Lascia? No, raddoppia. Caso Kessié: è il 14, ma gioca col 19. E Bonucci…

Non sarà lunga ed emozionante come la telenovela Donnarumma, ma il caso del “19” del Milan ha assunto i contorni di un vero e proprio giallo, numero conteso da due acquisti top dell’ultima campagna acquisti: Franck Kessié e Leonardo Bonucci, entrambi ultra affezionati al 19 e desiderosi di continuare a vestirlo in rossonero.

Riassumendo: Kessié diventa un calciatore del Milan nei primi giorni di giugno e scegliere il numero 19, al quale è legato da diversi motivi personali – il giorno di nascita, la data dell’arrivo in Italia e pare anche la morte del padre. Cinque giorni fa, però, il Diavolo tessera a sorpresa Bonucci, il cui nome è legato ormai storicamente al 19. Soluzione: l’ivoriano ripiega sul 14 già da Milan-Borussia Dortmund, con l’ex Juve che può essere così accontentato e non “tradisce” il karma e i consigli del motivatore – si legge su La Gazzetta dello Sport.

Nella distinta del match, Kessié figura con il numero 14. “Controversia” risolta? No. In campo, l’africano veste ancora la maglia rossonera #19. Due ipotesi: il giocatore ha voluto indossarla per un’ultima volta, oppure ha deciso di non mollare il proprio numero preferito. Parrebbe, però, che il Milan volesse farlo giocare col 14 e che sia “spuntata” una 19. Per ora è un mistero, ma presto avverrà il chiarimento con lo stesso Bonucci in arrivo in Cina.

Potrebbero interessarti anche...