe scatenare un vero e proprio derby di mercato sull’esterno dell’Atalanta. Giovedì dunque un giorno importante per conoscere il futuro di Conti: il Milan aumenta il pressing e prova a chiudere l’affare con l’Atalanta, l’Inter osserva e prepara la controffensiva. Per Conti possibile derby di mercato all’orizzonte.

Fonte: Sky Sport

Manuel Locatelli.

Locatelli per Conti: il Milan studia l’affondo

Milan, è caccia ad Andrea Conti. Esterno rivelazione dell’ultimo campionato di Serie A, l’atalantino è il principale obiettivo di Mirabelli per puntellare la corsia destra: dalla prossima settimana sono in calendario nuovi contatti con l’entourage del ragazzo per provare a piazzare la zampata decisiva e superare la concorrenza dell’Inter.

L’Atalanta, però, chiede una cifra elevata: almeno 20 milioni di euro. Una cifra alta, che il Diavolo potrebbe perlomeno limare con l’inserimento di una contropartita: a Bergamo – racconta calciomercato.compotrebbe andare Manuel Locatelli, che in nerazzurro troverebbe lo spazio e i minuti (anche in Europa) necessari per maturare.

Conti: “Il Milan? Settimana prossima vedremo”

Milan in pressing su Andrea Conti. E settimana prossima potrebbe essere importante per capire il futuro dell’esterno dell’Atalanta, ambito dai maggiori top club di Serie A. A svelarlo è stato lo stesso giocatore ad alcuni tifosi: “Io al Milan? Settimana prossima vediamo”, il virgolettato riportato da Tuttosport.

Milan, svolta per Conti: vuole i rossoneri. Settimana prossima può essere decisiva

Andrea Conti vuole il Milan. Lo ha sondato anche l’Inter, ma lui ha ribadito la sua volontà di indossare il rossonero. Ci sono stati contatti anche nelle ultime ore con il suo agente Mario Giuffredi, la prossima settimana dovrebbe essere quella giusta per entrare nel vivo della trattativa. E magari per definirla. Già perché il Milan ha fretta di consegnare a Montella un organico competitivo nel giro di un mese (Ricardo Rodriguez, Biglia, Borini in attesa dell’assalto a Morata, magari con la possibilità di prendere un altro centrocampista e aspettando le decisioni su Keita). E Conti forse ha ancora più fretta di andare al Milan, destinazione in cima ai suoi pensieri.

L’Atalanta giustamente dice di voler trattenere Conti, la valuta 25 milioni, ma contemporaneamente sa che quando bussa un grande club diventa complicatissimo resistere. Conti vuole il Milan, ricambiato dai rossoneri. Questione di tempo. Anzi di giorni, non tantissimi.

Fonte: Alfredo Pedullà

Conti: “Atalanta una famiglia, ma vorrei una big”

L’esterno dell’Atalanta, Andrea Conti, ha parlato di futuro dal ritiro della Nazionale a Coverciano:

“Mi piacerebbe restare, per me l’Atalanta è una famiglia e lì mi sento a casa. Dall’altro lato, però, mi piacerebbe provare l’esperienza in una grande squadra, è il sogno di ogni bambino. Vedremo cosa dirà il mercato a luglio dopo gli impegni con la Nazionale.

Il mercato in questo momento non mi riguarda e non ci penso, anche se fa piacere che si parli di me dico che ho la testa solo agli impegni con l’Italia”.

Milan, si studia la pista Conti. Fatta per Kessié, Gomez…

Milan-Atalanta, si tratta per Andrea Conti. Nell’incontro tenutosi ieri a Casa Milan tra la dirigenza rossonera e il d.s. orobico Sartori è stato lui il tema di discussione più caldo: il Diavolo – scrive La Gazzetta dello Sport – segue con attenzione l’esterno classe ’94, per il quale si dovrà battere la concorrenza di altre big italiane ed estere. Battuta anche la pista Papu Gomez, anche se al momento non c’è la necessità di accelerare.

Il cartellino di Conti ha un prezzo elevato: 20 milioni di euro. Una stagione da protagonista assoluto, anche grazie alle 8 reti firmate in campionato, lo hanno reso uno dei pezzi più pregiati del mercato italiano. Tutto fatto, invece, per Franck Kessié: sarà necessario un altro incontro prima delle visite mediche e delle firme, ma l’ivoriano si può praticamente considerare un calciatore rossonero.

Possibile futuro all’Atalanta, infine, per il milanista Felicioli: l’esterno mancino, in quest’ultima stagione in prestito all’Ascoli, piace ai nerazzurri e potrebbe trasferirsi a Bergamo già nelle prossime settimane. Felicioli ha il contratto in scadenza con il Milan al 30 giugno 2018.

Il Milan è avanti per Conti

La dirigenza rossonera continua nel suo intento di rendere la rosa competitiva per la prossima stagione. Nell’incontro di oggi a Casa Milan tra la società e il direttore sportivo dell’Atalanta, l’argomento principale è stato Andrea Conti, insieme al suo compagno Franck Kessie. Al terzino classe 1993 – scrive MilanNews.it – sono interessati diversi club come Inter, Napoli e Roma, anche se l’attuale numero 24 è favorevole a vestire la maglia del Milan.

Il prezzo del giocatore è di circa 20 milioni, ma visti i buoni rapporti tra le due società i rossoneri potrebbero abbassare la cifra, offrendo a loro volta qualche giovane ragazzo che può interessare ai nerazzurri.

Milan, incontro con l’Atalanta: chiuso Kessié, colloqui per Conti e Gomez

Giornata d’incontri a Casa Milan, tra agenti di giocatori, nuovi allenatori e la dirigenza pronta a programmare fin da subito la nuova stagione. Su tutti Giovanni Sartori, ds dell’Atalanta, giunto nella sede rossonera per discutere le diverse operazioni di mercato con il Milan.

In primis per definire gli ultimi dettagli dell’operazione Kessie-Milan, ormai futuro centrocampista rossonero. Poi per parlare della situazione di Gian Filippo Felicioli. Terzino classe ’97 di proprietà del Milan ma nell’ultimo anno ad Ascoli. Il Milan sta trattando la sua cessione con l’Atalanta in un affare simil Petagna. Felicioli andrebbe a Bergamo a titolo definitivo con una percentuale di futura rivendita o ricompra. Infine anche colloqui per Andrea Conti e il Papu Gomez, profili sui quale il Milan rimane vigile.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan, Conti e Modric apprezzano la nuova maglia: i tifosi sognano

L’atalantino e il croato hanno messo “mi piace” rispettivamente alle foto di Lapadula e Pasalic: un indizio per il calciomercato?

Nella giornata di ieri il Milan ha ufficializzato la nuova prima maglia rossonera per la stagione 2017/18 che esordirà domani contro il Bologna a San Siro. Non sono mancati gli apprezzamenti da parte di alcuni giocatori del Milan tanto da pubblicare la nuova divisa su i social network.

Ma a far sognare i tifosi rossoneri ci hanno pensato Andrea Conti e Luka Modric. Il giocatore dell’Atalanta e quello del Real Madrid hanno messo “mi piace” rispettivamente alle foto di Gianluca Lapadula e Mario Pasalic. Il calciomercato si avvicina e la mossa dei due potrebbe alimentare le voci di un loro futuro con la maglia rossonera. Un indizio che non fa una prova ma nel calcio si sà, mai dire mai.

Fonte: Corriere dello Sport

Milan, ipotesi Vrsaljko. Chieste info per Conti

Oltre ad Aubameyang, occhi anche tra esterni di difesa ed attacco: dopo aver raggiunto pochi minuti fa la sede milanista, Giuseppe Riso potrebbe discutere con la dirigenza del Milan dei tanti giovani posseduti nel settore giovanile rossonero, allargando poi inevitabilmente il discorso anche alla pista che porta a Papu Gomez. Non da escludere anche l’ipotesi Vrsaljko, attualmente all’Atlético Madrid, per la corsia difensiva di destra: ruolo in cui il Milan interverrà in attesa del pieno recupero di Ignazio Abate, infortunatosi all’occhio nella gara contro il Sassuolo e destinato a saltare l’ultima parte della stagione, chiedendo anche informazioni all’Atalanta per Andrea Conti nella discussione dell’affare Kessie.

Per una rosa destinata a cambiare in maniera importante, al termine di una stagione che, per il Milan, dovrà necessariamente veder centrato l’obiettivo Europa League. Per una competizione da disputare con ben altro volto e tanti rinforzi in più a partire dalla prossima stagione.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Conti: “Inter, Milan, Roma, Juve o Napoli: sarebbe un onore”

L’esterno dell’Atalanta, Andrea Conti, ha parlato delle voci di mercato che lo riguardano:

“L’Inter sarebbe certamente una bella opportunità, ma vedremo. Stessa cosa se chiamassero Milan, Roma, Juve o Napoli, per me sarebbe un onore essere preso in considerazione da una grande squadra. È normale che si parli di mercato, fa parte del gioco. Ma ora penso alle prossime due gare di campionato, non so quali squadre siano interessate a me e non voglio saperlo fino a quando sarà finita la stagione. Penso all’Atalanta, poi penserò all’Europeo Under 21 e poi si parlerà di mercato”.

Percassi: “Gomez, Conti e Kessié via per offerte irrinunciabili”

Antonio Percassi, presidente dell’Atalanta, ha parlato delle situazioni di mercato relative ai gioielli orobici:

“Noi non vogliamo far partire il Papu nemmeno con un’offerta irrinunciabile, ma se arrivasse toccherà a lui decidere cosa fare. Stesso discorso per Conti. Noi non svendiamo nessuno, ma se per necessità dovessimo cedere qualcuno lo faremo alle nostre condizioni e cifre.

Kessié al Milan può essere uno dei titoli estivi, ma c’è anche la Roma ed è molto ambito. Per ora e nostro poi a fine stagione decideremo cosa fare, ma di sicuro non lo svendiamo. Chi sarà disposto a pagarlo di più, potrà prenderlo”.

L’Atalanta va in Europa e fa i Conti con la storia. Il Milan si salva e ci crede

Segna il bomber terzino, risponde Deulofeu. Dea in Europa League: ritorno dopo 26 anni

Adesso l’Atalanta può festeggiare e stappare anche lo champagne a dispetto del golletto subito sui titoli di coda. Se lo merita ampiamente. Dopo 26 anni è in Europa league dopo una cavalcata spettacolare. Adesso anche il Milan può sentirsi in salvo dopo aver rischiato l’osso del collo. Perché il pareggio conquistato sulla sirena grazie a una deviazione di Masiello su un tiretto nemmeno esaltante di Deulofeu forse partito in posizione di fuorigioco, è un punto che vale oro e argento. Consente di tenere a debita distanza la Fiorentina salita a 59 punti e di pararsi dall’eventuale successo dell’Inter oggi a San Siro. Forse ha ragione Antonio Cassano con quel giudizio nudo e crudo pronunciato nei giorni scorsi alle telecamere di Tiki taka news. «Il Milan ha giocatori scappati di casa, ai miei tempi non potevano neanche entrare a Milanello» la sua stroncatura. Sarà anche così ma questo è lo stesso gruppo che fino a dicembre si è avvicinato al terzo posto e ha conquistato la supercoppa d’Italia al cospetto della Juve razza padrona del calcio italiano. E allora c’è una spiegazione da dare a tanta differenza di rendimento. E deve darla innanzitutto Montella che pure è l’artefice di un ottimo lavoro. Il punticino di ieri è mezza assicurazione per arrivare ancora al traguardo. Ma devono piegare la resistenza di Bologna e Cagliari. E con questi chiari di luna non è così scontato.

Le ultime parole famose pronunciate da Vincenzo Montella venerdì mattina, non un secolo fa. Eccole: «Sarei un pazzo se dopo mesi modificassi il sistema di gioco». E invece il Milan si presenta a Bergamo, in una delle ultime tre sfide che possono decidere il sesto posto utile per l’Europa league, con uno schieramento inedito. È vero, non ha terzini a disposizione, è vero non ha Paletta squalificato, è vero tutto ma il disegno tattico di ieri sera è l’ennesima conferma di alcune scelte che tradiscono insicurezza dell’allenatore prima che della squadra con le gomme sgonfie e senza più quella spensieratezza mostrata e apprezzata nel girone d’andata. Nel 3-5-2 varato ieri sera ci sono molti, troppi, fuori posizione e in un ruolo mai ricoperto come si capisce dai tormenti di Kucka sul binario di destra, o di Suso interno di centrocampo, come si capisce da Gustavo Gomez terzo di destra in difesa alle prese con Papu Gomez che gli fa vedere i sorci verdi partendo largo. Si batte Lapadula, mette ordine Montolivo, para come al solito Donnarumma ma sono lampi di Milan prima del cedimento. L’Atalanta non sembra nella serata più ispirata e pure, senza spingere al massimo il motore, riesce a guadagnare prima dell’intervallo il golletto di vantaggio, già sfiorato qualche secondo prima con il Papu lanciato solo al cospetto di Donnarumma, pronto a respingere la stoccata. Appena s’infila Spinazzola a sinistra alle spalle dello spaesato Kucka, il portiere bambino non trattiene il tiro-cross e Conti brucia sul tempo Zapata.

I limiti tecnici e non solo del Milan emergono specie nella ripresa quando deve risalire la china. Neanche l’arrivo di Bacca (fa davvero poco per dare torto al suo tecnico) può contribuire a migliorare la resa che è disarmante: in un paio di occasioni Pasalic e Lapadula non danno il meglio in zona tiro e sono le rare espressioni offensive dei rossoneri durante la seconda frazione. Mentre il solito Donnarumma deve fare il fenomeno su Kessiè per evitarsi un castigo più pesante.

A proposito di Kessiè: senza grande fatica pialla Pasalic fisicamente e con tecnica, è un buon rinforzo per il prossimo anno anche se strapagato (28 milioni). All’ultimo assalto arriva l’uno a uno che è un dono del destino per il Milan dei cinesi (3 punti in cinque partite, ultimo successo il 9 aprile col Palermo).

Fonte: di Franco Ordine per “il Giornale

Il padre di Andrea Conti svela: “Il Milan l’aveva preso, poi…”

Andrea Conti, un milanista mancato. Il laterale dell’Atalanta, una delle tante rivelazioni della Dea di Gasperini, prima di sposare la causa bergamasca è stato a un passo dal vestirsi di rossonero, quando ancora era un ragazzino:

“Il Milan l’aveva preso. Mi chiamò Paolo Bertani (ex selezionatore ed allenatore delle giovanili del Milan), lo voleva a tutti i costi e l’avrebbe aggregato ai ‘93. Tuttavia Andrea preferì rifiutare perché non gli piaceva dove si allenavano, a Linate. Successivamente – ha raccontato al sito di Gianluca Di Marzio – mi chiamò anche l’Inter ma io avevo già deciso…. L’Atalanta? Vennero a visionarlo Paolo Rota e il ‘maestro’ Bonifacio. Proprio lui mi telefonò convocandomi a Bergamo per farmi capire come volessero Andrea a tutti i costi. Diedi la mia parola, si trattava del miglior vivaio d’Italia. Non so se sarebbe arrivato se fosse andato al Milan o all’Inter perché ogni anno ne cambiavano sei o sette. Pensate invece che l’Atalanta fin da piccoli voleva vedere addirittura le pagelle: Paolo Rota andava a scuola ogni due o tre mesi ad incontrare le maestre. Volevano far sì che i ragazzi fossero prima uomini e poi giocatori“.

Mirabelli

Milan, Mirabelli a Bergamo per visionare Conti e Masina

Ma il sogno del ds rossonero resta il Papu Gomez

Continuano le missioni di Massimiliano Mirabelli in giro per gli stadi d’Italia. Ieri pomeriggio, il responsabile dell’area tecnica e ds del Milan, si è gustato dal vivo lo scoppiettante Atalanta-Bologna dove, insieme a Nicola Caccia (assistente tecnico di Vincenzo Montella), ha tenuto sotto stretta osservazione la prova dei terzini Andrea Conti (autore del gol dell’1-0 atalantino) e Adam Masina, che aveva già seguito ai tempi dell’Inter. Il reparto dei terzini, dunque, sotto la lente d’ingrandimento di Mirabelli e dello stesso Montella e non è da escludere che, proprio in quel reparto specifico, avvengano diversi movimenti nel corso del mercato estivo.

CAPITOLO ESTERNI – Ma Mirabelli non ha potuto non notare anche la grande prova del Papu Gomez. Il capitano dell’Atalanta ha fornito l’assist per l’1-0 di Conti e avviato l’azione del raddoppio di Freuler, oltre ad aver finito la partita da prima punta. Un giocatore che Montella ha contribuito a far esplodere ai tempi di Catania e che non gli dispiacerebbe ritrovare a Milanello, visto che lo aveva già richiesto la scorsa estate.

Fonte: Tuttosport