Taggato: Barcellona

Rafinha ha detto sì al Milan

Un sondaggio, un sì che non ha tardato ad arrivare. E’ la storia di questi ultimi giorni tra l’interesse del Milan per Rafinha e la risposta dello stesso giocatore alla destinazione rossonera. La mezzala del Barcellona, infatti, ha detto sì al Milan perché gradisce i rossoneri ed il loro progetto. Adesso però non resterà che vedere se il Milan affonderà il colpo con il Barça nei prossimi giorni, oppure no. Intanto incassa comunque il gradimento del giocatore.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan, sondaggio per Rafinha

E’ di oggi l’ufficialità del colpo Kalinic, ma il mercato del Milan può non essere finito qui. Il club rossonero sta cercando una mezzala, soprattutto in caso di uscita di Niang. E in tal senso, il Milan ha effettuato un primo sondaggio per Rafinha del Barcellona. Giocatore anche duttile, questo classe ’93, visto che Luis Enrique al Barça l’ha fatto giocare sia esterno d’attacco sia esterno basso ma anche mezzala. Rafinha è reduce da un infortunio (sta proseguendo il suo recupero) ma il Barcellona potrebbe darlo in prestito. Primo sondaggio fatto, adesso sarà da vedere se nei prossimi giorni il Milan approfondirà questo discorso.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan-Inter, occhi su Rafinha

Il Milan guarda anche in Catalogna per puntellare il centrocampo. I rossoneri, infatti, osservano con attenzione il brasiliano Rafinha: per il talentuoso calciatore del Barça – riporta il Mundo Deportivo – potrebbe profilarsi un derby di mercato con l’Inter, anch’essa sul calciatore, oltre che uno scontro di mercato con alcune big della Premier come Liverpool, Arsenal e Tottenham. Classe ’93, Rafinha ha una clausola rescissoria da 75 milioni di euro.

Milan, voci spagnole su Rakitic

Interessante rumors di mercato in arrivo dalla Spagna. Dopo Bonucci, Biglia e tutti gli altri colpi di questa estate, il Milan vorrebbe chiudere un altro acquisto a cinque stelle: il centrocampista del Barça e della Croazia Ivan Rakitic. I rossoneri – riporta Don Balon – potrebbero sfruttare la non incedibilità dell’ex Siviglia, che uscendo farebbe spazio in Catalogna all’arrivo di Verratti.

Deulofeu spegne il Milan: “Voglio giocarmi le mie carte al Barcellona”

Dopo la recompra del Barça, è arrivata anche la conferma direttamente da Deulofeu. Il capitano dell’Under 21 spagnola, nella prossima stagione, vestirà la maglia blaugrana:

Ho parlato con Donnarumma, Calabria e Locatelli prima della partita con l’Italia. Sono grandi ragazzi, abbiamo fatto una grande stagione insieme. Abbiamo parlato del futuro – riporta Gianluca Di Marzio -, ma sono cose nostre. Il mio? Sono tornato al Barcellona e voglio giocarmi le mie carte lì con i più grandi”.

Deulofeu, il ritorno al Barça può essere momentaneo

Un ritorno in blaugrana, quello di Deulofeu, che potrebbe tuttavia essere solamente temporaneo (il Barça ha esercitato il diritto di recompra, ndr): settimana prossima, infatti, ci sarà un incontro tra gli agenti del calciatore e il Barça per decidere quale possa essere il suo futuro. Con il giocatore che, irremovibile, resta tuttavia fermo sulla posizione di voler giocare il più possibile per essere convocato per il prossimo mondiale di Russia 2018.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Ufficiale: il Barcellona esercita il diritto di recompra per Deulofeu

La notizia è ufficiale: il Barcellona ha esercitato il proprio diritto di recompra sul cartellino di Gerard Deulofeu. Ad annunciarlo è stato il club catalano tramite i propri profili social ufficiali. Di seguito il comunicato del Barça:

“L’FC Barcellona ha esercitato il proprio diritto di recompra sul giocatore Gerard Deulofeu. Nei prossimi giorni saranno effettive le condizioni necessarie per completare l’operazione sia con l’Everton sia con il calciatore. Il contratto in essere di Deulofeu con l’FC Barcellona è valido sino al 30 giugno 2019”.

Deulofeu è un tormentone: il Barça lo rivuole, ma lui chiede spazio

Quello di Gerard Deulofeu si appresta a diventare uno dei tanti tormentoni del mercato estivo. Il 23enne attaccante spagnolo, infatti, già in prestito al Milan nella seconda metà della stagione passata, è nelle mire del Barcellona, che ha tempo fino a venerdì per esercitare il diritto di riacquisto presso l’Everton, società a cui due anni fa lo cedette per 6 milioni di euro. Per riaverlo, ora dovrà spendere esattamente il doppio, ma la quotazione di Deulofeu è già molto più di 12 milioni.

Dopodiché, diventeranno determinanti la volontà del giocatore e gli interessi dei club che volessero mettere le mani su di lui (radiomercato ha già parlato di Roma e Milan). Mentre il Barcellona dovrà scegliere fra l’avere una riserva d’alta qualità al trio Messi-Neymar-Suarez o realizzare una buona plusvalenza. Deulofeu ha bisogno di giocare con continuità, se vuole sperare in un posto nella Nazionale che andrà al Mondiale. E lo avrebbe già chiarito, rivela il quotidiano “Mundo Deportivo”, attraverso il suo entourage.

Fonte: ANSA.it

Barcellona pronto a “recomprare” Deulofeu

Il Barcellona eserciterà la clausola di riacquisto di Gerard Deulofeu, attaccante spagnolo dell’Everton che, nello scorso mercato invernale, era approdato in prestito al Milan. Lo rivela il quotidiano iberico “Sport”, precisando che il club blaugrana verserà 12 milioni di euro nelle casse della società inglese, che nel 2015 se lo assicurò esattamente per la metà.

Il diritto a far valere la “clausula de recompra” scadrà venerdì e, secondo lo stesso accordo, il Barcellona non potrà riprendersi il giocatore per poi rivenderlo: ovvero, Deulofeu avrà il potere di opporsi all’eventuale volontà del club di rimetterlo sul mercato. In tal caso, per il 23enne attualmente impegnato all’Europeo Under 21 (stasera affronterà l’Italia), si prospetta una dura battaglia per un posto da titolare in un reparto che vanta nomi del calibro di Messi, Neymar e Suarez.

Una situazione che Deulofeu ben conosce: cresciuto nella cantera blaugrana, approdò in prima squadra nel 2011 ma vi rimase solo due stagioni senza trovare spazio.

Fonte: ANSA.it

Gerard Deulofeu ai tempi del Milan

Barça, scatto verso la recompra di Deulofeu. Ma il Milan spera ancora

Il Barcellona sembra essersi deciso: eserciterà il diritto di recompra da 12 milioni di euro sul cartellino di Deulofeu – scrive il Mundo Deportivo – valido sino al 30 giugno, riportando il ragazzo in blaugrana dopo le esperienze in Premier League e al Milan. Con buona pace dello stesso Geri, che avrebbe voluto restare in rossonero dopo la parentesi degli ultimi sei mesi.

La comunicazione del riscatto del Barça ha sorpreso l’agente di Deulofeu: la speranza – prosegue il quotidiano catalano – era che i blaugrana desistessero, in modo tale che il giocatore tornasse all’Everton e poi venisse messo subito sul mercato in direzione Milan. La dirigenza culé, invece, non ha perso tempo e metterà a disposizione di Valverde il capitano della Nazionale spagnola Under 21: un’eventuale cessione sarà discussa in un secondo momento.

Per il Milan, però, non è ancora finita. Perché il Barcellona potrebbe decidere di metterlo sul mercato per realizzare una copiosa plusvalenza, ma soprattutto perché nel contratto di Deulofeu con l’Everton ci sarebbe una clausola che gli permetterebbe di porre il veto sulla recompra del Barça: se così fosse, e se Geri non volesse rientrare in blaugrana, potrebbe rifiutare il trasferimento, rientrare brevemente a Liverpool e poi tornare al Milan a titolo definitivo. 

Deulofeu non vuole il Barça, spinge per il Milan

Deulofeu non cambia idea: niente Barcellona, vuole restare al Milan. I catalani hanno tempo sino al 30 giugno per esercitare dall’Everton il diritto di recompra, ma il giocatore non ne vuole sapere: Geri – scrive La Gazzetta dello Sport – vuole essere relativamente sicuro di trovare spazio, anche perché la prossima sarà la stagione prima dei Mondiali. E al Barça sarebbe destinato a fare molta panchina.

Deulofeu, più vicina la permanenza al Milan

Geri Deulofeu si riavvicina al Milan. Il Barcellona non vuole esercitare il diritto di recompra – scrive stamane il Corriere dello Sport – e il giocatore ha manifestato il desiderio di restare in rossonero. E Keita, primo obiettivo di Mirabelli per le fasce, è sempre più lontano. La cessione di uno tra Lapadula e Niang, magari proprio all’Everton, potrebbe favorire la permanenza a Milano di Deu.

 

Gerard Deulofeu ai tempi del Milan

Deulofeu, messaggi al Milan: vuole restare

Ha già annunciato una sorta di addio al Milan nell’ultima giornata di campionato, ma Deulofeu spera in cuor proprio di restare in rossonero. Lo spagnolo – riporta La Gazzetta dello Sport – non vuole essere riacquistato dal Barcellona né tanto meno tornare all’Everton: Geri avrebbe già informato la dirigenza meneghina sulla volontà di continuare a vestire la maglia del Milan.

Barcellona, tempo sino al 30 giugno per riscattare Deulofeu

Diritto di recompra sino al 30 giugno sul cartellino di Gerard Deulofeu. Il Barcellona – scrive il Mundo Deportivo – dovrà decidere entro fine mese se puntare o no sul numero 7 del Milan, che comunque dovrebbe prima accettare la destinazione: Geri vuole rassicurazioni sullo spazio che avrebbe in blaugrana, soprattutto in ottica Mondiale.

Il Milan rinuncia a Deulofeu

Il Milan rinuncia a Gerard Deulofeu. Il Diavolo – scrive stamane La Gazzetta dello Sport – non si muoverà per cercare di trattenere lo spagnolo, in prestito dall’Everton, ma sul cui cartellino è il Barcellona ad avere il diritto di recompra per 12 milioni di euro. Sicuro assente a Cagliari per un problema fisico, salvo ripensamenti sarà stata Milan-Bologna l’ultima partita rossonera di Deulofeu.

Milan, primi sondaggi per Aleix Vidal

Nome nuovo per la corsia destra. Il Milan ha avviato i primi sondaggi per Aleix Vidal, esterno in forza al Barcellona: capace di giocare sia da terzino sia da ala, lo spagnolo potrebbe essere il jolly di Montella per la corsia, utilizzabile “alto” e “basso” nel 4-3-3 che ha in mente l’Aeroplanino per la prossima stagione.

Utilizzato poco da Luis Enrique, Vidal può partire dal Barça per una cifra relativamente bassa, anche se sarà a disposizione solo da fine luglio: l’ex Siviglia – riferisce Sky Sport – sta recuperando dalla rottura della caviglia dello scorso febbraio. Per l’out destro piace anche l’atalantino Andrea Conti.

 

Barcellona, dubbi su Deulofeu: non è più sicuro di riscattarlo

Marcia indietro del Barcellona su Gerard Deulofeu. Se fino a un mese fa sembrava scontato il riscatto dei blaugrana (detengono il diritto di recompra dall’Everton per 12 milioni di euro) oggi tutto è molto meno chiaro: il Barça – scrive il quotidiano catalano Sport non sarebbe più convinto di riportare a casa Deulofeu, soprattutto per la volontà del giocatore di non tornare tra le fila culé.

 

Milan, Deulofeu obiettivo primario del Marsiglia

C’è un ostacolo in più tra Deulofeu e il Milan. Oltre al Barcellona, che detiene il diritto di recompra sul cartellino per 12 milioni di euro, sullo spagnolo c’è un forte interesse anche del Marsiglia: l’OM e in particolare il d.s. Zubizarreta – scrive le10sport – considerano Deu una delle priorità in vista della prossima sessione di mercato.

Deulofeu, l’incontro col Barça e il piano del Milan. E spunta un altro problema

Trattenere Gerard Deulofeu al Milan. Una priorità della nuova gestione rossonera, questo è diventata la permanenza dell’ala spagnola pescata da Galliani e Maiorino a gennaio scorso, convincente al punto da conquistare ‘vecchio’ e nuovo Milan. Deulo ha personalità, dribbling, colpi da gioiello vero, è un classe ’94 e trattenerlo anche per il prossimo anno significherebbe dare un segnale importante di forza sul mercato. Da qui il tentativo che stanno imbastendo Mirabelli e Fassone, consapevoli di come il Barcellona sia pronto a riscattarlo dall’Everton per 12 milioni.

INCONTRO BLAUGRANA – Nei prossimi giorni, è già fissato in agenda un incontro tra chi gestisce il futuro di Deulofeu e la dirigenza del Barça, rappresentata da Robert Fernandez, direttore dell’area tecnica. Un appuntamento in cui il ragazzo farà presente la propria volontà in modo netto: giocare, essere protagonista, non una figurina in rosa, eventualità che gli farebbe perdere il Mondiale con la Spagna di Lopetegui che lo ha recentemente convocato. Altrimenti, resterebbe volentieri ancora al Milan dove c’è un progetto pronto per lui; e proprio su questa volontà del giocatore si basa il piano e la fiducia rossonera, la convinzione di poterlo tenere ancora. Per vederlo crescere ed esplodere definitivamente nell’ambiente dove è decollato all’improvviso dopo le panchine inglesi. Insomma, sarà un contatto importante se non determinante.

OCCHIO ALLE OFFERTE – Dalla Catalogna però filtra un altro ostacolo da superare per il Milan. Ovvero, l’ipotesi che il Barça possa riacquistare Deulofeu per 12 milioni e nuovamente rivenderlo a una cifra superiore, attorno ai 20 milioni. A quel punto si scatenerebbe un’asta dove la volontà di Gerard avrebbe un gran peso, chiaro; ma anche i mezzi economici dei club in corsa. Occhio all’Olympique Marsiglia del ds Zubizarreta, uno che conosce molto bene Deulofeu dai tempi catalani e pronto a fare follie per corteggiarlo. Il Milan si sente forte, sa che tanto dipenderà dalle promesse del Barça a Deulo. Altrimenti, il giocatore spingerà per rimanere rossonero. Di certo, l’accesso all’Europa aiuterebbe a sperare e aumenterebbe le chances. Per questi motivi, i prossimi 20 giorni diventeranno semplicemente determinanti. Con una speranza ancora viva per Deulofeu.

Fonte: calciomercato.com

Milan, Deulofeu può restare ancora in prestito

Spunta l’ipotesi del prestito bis per Deulofeu. L’esterno spagnolo, arrivato al Milan a titolo temporaneo, dovrebbe essere riscattato dal Barcellona per 12 milioni di euro, ma poi potrebbe subito tornare in rossonero in prestito: non è escluso – riporta la Repubblica – che per Gerard possa esserci anche questa opzione.

Deulofeu verso il Barcellona

Il Barcellona vorrebbe esercitare il diritto di recompra per riscattare lo spagnolo Deulofeu dall’Everton per 12 milioni, così riporta la Gazzetta dello Sport. In caso poi l’esterno rossonero venisse rimesso sul mercato, il suo prezzo partirebbe dai 18-20 milioni di euro.

L'ex allenatore del Milan Arrigo Sacchi

Sacchi: “Juve, fai un calcio di 30 anni fa: dovresti giocare diversamente”

Una grande Juventus ha battuto il Barcellona nella doppia sfida dei quarti di finale, staccando il pass per la semifinale, ma Arrigo Sacchi non è rimasto particolarmente soddisfatto dalla prestazione dei bianconeri. L’ex allenatore del Milan ha parlato così della squadra di Allegri:

“Ho visto la partita tra Real e Bayern, la squadra di Ancelotti giocava su un campo difficilissimo eppure ha affrontato la gara a viso aperto, cercando di imporre la propria manovra. E’ stato un incontro bellissimo. Stavolta – ha dichiarato Sacchi a Premium Sportho visto una squadra, la Juve, che ha adottato una tattica difensiva, praticando il calcio del passato, di trent’anni fa. Non avevo dubbi, sapevo che non ci sarebbe stata alcuna rimonta da parte del Barcellona, ma forse sopravvaluto la Juve e credo che debba giocare in un altro modo. Per giocare così, sempre, occorre una straordinaria costanza e ci vuole un’attenzione incredibile. Non è facile ed è faticosissimo, lo so bene. Ma i bianconeri sono fortissimi, hanno un bravo allenatore, mi aspetto qualcosa di diverso. Hanno giocato all’ottanta o novanta per cento in difesa e solo al dieci per cento in attacco”.

Fernandez (d.s. Barça): “Deulofeu? Valuteremo, l’importante è che sia sereno”

Il d.s. del Barcellona, Robert Fernandez, ha parlato del possibile ritorno in blaugrana di Deulofeu:

Deu tornerà al Barça? Possiamo esercitare l’opzione per riprenderlo e valuteremo con grande attenzione a fine stagione questa cosa. Sta facendo benissimo – ha dichiarato a Premium Sport – ma per noi la cosa più importante è che continui a farlo con la massima serenità“.

Barcellona? Deulofeu preferisce il Mondiale

Lo spagnolo può avvalersi della clausola che gli permette di opporsi alla “recompra”: al Milan ha più chance di andare in Russia

Il futuro di Gerard Deulofeu è al centro delle cronache di mercato del Milan e non solo. Secondo quanto emerge dalla Spagna, il Barcellona è pronto a riscattare il giocatore dall’Everton per 12 milioni di euro, esercitando così la clausola di recompra. Ma c’è un ma. Pare che Deulofeu possa far saltare il trasferimento, rifiutando di firmare l’eventuale nuovo contratto col club che lo ha cresciuto e lanciato nel calcio che conta. La situazione sarà decisamente più delineata dopo il Clasico della prossima settimana, quando a Barcellona si terrà l’incontro tra la dirigenza catalana e gli agenti del giocatore, che è tornato ad alti livelli dopo il suo passaggio in rossonero. Non è un caso, infatti, che Ariedo Braida fosse in tribuna sabato scorso per assistere a Inter-Milan, partita nella quale Deulofeu ha fatto vedere, ancora una volta, quello che sa fare con il pallone tra i piedi.

GARANZIE E VOLONTÀ – Da quello che traspare dagli ambienti vicini al giocatore, ci sarebbe la sua volontà di rimanere al Milan, visto che a Milano si è trovato bene e Montella lo considera fondamentale per il suo sistema di gioco. Deulofeu, infatti, non vorrebbe tornare al Barcellona senza avere delle garanzie su un impiego di un certo livello all’interno dell’undici titolare, soprattutto nella stagione che porterà al Mondiale di Russia 2018. L’attaccante rossonero, dopo quasi tre anni, ha ritrovato la maglia della nazionale spagnola e non ha alcuna intenzione di mollarla. Ecco perché potrebbe spingere per una permanenza al Milan. Se, invece, Deulofeu dovesse tornare al Barça, Fassone e Mirabelli si concentrerebbero soprattutto su Keita della Lazio (piace anche Berardi del Sassuolo).

Fonte: Tuttosport

Milan, Deulofeu e Pasalic vogliono restare: tocca convincere Barça e Chelsea

Non solo Deulofeu: il Milan farà il possibile per trattenere anche Pasalic. I due giovani calciatori, entrambi in rossonero in prestito secco, dovranno fare ritorno rispettivamente al Barcellona e al Chelsea, ma i rossoneri si attiveranno presto per provare a mantenerli nella rosa: il d.s. Mirabelli – riferisce Gianluca Di Marzio – punterà sulla loro volontà di rimanere a Milano. Ma, evidentemente, sarà necessario convincere i club proprietari dei cartellini.

Deulofeu, incontro agenti-Barcellona dopo il Clasico

Deulofeu-Barcellona bis? Sì, ma solo a certe condizioni. Il ritorno di Geri in Catalogna dopo il prestito al Milan non è ancora scontato, nonostante il diritto di recompra dei blaugrana per il suo cartellino a soli 12 milioni di euro e la volontà della dirigenza culé di riportarlo alla casa madre: sarà determinante il parere del giocatore, che può porre il veto sull’esercizio della clausola e decidere di andare altrove (qui i dettagli).

A scegliere, dunque, sarà Deulofeu. Al Milan si sta trovando benissimo, coccolato a Milanello ed esaltato in campo dagli schemi di Montella, ma il richiamo del Barça è forte: Deu sembra voglia tornare. Ma solo se ottenesse un posto di rilievo nel nuovo progetto tecnico – con Messi-Suarez-Neymar sarebbe una riserva fissa – e l’assicurazione di non essere utilizzato come pedina di scambio. Settimana prossima, dopo il Clasico, ci sarà un incontro tra il Barcellona e gli agenti.