Mirabelli: “Sul rinnovo di Gigio abbiamo sempre tenuto la schiena dritta”

Il direttore sportivo rossonero, Massimiliano Mirabelli, ha parlato così sul rinnovo di Gigio Donnarumma e sull’arrivo del fratello Antonio:

“Noi dal primo giorno la prima cosa che ci siamo messi in testa di fare era questa: il rinnovo di Gigio Donnarumma. Dal primo giorno io ho avuto questa idea di Antonio, perché forse a differenza di tanti anche io vengo da un percorso come quello della Serie A quindi conosco bene Antonio Donnarumma, e subito ho avuto questa idea. Ci sono state delle persone che un giorno magari potranno anche testimoniarlo: questa mia idea è campata lì, dico questo perché se ne sono dette tante su questa storia, la verità è che io ho voluto fortemente Antonio. Al primo posto c’è una valutazione tecnica, io personalmente ritengo che Antonio possa fare il dodicesimo del Milan, che possa giocare quando sarà chiamato in causa. Sulle nostre scelte noi siamo trasparenti in tutto, su questa scelta proprio ci tengo in particolar modo a ribadirlo. L’ho esposta poi in primis all’allenatore che mi ha supportato nel discorso tecnico, poi l’ho esposta alla società che ha supportato sia il discorso tecnico che il bello di far vedere questa coppia, ha insomma riscosso il successo di tutti. Devo dire che in questo Antonio, il fratello più grande, è stato bravissimo a far sì che questo giorno importante con la firma di entrambi arrivasse. Ha avuto anche lui un ruolo importante, ha sposato la causa.

Dal primo giorno ho chiesto a Gigio di dire sempre la verità sia a me sia a Fassone, ci ha sempre detto che voleva rimanere al Milan. Poi come si sa, per queste cose dovevamo parlare anche con chi lo rappresentava, e vorrei anche aggiungere di come qua si festeggia, noi siamo contenti e non si tratta né di vincitori né di vinti. Sicuramente però questa situazione fra un po’ di tempo passerà alla storia per come è avvenuta perché non era facile fare quello che abbiamo fatto, sia per noi che per Gigio. Soprattutto non era facile per come è avvenuta, per quello che si sente in giro, per le varie trattative. Abbiamo fatto una cosa che veramente rimarrà nella storia. Forse tra qualche ora Fassone più di me potrà raccontare: siamo stati con la schiena dritta verso tutti, ma ripeto, questo non vuol dire che noi vogliamo oggi far capire che ci sono stati vincitori o vinti. Noi abbiamo fatto la nostra battaglia, Gigio lo sapeva, sapeva perfettamente che lo volevamo ma alle nostre condizioni e così è stato.

Quindi ora la cosa più importante è  Antonio, che ripeto è un giocatore che stimo tantissimo e sono felicissimo e orgoglioso di presentarlo qui oggi e di presentare la coppia dei portieri“.

Potrebbero interessarti anche...