Categoria: Calciomercato

Jankto, osservato speciale dell’Udinese con vista sul mercato

Fondamentale per riprendere quota dopo il tonfo di Roma, Milan-Udinese sarà importante anche per osservare da vicino un obiettivo di mercato. Tra le fila friulane, infatti, milita Jakub Jankto, centrocampista della Nazionale ceca molto apprezzato dalle parti di via Aldo Rossi e non solo: i rossoneri hanno provato ad agosto il colpo last minute, ma senza riuscirci. Seguito anche da Juve e Arsenal, Jankto però difficilmente lascerà Udine a gennaio: Pozzo – scrive La Gazzetta dello Sport – non ha mai venduto i propri gioielli a stagione in corso.

Ufficiale: Sosa è del Trabzonspor

Ora è arrivata anche l’ufficialità: José Sosa è un nuovo calciatore del Trabzonspor. Il Principito si è trasferito a titolo definitivo nel club di Trebisonda, firmando un contratto di durata triennale. Ad annunciarlo sono stati i turchi stessi tramite i propri profili social ufficiali. Per Sosa si tratta di un ritorno nella Super Lig, avendo militato in passato nelle fila del Besiktas.

Sosa-Trabzonspor, è fatta: nelle casse del Milan 6 milioni

Definita una cessione (quasi) fuori tempo massimo per il Milan, una settimana dopo la chiusura del mercato italiano. José Sosa ha deciso di accettare l’offerta del Trabzonspor e di svestire il rossonero dopo appena una stagione: decisiva la ricchissima offerta contrattuale dei turchi e il rialzo degli ultimi giorni, che arriverà a fare guadagnare al Principito la bellezza di 15 milioni bonus compresi in tre anni. Nelle casse del Diavolo, invece, finiranno 6 milioni. Accordi fatti – conferma Sky Sport – con Sosa che torna nella Super Lig.

Milanello, assente Sosa: è sempre più verso il Trabzonspor

Giornata di allenamento, quest’oggi per il Milan. Stamane la formazione di Montella si è ritrovata a Milanello, nel mirino c’è la sfida di domenica pomeriggio contro la Lazio. La notizia però è l’assenza di Sosa: il giocatore non ha preso parte alla seduta, sta trattando l’accordo con il Trabzonspor. Dopo l’ultimo rilancio della società turca – triennale da 5 milioni di euro a stagione – il calciatore sembra propenso a dire sì.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Sorpresa Sosa: ora è orientato al “sì” al Trabzonspor

Non è ancora finita per il ritorno in Turchia di José Sosa. Nonostante il rifiuto del giocatore al rilancio del Trabzonspor e l’annuncio della volontà di restare al Milan sino a fine contratto, le carte in tavola sono cambiate: il club di Kucka – riferisce Sky Sport – ha rilanciato ulteriormente per avere il Principito, andando oltre i 5 milioni netti all’anno per tre stagioni. E Sosa, dopo il rifiuto di qualche giorno fa, è ora orientato verso il “sì”: si tratterebbe di un bis nella Super Lig, avendo giocato nel Besiktas. C’è tempo sino all’8 settembre per chiudere la trattativa.

Milan, nuovo sondaggio per Reina: è in scadenza nel 2018

Già cercato in estate nei giorni del “no” di Donnarumma al rinnovo, Pepe Reina è rimasto nel mirino del Milan: i rossoneri – riporta La Gazzetta dello Sport – hanno effettuato un nuovo sondaggio per il portiere spagnolo, in scadenza di contratto con il Napoli il prossimo mese di giugno.

Il Milan terrebbe volentieri Gigio, ma la clausola rescissoria presente nel suo contratto obbliga a tenere sempre gli occhi aperti sulle alternative. Su Reina è fortissimo anche il PSG: i parigini, che già lo avrebbero preso ad agosto, sono disposti a offrire un contratto da 4 milioni a stagione.

Niang: “Grazie Milan, sarai sempre nel mio cuore. Mi spiace sia finita così”

M’Baye Niang ha scritto un lungo post di commiato al Milan tramite il proprio profilo Instagram:

“Ero un bambino, quando 5 anni fa arrivavo a Milano per la prima volta. Essere un giocatore del Milan è sempre stato e sempre lo sarà ‘speciale’. Il gol in Coppa Italia contro la Reggina, la serie A, il trio delle creste, il palo di Barcellona, gli anni della Champions e quelli deludenti.

Ma oggi è arrivato il momento di staccarmi da questo meraviglioso mondo. Dal Milan. Ci sono tanti motivi, ci sarebbe tanto da dire, ma oggi voglio dirvi semplicemente GRAZIE, per quello che mi avete dato, per quanto mi avete dato. Per tutto. I tentennamenti degli ultimi giorni dipendevano dal fatto che avrei voluto scegliere io, e con calma, il mio destino. Mi dispiace sia finita così. Ma spesso il calcio ti fa diventare eroe e pochi attimi dopo la causa dei problemi. Il Milan e i milanisti avranno per sempre spazio nel mio cuore, nonostante tutto.

Ringrazio chi mi ha fatto crescere, il Milan, Milanello, compagni di squadra. Oggi inizia una nuova avventura  al Torino. Ho una voglia infinita di giocare e di indossare la maglia granata, di fare gol. Grazie al presidente Cairo, al direttore Petrachi, al mister che hanno fatto tanto per portarmi qui. Ci vediamo in campo. Ed allora… ‘ E’ ancora Toro, è sempre Toro…forza Toro’ “.

Milan, piace Duncan come vice Kessie

Questa estate sono arrivati 11 acquisti importanti, per un mercato in grande stile che possa rilanciare il Milan nelle prime posizioni della Serie A. Ma Fassone e Mirabelli, pur avendo operato molto in entrata, non hanno regalato a Montella un vice Kessie: una mezzala di passo, sostanza e chili che possa far rifiatare l’ivoriano in caso di necessità. In vista di gennaio, un profilo gradito è quello di Alfred Duncan: il ghanese – riferisce il Corriere dello Sport – è uno dei nomi al vaglio della dirigenza per puntellare la mediana.

Sosa rifiuta il Trabzonspor: resta al Milan

Mercato chiuso in Italia, ma non in Turchia. E Trabzonspor che ha provato, in questi ultimi giorni, a prendere Sosa dal Milan. Il ‘Principito’, però, ha detto ‘no’: resta in rossonero e tra poco lo comunicherà sia alla società che al club turco. Il calciatore argentino ha deciso di rimanere al Milan nonostante un contratto in scadenza nel 2018 ed un’importantissima offerta ricevuta dal Trabzonspor: ben 5 milioni l’anno per i prossimi tre anni, con 5 milioni alla firma e 10 successivamente. I rossoneri, invece, avrebbero incassato 6 milioni di euro da quest’operazione.

Ad avere la meglio, però, è stata la coerenza di Sosa. Il calciatore aveva lasciato il Besiktas l’estate scorsa per giocare al Milan e, dopo un anno, ha voluto rifare la stessa scelta rifiutato la Turchia per restare in Italia. Decisione presa, quindi: il ‘Principito’ ha deciso di restare in rossonero e di mettersi a disposizione di Montella.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Sosa verso il “no” al Trabzonspor: non è convinto

C’è ancora una settimana di tempo per concludere operazioni in uscita verso la Turchia, ma con ogni probabilità il Milan non farà movimenti in tal senso. José Sosa è tornato prepotentemente nel mirino del Trabzonspor, disposto a convincere i rossoneri con un’offerta da 6-7 milioni di euro, ma il giocatore è “freddo”: il Principito – riferisce Sky Sportnon è convinto di cedere alla corte dei turchi e dovrebbe così restare a disposizione di Montella. 

Sosa, il Trabzonspor torna alla carica: alzata l’offerta al Milan, si può chiudere

Negli ultimi minuti prima dello scadere del mercato, il Trabzonspor è tornato alla carica per José Sosa. I turchi – riferisce Sky Sport – hanno alzato l’offerta economica al Milan per il cartellino del giocatore (la richiesta è 6-7 milioni), mentre col Principito l’accordo c’è già. Una pista tornata calda proprio agli sgoccioli del mercato, ma Sosa-Trabzonspor potrebbe farsi anche nei prossimi giorni, in quanto il mercato in Turchia chiuderà solo l’8 settembre.

Milan, tentativo in extremis per Pellegri e Salcedo: c’è l’agente in sede

Un tentativo in extremis che coincide con la voglia di piazzare un doppio colpo in prospettiva. Due investimenti per il futuro insomma: si tratta del Milan che ci sta provando per Pellegri e Salcedo, i due giovanissimi talenti del Genoa, per i quali ha incontrato l’agente Riso a Casa Milan. Un’idea, un tentativo, quello da parte dei rossoneri, nonostante manchino soltanto 3 ore alla chiusura di questa finestra di mercato.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Ufficiale: Niang è del Torino

M’Baye Niang è ufficialmente un nuovo calciatore del Torino. Il francese lascia il Milan a titolo temporaneo, ma con i granata che avranno l’obbligo di riscattarne il cartellino l’anno prossimo, avendo firmato il contratto che lo legherà ai granata per le prossime stagioni: la conferma è arrivata dal sito della Lega Serie A, che ha ufficializzato l’approdo dell’ex Genoa alla corte di Mihajlovic. Tra prestito e riscatto, al Diavolo andranno 20 milioni di euro bonus compresi.

Niang-Torino, è fatta: al Milan 20 milioni bonus compresi

È fatta per il trasferimento al Torino di M’Baye Niang. Il francese – riporta Gianluca Di Marzio – è ormai destinato a lasciare al Milan per vestire la maglia granata: i due club si stanno scambiando i documenti in questi minuti, con l’affare che ha dato la fumata bianca. Ai rossoneri andranno 20 milioni di euro compresi i bonus, con la formula del prestito con obbligo di riscatto.

Suso: “Il Milan mi ritiene incedibile. Anche per 80 milioni…”

In occasione della sua convocazione con la seleccion in vista di Spagna-Italia, Suso ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano spagnolo Marca.

Ti senti una stella?
“Per una parte dei tifosi lo sono. L’appoggio che mi danno allo stadio, sui social, per strada… Mi danno una spinta che prima non avevo”.

Il tuo club è stato un grande protagonista del mercato. Potete vincere il campionato?
“Penso che sia molto difficile. Per ora non dobbiamo pensarci,  l’anno scorso ci siamo qualificati per l’Europa League. Ora l’obiettivo è quello di entrare in Champions. La Juve e Napoli sono due squadre molto forti. Dopo il mercato che ha fatto il club l’obiettivo è quello di entrare nei Champions”.

Come si vive da dentro la crescita che ha avuto il Milan? Passare da una squadra che non fa le coppe a competere per tutto.
“Quando sono arrivato non c’era lo spirito che dovrebbe avere una squadra. Montella ha fatto molto bene sotto questo aspetto. Ha unito molto il gruppo, non eravamo mai stati così. Ha dato uno stile di gioco alla squadra che è molto poco “italiano”, il mister ama molto giocare da dietro. L’altro giorno abbiamo preso un gol per giocare palla con il portiere, ma queste cose non lo preoccupano”.

Uno dei colpi più discussi è quello di Bonucci. Cosa puoi dirci di lui?
“Si vede che è un leader, che ha molta esperienza. Ha vinto quasi tutto con la Juventus, e per tanti anni di fila… Ha quell’esperienza che per noi, che siamo un gruppo giovane, serve molto”.

E che dire di Donnarumma? E’ il miglior portiere del mondo?
“Credo di sì. Ogni mattina in allenamento arriva, fa il suo lavoro, quello che gli dicono di fare lui lo fa. Se continua così può arrivare davvero lontano. Quando proviamo le punizioni lo vedo dietro le sagome della barriera, sembra molto grande e quando apre le braccia copre metà della porta. Se non tiri forte e preciso, con lui non segni”.

Ancora non hai rinnovato. Perché?
“Ne avevamo già discusso con Galliani quando c’era il proprietario precedente, Berlusconi, ma abbiamo deciso di riparlarne quando sarebbero arrivati i nuovi. Ora che sono entrati in società stiamo parlando, ci siamo incontrati pochi giorni fa e tutto va nella giusta direzione”.

Si è parlato dell’interesse di Napoli e Inter. Pensi di avere una fama migliore in Italia che in Spagna?
“Naturalmente, nel paese in cui giochi ti vedono di più e ti conoscono meglio, sanno cosa puoi dare in quel campionato. E’ vero: Inter, Napoli e anche la Roma hanno chiesto informazioni, ma il Milan ha risposto che non aveva alcuna intenzione di vendermi e che non ero sul mercato né per 25, né per 30 o per 80 milioni. Sapere che il club conta molto su di te è un altro motivo di orgoglio”.

Sembra allora che rimarrai a Milano. E’ davvero impossibile vederti tornare in Spagna?
“Tornare in Spagna non è nei miei piani. Sono molto contento, anche la mia famiglia lo è, nel club, nella città… Mi sento a casa”.

Crotone, sondato il terreno per Simic. Ma il giocatore rifiuta

C’è anche Stefan Simic nella lista degli esuberi rossoneri verso queste ultimissime ore di calciomercato. Il difensore ceco, protagonista con la propria Nazionale Under 21 agli ultimi Europei di categoria, era entrato nel mirino del Crotone, ma il giocatore pare che abbia rifiutato la proposta dei calabresi – riferisce MilanNews.it. Simic è in scadenza di contratto con il Milan al 30 giugno 2018.

Lazio, sfuma l’acquisto di Paletta: “Resta al Milan”

Niente Lazio per Gabriel Paletta. Le cattive sensazioni filtrate in giornata hanno trovato conferma: il difensore non lascerà i rossoneri in direzione della Capitale e resterà alla corte di Montella. A confermarlo l’agente Martin Guastadisegno: “Paletta resta al Milan – ha dichiarato a Sportitalia – non va alla Lazio”.

Niang vicino al Torino: contatti positivi col Milan, ma manca ancora l’accordo

M’Baye Niang è a un passo dal Torino. A poche ore dalla fine del mercato, sembra arrivato il momento dell’addio del francese ai rossoneri: i contatti tra il Milan e i granata sono positivi – riferisce Sky Sport – tanto che si stanno preparando i contratti e le carte per far firmare tutto al giocatore.

Ci ha provato anche la Sampdoria, ma il giocatore è deciso a sposare il progetto tecnico di Mihajlovic. Operazione da 15 milioni di euro, con il Diavolo che però non ha ancora dato il via libera definitivo perché vorrebbe alzare un po’ la cifra con l’inserimento di qualche altro milione.

Paletta alla Lazio, arriva la frenata: può saltare la cessione

Il passaggio di Gabriel Paletta alla Lazio è in stand-by. Il difensore argentino, infatti, avrebbe avuto dei ripensamenti nelle ultime ore, costringendo ad un nuovo contatto il suo agente e il direttore sportivo biancoceleste Tare per provare a far luce sulla operazione. Nei prossimi minuti nuovi aggiornamenti per capire se il giocatore avrà rifiutato definitivamente l’opzione Lazio. Paletta-Lazio potrebbe saltare, non c’è ancora accordo tra le parti.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan, Paletta verso la Lazio: trattativa in via di risoluzione

Potrebbero essere finalmente ore decisive per il passaggio di Gabriel Paletta alla Lazio. Dopo l’incontro durato più di 2 ore avvenuto oggi a Casa Milan tra l’agente del difensore italo-argentino, Martin Guastadisegno, e la dirigenza rossonera, la situazione sembra essere in via di risoluzione, con il calciatore vicino a vestire la maglia biancoceleste: richiesta economica del Milan da 5 milioni di euro abbassatasi e questione modalità di pagamento del cartellino ancora da discutere, con il club rossonero intenzionato a chiedere un pagamento in un’unica soluzione e non in più rate, per una chiusura dell’operazione ormai possibile nelle prossime ore. Di fronte ad una richiesta di contratto triennale da parte del giocatore, con Gabriel Paletta che finalmente potrebbe prendere la via d’uscita di Milanello per una nuova avventura alla Lazio.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Keita-Monaco, è fatta: accordo con Lazio e giocatore, in giornata le visite mediche

Con tutta probabilità il futuro di Keita Balde Diao non sarà più in Serie A. Ma in Francia. Infatti il Monaco e la Lazio hanno appena raggiunto un accordo sulla base di 30 milioni più bonus. C’è stato un incontro tra Mendes (intermediario per club) e Lotito a Cortina iniziato ieri e poco fa è stata sancita l’intesa. Anche il giocatore avrebbe dato l’ok, tanto che è atteso in giornata a Montecarlo per le visite. Se non ci saranno rilanci o colpi di scena quindi, è stata battuta la concorrenza di Inter e Juve. E Keita sarà presto con tutta probabilità un nuovo giocatore del Monaco.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan, corsa alle cessioni: Niang-Torino si può chiudere a 15 milioni

-3 giorni alla chiusura del mercato, con il Milan focalizzato sulla chiusura di alcune cessioni. Nonostante i rumors sui rossoneri circa la volontà di puntellare ulteriormente la rosa con un centrocampista e/o un esterno d’attacco, il Diavolo deve dare proprietà alle uscite, provando a liberare alcuni degli esuberi rimasti alla corte di Montella: Paletta, Gomez, Sosa e soprattutto Niang, il più spinoso dei casi sul tavolo di Fassone e Mirabelli.

Se per Paletta oggi può essere il giorno buono per l’intesa con la Lazio – è in programma in giornata un incontro tra i club -, Sosa si sta avvicinando al Trabzonspor: il Principito sta vacillando di fronte alla ricca proposta contrattuale dei turchi, i quali tuttavia non hanno ancora in mano l’intesa definitiva sul prezzo del giocatore. Sfumato, al momento, l’addio di Gomez in direzione Fenerbahce.

Per Niang la pista più calda porta al Torino. Rifiutato definitivamente lo Spartak Mosca, che avrebbe ricoperto di euro sia le casse di via Aldo Rossi sia le tasche del giocatore, toccherà trovare la quadra sulla valutazione economica del cartellino: i granata offrono 12 milioni, mentre il Milan non vorrebbe scendere dai 18 milioni prospettati dai russi. Metà strada, 15 milioni, potrebbe essere il prezzo giusto per chiudere l’affare.

Gustavo Gomez, difensore paraguaiano

Milan, salta il trasferimento di Gustavo Gomez al Fenerbahce

Un’operazione che inizialmente sembrava ben avviata e che adesso, invece, appare praticamente saltata: niente da fare per il trasferimento di Gustavo Gomez dal Milan al Fenerbahce, trattativa arenata a causa di alcuni dettagli legati al pagamento dello stipendio del difensore paraguaiano.

Ad annunciarlo è stato l’agente del giocatore ed intermediario dell’operazione, Augusto Paraja, intervenuto ai microfoni di Sky Sport: “Nelle ultime ore, quando ancora era in corso la negoziazione tra il Milan e il club turco, il Fenerbahce ha cambiato le carte in tavola rispetto al pagamento dello stipendio di Gustavo – ha detto l’agente di Gomez -. E la cifra che ci aveva inizialmente indicato al netto di tutte le tasse, poche ore fa ci ha comunicato che intendeva pagarla al lordo. Cambiando le condizioni economiche, è cambiata la nostra volontà. Oggi Gustavo Gomez è e resta un giocatore del Milan“.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Suso-Milan, incontro positivo: a breve il rinnovo

Buone notizie per i tifosi del Milan quelle che provengono da Casa Milan. Come riferisce l’inviato di MilanNews.it, l‘incontro appena terminato tra la dirigenza rossonera e l’agente di Suso, Alessandro Lucci, è andato molto bene. Il dialogo è stato molto positivo e si va verso un rinnovo che verrà ratificato a breve senza alcun tipo di problema tra le parti. Il contratto in essere è in scadenza a giugno del 2019.

Fonte: MilanNews.it

Milan, focus sulle cessioni. Ma occhio al CdA di domani…

Archiviata la domenica di campionato, mancheranno appena quattro giorni alla fine del mercato per piazzare gli ultimi colpi. Per il Milan, però, al momento non sono previsti ulteriori arrivi: la priorità di Casa Milan – riferisce il Corriere della Serasono le cessioni, con tanti esuberi ancora nella rosa di Montella. Tra tutti Niang, per il quale può riscaldarsi la pista Torino, ma anche Gomez, Paletta e Sosa.

Ma i movimenti in entrata del Diavolo potrebbero non essere finiti. Nella giornata di domani, infatti, è previsto un CdA nel quale si farà anche il punto sul mercato: qualora dovesse arrivare un extra-budget, il duo Fassone-Mirabelli potrebbe piazzare un colpo last minute, l’ennesimo di questa pirotecnica estate rossonera. Possibile l’arrivo di un centrocampista – piace Rafinha del Barça -, ma occhio a possibili movimenti davanti in caso di addio di Niang.

Milan, che tempismo sul rinnovo di Cutrone. E quella promessa di Fassone-Mirabelli…

Oggi Cutrone è su tutte le prime pagine dei giornali, grazie a un’estate ricca di gol e prestazioni da futuro campione, ma c’è chi aveva intravisto da tempo le qualità del ragazzo. Tra tutti la dirigenza del Milan, che ha blindato Patrick con un rinnovo contrattuale lo scorso giugno, ancor prima del pre campionato: un quadriennale da 250 mila euro a stagione, offerto dal club rossonero in tempi non “sospetti”.

Ma nonostante un rinnovo fresco di firma, per Cutrone potrebbe presto arrivare un nuovo contratto. Fassone e Mirabelli – svela stamane La Gazzetta dello Sport – hanno fatto una promessa al bomber classe ’98: se continuerà così, avrà un adeguamento economico a stagione in corso. Il tempo dirà se Cutro-gol si sarà meritato uno stipendio più alto, ma ciò che è certo è che si è già guadagnato la permanenza in rossonero: l’attaccante è considerato incedibile.

Raiola: “Gigio capitano: il Milan ce lo aveva promesso. Vogliamo capire”

Gigio Donnnarumma ha rinnovato ed è rimasto al Milan, dopo una telenovela lunga un’estate piena di colpi di scena, ma Mino Raiola non sembra accontentarsi del ricco contratto da 6 milioni netti a stagione firmato dal proprio assistito. Il procuratore del portiere, infatti, ha polemizzato con la società rossonera sulla scelta di affidare la fascia di capitano a Bonucci e non a Gigio: “Ce l’avevano promessa. Nulla contro Bonucci – ha precisato Raiola a Rai Sport -, ma vogliamo capire. Sono contento che Donnarumma sia rimasto al Milan, rispettiamo la sua decisione“.

Raiola: “Niang? In Russia non vuole andare, bisogna rispettare la sua scelta”

Caso Niang aperto e futuro tutto da scrivere per l’attaccante francese: tra certificato medico presentato al club rossonero, offerta dello Spartak (al momento) rifiutata dal giocatore e volontà di decidere autonomamente dove poter giocare post esperienza al Milan, Mino Raiola ha parlato così a Montecarlo della situazione relativa all’ex Watford, in ultimi giorni caldi per il suo futuro. “Replicare alle parole di Montella su Niang? Montella ha detto che non si allena perché non c’è con la testa, è arrivato il certificato che non c’è con la testa.

Aveva ragione Montella – ha dichiarato a Sky Sport – Come se ne esce? Non lo so, cerchiamo di lavorare per la soluzione per il bene di tutti. No ad un futuro in Russia? Per adesso il ragazzo non vuole andare e credo si debba rispettare la sua scelta, come quando uno rispetta le scelte di rimanere… chi vuol rimanere, bisogna essere contenti, perché se tutti volevano andare via, non va bene”.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Gustavo Gomez e M'Baye Niang, insieme al Milan nella stagione 2016/2017

Derby turco per Gomez, il Milan lo “spinge” al Trabzonspor

Gustavo Gomez vuole solo il Fenerbahce. La squadra turca offre un prestito biennale di 4 milioni e diritto di riscatto fissato a 6 milioni. Il Milan invece spinge per l’opzione Trabzonspor, che paga meno il prestito del giocatore, ma avrebbe l’accordo per fare la doppia operazione Gomez-Sosa.

Un triangolo di mercato che ancora non ha trovato la sua definizione. Gomez è però determinato ad accettare l’offerta del Fenerbahce, unico club che ha fatto un’offerta reale. I dirigenti del Trabzonspor infatti hanno avuto contatti solamente con la società rossonera e con altri intermediari, senza presentare un’offerta agli agenti del giocatore.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Rafinha ha detto sì al Milan

Un sondaggio, un sì che non ha tardato ad arrivare. E’ la storia di questi ultimi giorni tra l’interesse del Milan per Rafinha e la risposta dello stesso giocatore alla destinazione rossonera. La mezzala del Barcellona, infatti, ha detto sì al Milan perché gradisce i rossoneri ed il loro progetto. Adesso però non resterà che vedere se il Milan affonderà il colpo con il Barça nei prossimi giorni, oppure no. Intanto incassa comunque il gradimento del giocatore.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Niang, certificato medico per non allenarsi. Con un occhio al Torino

Come detto, il suo arrivo (di Rafinha, ndr) sarebbe utile per Montella soprattutto in caso di cessione di Niang, giocatore che intanto ha presentato un certificato medico al Milan che lo esonera dall’allenarsi con il resto della squadra per i prossimi 10 giorni (fino alla chiusura di questa sessione di mercato insomma). Per lui, il Milan vuole far valere l’accordo con lo Spartak Mosca, mentre il giocatore spera di andare al Torino da Mihajlovic. Tuttavia le condizioni economiche del club granata sono diverse – più basse – rispetto a quelle dei russi.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan, sondaggio per Rafinha

E’ di oggi l’ufficialità del colpo Kalinic, ma il mercato del Milan può non essere finito qui. Il club rossonero sta cercando una mezzala, soprattutto in caso di uscita di Niang. E in tal senso, il Milan ha effettuato un primo sondaggio per Rafinha del Barcellona. Giocatore anche duttile, questo classe ’93, visto che Luis Enrique al Barça l’ha fatto giocare sia esterno d’attacco sia esterno basso ma anche mezzala. Rafinha è reduce da un infortunio (sta proseguendo il suo recupero) ma il Barcellona potrebbe darlo in prestito. Primo sondaggio fatto, adesso sarà da vedere se nei prossimi giorni il Milan approfondirà questo discorso.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Gustavo Gomez, difensore paraguaiano

L’agente di Gomez chiude al mercato: “Resta al Milan”

Niente Fenerbahce per Gustavo Gomez. Emissari del club turco sono arrivati in giornata a Casa Milan per trattare il paraguaiano e Sosa, ma l’ex Lanus rimarrà in rossonero, per decisione sia della società sia del giocatore: “Non va via, resta al Milan”, il virgolettato affidato dal procuratore Augusto Paraja ai microfoni di MilanNews.it a sancire la permanenza di Gomez agli ordini di Montella.

Niang, Sosa e Gomez i nomi caldi in uscita dal Milan

M’Baye Niang-Milan, un rapporto ancora da chiudersi. Con il francese che non ha ancora deciso se accettare lo Spartak Mosca, con il Torino sullo sfondo. Il Fenerbahce non punta solo Gustavo Gomez: appuntamento in programma con l’agente di José Sosa, su cui come detto c’è il Trabzonspor. Per quanto riguarda Suso, nei prossimi giorni si tornerà a parlare di rinnovo.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Non si muove Cutrone: il bomber rimarrà sicuramente al Milan

Non si cede Cutrone. Nemmeno in prestito e nemmeno dopo l’arrivo, praticamente definito, di Kalinic: il Milan ha deciso che non si muoverà assolutamente – riferisce Gianluca Di Marzio. Il Crotone ha provato a chiederlo ancora dopo la partita di ieri sera, ma da via Aldo Rossi è arrivato un “no” secco: Patrick si è guadagnato la conferma a suon di gol e rimarrà nella rosa di Montella.

Il padre-agente di Marchisio: “Il Milan? Solo voci. Alla Juve sta bene, ma chiedete a loro”

Una voce di mercato spiazzante che ha scatenato le reazioni più disparate. Claudio Marchisio al Milan, rumors di giornata sul fronte mercato rossonero, ha agitato il pomeriggio dei tifosi del Diavolo e della Juventus, turbati all’idea di perdere un altro senatore oltre a Bonucci. Ma il padre-agente del Principino ha tranquillizzato i supporters bianconeri, smentendo categoricamente l’ipotesi:

Sinceramente non ne so nulla, non so da dove siano usciti questi rumors: come si suol dire, casco un po’ dal pero. Fino a prova contraria, due anni fa abbiamo firmato un contratto valido per cinque stagioni e quindi ce ne sono ancora tre davanti. Per il resto bisognerebbe chiedere alla Juventus – ha dichiarato Stefano Marchisio a calciomercato.it – ma io ci ho parlato tre giorni fa e non mi hanno comunicato niente al riguardo.

Quelle sul Milan sono lo voci. Due sono le cose sicure: Claudio si trova bene e vuole giocare. Ad ogni sessione di mercato la Juve acquista molti giocatori, ma questo non vuol dire che lui debba partire… Poi se per assurdo non dovesse giocare per tanti mesi, allora potremmo anche pensare di andare via il prossimo anno. Ma sabato Allegri lo ha fatto giocare e non ci sono problemi”.

Kalinic-Milan, slitta l’ufficialità del trasferimento

A dispetto di quanto trapelato nelle scorse ore, non arriverà oggi l’ufficialità del trasferimento in rossonero di Nikola Kalinic. Il croato – aggiorna Milan TV – ha sostenuto in mattinata le visite mediche e nel pomeriggio si sottoporrà ai canonici test atletici di Milanello riservati agli acquisti, ma passerà alle “cose formali” a Casa Milan solo nella giornata di domani: la firma di Kalinic insieme a Fassone e Mirabelli sarà immortalata sui social così come avvenuto per gli altri arrivi rossoneri.

Milan, sondaggio per Marchisio

Clamorosa indiscrezione di mercato svelata dalla redazione di Rai Sport. Il Milan avrebbe fatto un sondaggio per Claudio Marchisio, possibile partente dalla Juventus in caso di arrivo in bianconero di un altro centrocampista: è lo stesso Principino a vagliare l’ipotesi di un addio perché non utilizzato da Allegri in Supercoppa e perché chiuso ulteriormente dall’arrivo di Matuidi. Per ora si tratta di una voce e niente più, ma chissà che non possa trovare concretezza nei prossimi giorni.

Milan, in corso le visite mediche di Kalinic: “Sono contento”

Kalinic è arrivato di buon mattino alla clinica “La Madonnina” di Milano e in questi minuti si sta sottoponendo alle visite mediche, il cui superamento è necessario per firmare il contratto e legarsi ufficialmente ai rossoneri per le prossime stagioni. Incalzato dai cronisti presenti, Kalinic ha espresso soddisfazione: “Se sono contento di essere qua? Sì”, ha tagliato corto l’ex viola.

Il Milan “annuncia” Kalinic: domani visite mediche e firme

Nikola Kalinic è ormai pronto a diventare un nuovo calciatore del Milan. Dopo la fumata bianca di venerdì sera, arrivata grazie all’intesa economica tra il Diavolo e la Fiorentina, l’ultimo “ostacolo” tra il croato e i rossoneri saranno le visite mediche – programmate alle 7.30 di domattina alla clinica “La Madonnina” – e canonici test atletici a Milanello riservati a tutti i nuovi acquisti. Poi, l’ex Dnipro passerà alle cose formali e firmerà il contratto che lo legherà ufficialmente al Milan per le prossime stagioni.

Tutto confermato sul fronte visite e chiusura dell’affare, dunque, così come sul prezzo del cartellino: da via Aldo Rossi usciranno complessivamente 25 milioni di euro, divisi tra il prestito oneroso e l’obbligo di riscatto nella prossima stagione. E il Milan, in attesa di abbracciare domani il proprio nuovo centravanti, ha già annunciato il suo arrivo su tutti i profili social del club con la gif “NK: Welcome to AC Milan”, dedicata evidentemente a Nikola Kalinic.

Milan, riecco Pellegri: ripresi i contatti col Genoa, possibili novità a breve

Il Milan riprende concretamente i contatti per Pietro Pellegri, talento del Genoa e delle giovanili italiane. L’attaccante ligure, già trattato la scorsa primavera sia dal Diavolo sia dall’Inter, è tornato un obiettivo di mercato rossonero: i dialoghi col Grifone – riporta MilanNews.it – sono fitti e si cercherà di trovare un’intesa economica già nei prossimi giorni. Classe 2001, Pellegri farebbe la spola tra la prima squadra e la Primavera di Gattuso.

Kalinic-Rodriguez decisivi per Croazia e Svizzera. Nella foto l'attaccante

Milan, fissate le visite mediche di Kalinic

Tutto fatto per Nikola Kalinic. Milan e Fiorentina hanno finalmente trovato un’intesa economica per l cartellino del croato, che costerà alle casse di via Aldo Rossi 25 milioni di euro tra il prestito oneroso e l’obbligo di riscatto: l’ufficialità arriverà come di consueto dopo le visite mediche, fissate per la giornata di lunedì – scrive La Gazzetta dello Sport.

Milan, ora è davvero fatta per Kalinic: prestito con obbligo di riscatto, costerà 25 milioni

Ora è finalmente fatta: il Milan ha l’accordo per Nikola Kalinic. I problemi economici emersi nelle ultime ore con la Fiorentina paiono essere stati definitivamente appianati, con i club che hanno trovato l’intesa sul prezzo del cartellino del croato sulla base di 25 milioni di euro: 5 subito per il prestito oneroso – riferisce Sky Sport e 20 per il riscatto obbligatorio. Salvo nuovi imprevisti, il giocatore coronerà il sogno di vestirsi di rossonero e Montella avrà l’attaccante richiesto.

Niang ci ripensa: niente Spartak Mosca, è ad allenarsi a Milanello

Niente da fare: Niang non andrà allo Spartak Mosca. L’accordo tra il Milan e il club russo, trovato sulla base di 18-20 milioni di euro, è stato vanificato da un ripensamento del francese, che ha preferito rifiutare l’offerta e restare (per ora) in rossonero: il giocatore è già tornato a lavoro a Milanello agli ordini di mister Montella.

Sullo sfondo c’è però il Torino: Mihajlovic lo vuole in granata e lo stesso Niang sembra gradire la destinazione. Una trattativa ancora tutta da imbastire, ma che potrebbe concretizzarsi in questi ultimi giorni di calciomercato.

“Niente allenamenti, sono turbato”. E Kalinic porta un certificato alla Fiorentina

Sembrava ormai spianata la strada che avrebbe portato Kalinic al Milan, ma la Fiorentina continua a opporre resistenza per il croato. Prima la richiesta di alzare l’offerta per il prezzo del cartellino, poi i problemi su metodi di pagamento, infine la richiesta di garanzie sulla cifra da versare per un trasferimento in dirittura d’arrivo da ormai due giorni, ma che ancora non ha trovato lo sbocco definitivo.

Ma Kalinic vuole solo il Milan e ha deciso di forzare ulteriormente la mano, non presentandosi ieri agli allenamenti della Viola e ricevendo una multa dalla società. E chi si attendeva oggi un passo indietro dovrà ricredersi: l’ex Dnipro ha presentato un certificato medico alla Fiorentina per motivare la sua assenza – riferisce Sky Sportchiedendo cinque giorni di permesso perché turbato.

Niang lascia il Milan e va allo Spartak Mosca: domani le visite mediche

Accordo raggiunto tra il Milan e Spartak Mosca per Niang. Accordo trovato anche tra il calciatore francese e il club russo con un contratto di quattro anni a 3 milioni di euro più bonus. Al club rossonero invece una cifra di 18 milioni di euro. Le visite mediche sono prenotate già per domani, dopo le quali il calciatore potrà raggiungere lo Spartak Mosca.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Kalinic non si presenta all’allenamento. E la Fiorentina lo multa

Sembra davvero arrivata al capolinea l’avventura di Nikola Kalinic alla Fiorentina. L’attaccante croato, in procinto da mesi di passare al Milan, oggi non si è presentato all’allenamento dei viola, scatenando l’ira della società.

Il club toscano ha annunciato, tramite il proprio sito ufficiale, che prenderà provvedimenti a riguardo. Di seguito il comunicato:

La Fiorentina informa che il calciatore Nikola Kalinic non si è presentato all’odierna sessione di allenamento senza fornire alcuna motivazione al Club. Il calciatore, avendo violato le norme che disciplinano l’attività della squadra, sarà sanzionato secondo regolamento”.

L'a.d. Fassone, mister Montella e il d.s. Mirabelli nel giorno del rinnovo dell'allenatore

Milan, sprint sul mercato: ora il centrocampista e l’attaccante. E se partono Niang e Paletta-Gomez…

Dopo la riflessione e l’attesa, ora è tempo dell’azione. Il Milan torna a muoversi sul mercato dopo tre settimane di standby, per chiudere in bellezza una campagna rafforzamenti tanto sorprendente quanto pirotecnica. All’appello manca l’agognato attaccante, con Kalinic destinato nelle prossime ore a vestirsi di rossonero, ma la dirigenza non si limiterà a chiudere per il croato.

Fassone e Mirabelli, infatti, puntano ad altri colpi per puntellare la rosa di Montella. È sempre aperta la caccia a un altro centrocampista, con Renato Sanches che resta in cima alla lista rossonera (gli addii di Sosa e Mauri, da tempo sulla lista degli esuberi, possono favorire ulteriormente l’arrivo di una nuova mezzala), ma attenzione ad altri movimenti in attacco: la possibile partenza di Niang a 18-20 milioni porterebbe risorse da investire in un altro calciatore offensivo.

Occhio anche alla difesa: Paletta e Gomez piacciono in Turchia e potrebbero partire entrambi. In quel caso, con soli quattro centrali a disposizione (Bonucci, Musacchio, Romagnoli e Zapata), il Milan andrebbe in cerca di un uomo per completare il pacchetto – riporta MilanNews.it -, soprattutto se il mister decidesse di passare alla difesa a tre.