Taggato: Cassano

Cassano: “Bonucci? Forte grazie a Barzagli e Chiellini, è grave l’addio di Dani Alves”

L’ex calciatore del Milan, Antonio Cassano, ha rilasciato un’intervista sulle colonne de La Gazzetta dello Sport. Di seguito gli stralci in cui ha parlato di temi di attualità rossonera.

Su Bonucci: “È diventato forte grazie a Barzagli e Chiellini. Piuttosto è grave la partenza di Dani Alves. Ha detto che lo spogliatoio Juve era triste, evidentemente non mi sbagliavo quando dissi che alla Juve erano dei soldatini”.

Sul nuovo Milan: “Montella è bravo e il Milan ha speso tanto ma San Siro non è per tutti”.

Cassano: “Lascio il calcio”. E litiga con la moglie su Twitter

“Al contrario di quanto apparso sui profili social ufficiali di mia moglie, vorrei precisare: Carolina ha sbagliato, dopo averci pensato e riflettuto alla fine ho deciso: Antonio Cassano non giocherà più a calcio”. Non c’è fine alle ‘cassanate’ e l’addio, prima solo al Verona e ora anche al calcio, diventa motivo di ‘lite’ in famiglia: il fantasista interviene ancora, stavolta sul profilo twitter della moglie, Carolina Marcialis: “Per un uomo di 35 anni sono le motivazioni a dettare la vita”.

La storia tra Antonio Cassano e il Verona stavolta sembra proprio essere finita. A certificarlo sono le parole all’Ansa dal presidente scaligero, Maurizio Setti: “Questo ragazzo non ce la fa di testa, anche se fisicamente e atleticamente sta molto bene. Professionalmente non gli si può rimproverare nulla, evidentemente non riesce a rimanere sereno e lucido in un gruppo e vuole restare a casa. C’è un up e un down, parla e poi sta muto: peccato, perché dal punto di vista professionale stava facendo tutto per bene”. Cassano aveva lasciato il ritiro del Verona dopo la partita amichevole con il Trapani, in accordo con lo staff della società scaligera ed era tornato a Genova già sabato sera. Il giocatore sarebbe apparso stanco. Da sabato non ci sarebbero stati più contatti con la società.

Fonte: ANSA.it

Cassano ci ripensa ancora: risolve il contratto col Verona

Stavolta è fatta: Antonio Cassano lascia l’Hellas Verona. Dopo l’incredibile spiffero di sei giorni fa circa un addio sia agli scaligeri sia al calcio giocato (e un altrettanto clamoroso ripensamento nel giro di poche ore), Fantantonio – riferisce Gianluca Di Marzio – ha preso la decisione definitiva di risolvere il proprio contratto coi gialloblu.

Dietrofront: Cassano non lascia Verona (e il calcio)

La notizia era arrivata come un fulmine a ciel sereno poche ore fa: Antonio Cassano abbandona il calcio giocato. E invece no. Fantantonio ha spiazzato di nuovo tutti con una conferenza in cui chiarisce – ai microfoni di Premium Sport – i motivi di questo clamoroso dietrofront: “Ho avuto un momento di debolezza, volevo staccare un attimo, io ragiono sempre con la pancia ma voglio continuare con questa sfida e sono convinto al 100% che la vincerò. Lasciare il calcio sarebbe stata una cazzata, la più grossa tra tutte quelle che ho fatto”.

Si parlava di nostalgia per la famiglia lasciata a Genova, e anche su questo punto el pibe de Bari ha voluto precisare: “Mi mancava la famiglia, niente questioni fisiche: sono stato tanti mesi a casa con loro, non vivevo più la quotidianità del calcio ed è stato difficile riabituarmi. Ringrazio la mia famiglia e la società per il supporto, mi hanno fatto ragionare”.

Un pensiero infine per tifosi scaligeri, che per qualche ora si erano ormai rassegnati a  non vedere mai il nuovo acquisto in maglia gialloblu: “Chiedo scusa ai tifosi se si sono sentiti offesi: farò una grande stagione, sono sicuro. Ora l’ultimo miracolo della mia carriera, la salvezza con il Verona: lo devo ai tifosi che mi hanno dato tanto supporto”.

Clamoroso: Cassano lascia il Verona e si ritira!

Incredibile a Verona: Antonio Cassano si ritira dal calcio giocato. Dopo appena otto giorni dalla firma con l’Hellas, il talento di Bari vecchia fa un clamoroso passo indietro, decidendo di lasciare i gialloblu e di appendere gli scarpini al chiodo: il motivo – riporta l’edizione online de La Gazzetta dello Sport – sarebbe l’eccessiva nostalgia di casa.

Cassano: “Montella merita 10, il Milan è una squadra di scappati di casa”

Antonio Cassano, ex calciatore del Milan, ha parlato di attualità rossonera e dell’altro ex milanista Balotelli:

Il Milan di quest’anno? Montella è da dieci, sta facendo un lavoro eccezionale con una squadra di scappati di casa, ai miei tempi non sarebbero entrati nemmeno nemmeno a Milanello. Ora sono sesti in classifica e hanno pure vinto una Supercoppa italiana. Lo staff medico mi aiutò tanto quando ho visto la morte con gli occhi, da quel momento sono cambiato, poi nacque anche mio figlio.

Balotelli dice che gli amici nel calcio non esistono? Se lui si è offeso è un problema suo – ha dichiarato Cassano a Tiki Taka – io dico quello che penso. Resta un grande giocatore, oltre che un bravo ragazzo”.