Taggato: Spartak Mosca

Raiola: “Niang? In Russia non vuole andare, bisogna rispettare la sua scelta”

Caso Niang aperto e futuro tutto da scrivere per l’attaccante francese: tra certificato medico presentato al club rossonero, offerta dello Spartak (al momento) rifiutata dal giocatore e volontà di decidere autonomamente dove poter giocare post esperienza al Milan, Mino Raiola ha parlato così a Montecarlo della situazione relativa all’ex Watford, in ultimi giorni caldi per il suo futuro. “Replicare alle parole di Montella su Niang? Montella ha detto che non si allena perché non c’è con la testa, è arrivato il certificato che non c’è con la testa.

Aveva ragione Montella – ha dichiarato a Sky Sport – Come se ne esce? Non lo so, cerchiamo di lavorare per la soluzione per il bene di tutti. No ad un futuro in Russia? Per adesso il ragazzo non vuole andare e credo si debba rispettare la sua scelta, come quando uno rispetta le scelte di rimanere… chi vuol rimanere, bisogna essere contenti, perché se tutti volevano andare via, non va bene”.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Niang: “Io, stressato per quanto sta succedendo fuori dal campo”

Parola a M’Baye Niang. Dopo il rifiuto allo Spartak Mosca, ma soprattutto dopo l’esibizione di un certificato medico per saltare gli allenamenti dei prossimi dieci giorni causa stress e le parole sul caso di Montella, il francese ha voluto esprimere il proprio punto di vista:

“Ho ascoltato le parole di Montella in conferenza, vorrei solo dire che il calcio è sempre stato l’amore della mia vita ed è il mio mestiere. Mi sono sempre allenato con il sorriso, gioco nel Milan da 5 anni e pure i compagni possono testimoniarlo.

Lo stress non è legato ad una situazione tecnica ma a quello che sta succedendo fuori dal campo – ha confessato Niang a MilanNews.it – su come si stanno facendo le cose. Vorrei solo scegliere dove andare a giocare, vorrei sceglierei io e non gli altri. Non ho nulla contro il Milan e la società, vorrei solo spiegare la situazione”.

Niang ci ripensa: niente Spartak Mosca, è ad allenarsi a Milanello

Niente da fare: Niang non andrà allo Spartak Mosca. L’accordo tra il Milan e il club russo, trovato sulla base di 18-20 milioni di euro, è stato vanificato da un ripensamento del francese, che ha preferito rifiutare l’offerta e restare (per ora) in rossonero: il giocatore è già tornato a lavoro a Milanello agli ordini di mister Montella.

Sullo sfondo c’è però il Torino: Mihajlovic lo vuole in granata e lo stesso Niang sembra gradire la destinazione. Una trattativa ancora tutta da imbastire, ma che potrebbe concretizzarsi in questi ultimi giorni di calciomercato.

Niang lascia il Milan e va allo Spartak Mosca: domani le visite mediche

Accordo raggiunto tra il Milan e Spartak Mosca per Niang. Accordo trovato anche tra il calciatore francese e il club russo con un contratto di quattro anni a 3 milioni di euro più bonus. Al club rossonero invece una cifra di 18 milioni di euro. Le visite mediche sono prenotate già per domani, dopo le quali il calciatore potrà raggiungere lo Spartak Mosca.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Milan, ecco un’altra cessione: Niang vicino allo Spartak Mosca

Il Milan è un passo dal realizzare un’importante e remunerativa cessione. M’Baye Niang, infatti, è vicino allo Spartak Mosca: i russi – riferisce Gianluca Di Marzio – hanno un’intesa con i rossoneri sulla base di 18 milioni più bonus (per un totale di circa 20) e anche con il giocatore, il quale firmerebbe un quadriennale da 3 netti a stagione. La chiusura dell’affare non è ancora arrivata, ma le parti sono vicine e domani può arrivare la stretta finale.

Niang, ipotesi Spartak Mosca: può partire per 18-20 milioni

Spunta una pista nuova per M’Baye Niang. L’ex Genoa – riporta Gianluca Di Marzio – è finito nel mirino dello Spartak Mosca, pronto ad offrire al Milan una cifra importante: 18-20 milioni di euro per un trasferimento a titolo definitivo, anche se al momento non c’è l’accordo tra i russi e il giocatore. Se uscisse anche Niang, il Diavolo potrebbe pensare con sempre più concretezza all’arrivo di un altro attaccante oltre a Kalinic.