Taggato: Milan-Lazio

Le pagelle rossonere di Milan-Lazio, semifinale d'andata di Coppa Italia conclusa sul risultato di 0-0

Milan-Lazio 0-0, le pagelle: Gigio provvidenziale, Calhanoglu spreca tutto

Si è giocata Milan-Lazio, semifinale d’andata di Coppa Italia.

Le pagelle di Milan-Lazio, semifinale d’andata di TIM Cup 2017/2018.

G. Donnarumma: 7
Provvidenziale sul colpo di testa ravvicinato di Immobile, parata che salva il risultato.

Abate: 5,5
Lukaku è un avversario difficile per chiunque, dopo un avvio complicato riesce a prendergli le misure.

Bonucci: 6,5
Immobile gli sfugge una volta sola, per fortuna senza conseguenze.

Romagnoli: 6,5
Come Bonucci, l’unica incertezza su Immobile poteva costare davvero cara. Per il resto è impeccabile.

Borini: 6
Terzino sinistro a sorpresa, gioca al meglio delle sue possibilità. Il ruolo inusuale di certo non aiuta.

Kessié: 6-
Insostituibile – più per mancanza di alternative che altro – ma decisamente sottotono. Avrebbe bisogno di tirare il fiato.

Biglia: 5,5
Confermato titolare, nel primo tempo vede spuntare suoi ex compagni da tutte le parti. Costantemente pressato, perde un paio di palloni sanguinosi ma a conti fatti porta a casa la prestazione.

Locatelli: 5
Torna mezz’ala dopo il derby di coppa, stavolta  tradendo le attese. C’è, ma non si vede.

dal 57′ Calhanoglu: 5
Il suo ingresso cambia l’inerzia del match, purtroppo macchia la sua prova con un clamoroso errore da due passi a porta sguarnita.

Suso: 5
Continua inesorabile la spirale di involuzione intrapresa ormai un mesetto fa. Come Kessié, avrebbe bisogno di riposare.

Kalinic: 5,5
Di nuovo titolare, di nuovo Kalinic: sponde, corsa, sportellate, ma di gol nemmeno l’ombra. Lascia il campo, di nuovo, tra i fischi.

dall’83’ André Silva: s.v.
Sembra entrare col piglio giusto, ma oggettivamente ha poco tempo per provare ad incidere. Non ci riesce.

Bonaventura: 6-
Avanzato di qualche metro rispetto a domenica, l’intesa con Locatelli non è esattamente quella con Calhanoglu.

dal 71′ Cutrone: 6,5
Vera forza della natura, appena entra in campo la Lazio è costretta ad arretrare. Arriva ad un passo dall’ennesimo gol partita, ma stavolta Strakosha gli chiude la porta.

Gattuso: 6+
La morìa di terzini lo costringe ai salti mortali dietro, la scarsità di alternative in mezzo e davanti a snaturare l’unidici che tanto bene stava facendo nell’ultimo mese. E Inzaghi ringrazia: primo tempo di una mollezza incredibile, coi biancocelesti in pieno controllo del match e chiuso in parità per pura casualità. Poi l’abbassarsi del ritmo, l’ingresso di Calhanoglu e Cutrone e il passaggio a un semi-442 regalano un finale di gara confortante – con la clamorosa doppia occasione confezionata proprio dai due subentranti. Poteva andare meglio, ma poteva andare anche molto peggio.

Gennaro Gattuso, allenatore del Milan

Gattuso: “Mai più un primo tempo così. L’errore di Calha? Era molto triste”

Le parole di mister Gattuso dopo il pareggio di TIM Cup

L’intervista post partita di Rino Gattuso dopo il triplice fischio di Milan-Lazio, andata delle semifinali di Coppa Italia terminata 0-0.

Sulla qualificazione ancora aperta: “Il primo tempo non riuscivamo a palleggiare, abbiamo fatto fatica. Nel secondo tempo abbiamo fatto molto meglio. Siamo contenti, la Lazio è una grandissima squadra difficile da battere e da affrontare e sapevamo che ci sarebbe stato da battagliare”.

Sull’importanza di non subire gol: “Sì, perché il loro sarebbe valso doppio. Il primo tempo ci è andata bene – ha dichiarato Gattuso a Rai Sport – nella ripresa Gigio ha fatto un miracolo ma anche noi potevamo segnare con Hakan. Ora dovremo prepararci per il ritorno”.

Sull’entrata di Cutrone al fianco di Kalinic: “Con i due attaccanti abbiamo creato più preoccupazione, anche se già nel secondo tempo eravamo riusciti a tenere meglio il campo. Con due linee da quattro e due punte abbiamo creato preoccupazioni alla Lazio.

Come conclusioni dobbiamo migliorare anche se non abbiamo creato tantissimo. Siamo contenti, ma deve migliorare la finalizzazione e non deve succedere un primo tempo come questo, anche se sapevamo che avevamo giocato da poco proprio contro la Lazio e avevamo fatto poco turnover”.

Sul gol sbagliato da Calhanoglu: “Anche noi siamo stati fortunati con la parata di Gigio su Immobile. L’errore ci sta anche se lui era molto triste, Hakan vuole il gol a tutti i costi in questo momento”.

La probabile formazione scelta da Gattuso per Milan-Lazio, andata delle semifinali di Coppa Italia

Milan-Lazio, la probabile formazione: Calabria verso la panchina, riecco Kalinic

Gattuso perde Calabria per infortunio e rilancia Kalinic. La probabile formazione rossonera verso Milan-Lazio di Coppa Italia

Kalinic nuovamente titolare al centro dell’attacco, affiancato dagli imprescindibili Suso e Calhanoglu. Nonostante le indiscrezioni arrivate alla vigilia di Milan-Lazio su André Silva, provato tra i titolari nella seduta di oggi a Milanello, non dovrebbe essere ancora arrivato il suo momento: è il croato il favorito a partire domani dal 1′, in una gara cruciale per la Coppa Italia e più in generale per le ambizioni stagionali del Diavolo. Non al top a causa degli acciacchi muscolari di sabato, Kalinic è in pole position per l’unica maglia libera da centravanti sia su Silva sia su Cutrone, in rete e più che positivo nella gara giocata domenica proprio contro la Lazio.

Rino Gattuso era intenzionato a dare continuità agli uomini e al modulo che nell’ultimo mese hanno permesso al Milan di rialzare la testa in campionato e di avanzare in Tim Cup, ma dovrà cambiare sulle fasce: Calabria si è allenato a parte per un problema fisico e va verso il forfait dall’undici titolare (al suo posto sulla destra è pronto Abate), mentre sull’out mancino Rodriguez è pronto a riprendere posto dopo la squalifica in Serie A. Nessun cambio nel pacchetto centrale, con Bonucci-Romagnoli ultra confermati, né in mediana, dove agirà il trio ormai solito Kessie-Biglia-Bonaventura. L’argentino e Calhanoglu, però, saranno valutati ulteriormente domattina: non dovessero farcela sarebbero pronto Montolivo e Borini. Tra i pali, ovviamente, Gigio Donnarumma.

Di seguito il probabile undici rossonero scelto da mister Gattuso per Milan-Lazio, andata delle semifinali di Coppa Italia 2017-18:

Milan (4-3-3): G. Donnarumma; Abate, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Biglia, Bonaventura; Suso, Kalinic, Calhanoglu.

Le pagelle rossonere di Milan-Lazio, ventiduesima giornata di A finita col risultato di 2-1

Milan-Lazio 2-1, le pagelle: rivelazione Calabria, Cutrone non si ferma più

Si è giocata Milan-Lazio, match della ventiduesima giornata di campionato.

Le pagelle di Milan-Lazio, ventiduesima giornata di Serie A 2017/2018.

G. Donnarumma: 6-
Il tiro vincente di Marusic era quasi imprendibile, ma da Gigio ci si aspetta sempre quel qualcosina in più.

Calabria: 7,5
Che dire? Altra prestazione di livello, sia a destra che a sinistra, condita con lo spettacolare assist che regala a Bonaventura la palla del 2-1. Rivelazione.

Bonucci: 6,5
Continua il buon periodo di forma del Capitano, che sembra aver ritrovato la tranquillità dei tempi migliori.

Romagnoli: 6,5
L’intesa con Bonucci è ormai a livelli altissimi. Salva un gol già fatto, opponendosi col corpo a Milinkovic-Savic.

Antonelli: 6
Preferito ad Abate per sostituire Rodriguez, regala un buon dinamismo a discapito della copertura. Forse poteva fare meglio sull’azione del gol.

dal 71′ Abate: 6
Esperienza al servizio della squadra nel forcing finale.

Kessié: 6,5
Il ruolo di mezz’ala di quantità ormai gli calza a pennello. Fondamentale la sua fisicità in mezzo.

Biglia: 6
Buona prova, anche se con un paio di imprecisioni di troppo. Come ormai da tradizione, parte male ma sale in cattedra col passare dei minuti.

Bonaventura: 7
Gol vittoria e grande prestazione per Jack, che ormai si è (ri)preso il centro-sinistra della mediana.

Suso: 6-
Sembra avere le polveri bagnate, si intestardisce troppo nel tentare la giocata ma è comunque fondamentale per la squadra.

dall’81’ Borini: s.v.
Dieci minuti più recupero per dare una mano a resistere nel concitato finale: missione compiuta.

Cutrone: 6,5
Di nuovo preferito ad André Silva, e si capisce subito perché: altro gol da bomber vero, tanta corsa al servizio della squadra e la sensazione costante di poter far male ai biancocelesti.

dal 71′ André Silva: 5,5
Dovrebbe entrare per spaccare il mondo, si limita a corricchiare senza grande convinzione. Vedremo se mercoledì sarà la sua serata.

Calhanoglu: 6,5
Le sue aperture sono ormai un marchio di fabbrica di questo nuovo/vecchio Milan. Sua la punizione per il gol che sblocca il match.

Gattuso: 7
Non c’è due senza tre! Terza vittoria consecutiva in campionato, prima volta contro una squadra di vertice, ma soprattutto grande prestazione da squadra sempre più matura. La scelta di Cutrone paga ancora, Calabria continua ad impressionare, Antonelli non fa rimpiangere troppo Rodriguez, il centrocampo gira sempre meglio. Ora testa a mercoledì, sempre con la Lazio, per la conferma dei sogni di gloria rossoneri.

Gennaro Gattuso durante Milan-Lazio di campionato

Gattuso: “Il gol di Cutrone? Irregolare, ma parlare di episodi è riduttivo”

L’analisi di mister Gattuso sul trionfo in campionato sulla Lazio

Un grande Milan ha battuto la Lazio per 2-1, vincendo per la prima volta in questa stagione un big match in Serie A grazie alle reti di Cutrone e Bonaventura. Mister Rino Gattuso ha analizzato così la gara di San Siro.

Sulla maggiore serenità palesata: “La parola sereno nel mio vocabolario non esiste. È stata una partita molto difficile, la Lazio è una grande squadra, fisica e tecnica. Nel secondo tempo ci ha messo sotto, ci è andata bene a tratti giocando con cuore e organizzazione. Giocarci contro si fa una fatica incredibile. Complimenti a Simone, il merito è suo”.

Sul gol di mano di Cutrone: “Pensavo l’avesse presa di testa, ma rivedendola l’ha presa di mano. Non è un gol regolare, ma è riduttivo parlare di un episodio: abbiamo espresso un buon calcio tecnico e tattico, è inutile parlare degli episodi. La Lazio è normale che recrimini ma dobbiamo ancora migliorare perché la strada è lunghissima”.

La probabile formazione scelta da Gattuso per Milan-Lazio, 22° giornata di Serie A 2017-18

Milan-Lazio, la probabile formazione: stop Kalinic, scalpita Cutrone

Guaio muscolare per Kalinic: in pole c’è Cutrone. Bagarre Abate-Antonelli. La probabile formazione verso Milan-Lazio

Intoppo della vigilia per Rino Gattuso in vista di Milan-Lazio, delicato e importante match valido per la 22° giornata di Serie A. Nikola Kalinic non ha preso parte alla seduta di rifinitura a Milanello a causa di un problema muscolare, seppur di lieve entità e che non ha impedito al croato di entrare nella lista dei convocati: difficile che Ringhio lo rischi senza la rifinitura nelle gambe, pensando anche alla fondamentale semifinale di Coppa Italia in programma mercoledì, sempre a San Siro e sempre contro la Lazio. In attacco è pronto Patrick Cutrone, in pole position per la maglia da titolare nel tridente al fianco di Suso e Calhanoglu.

Assente obbligato per squalifica Ricardo Rodriguez, è bagarre tra Abate e Antonelli per completare il reparto arretrato insieme agli intoccabili Gigio, Calabria, Bonucci e Romagnoli: entrambi provati in settimana, entrambi papabili per iniziare dal 1′, con l’ex Genoa in leggero vantaggio su Igna. Confermatissima la mediana vista contro Crotone e Cagliari, Kessie-Biglia-Bonaventura: il mister si affiderà al terzetto tipo per la prima gara di un filotto che vedrà il Milan giocare ben 11 partite in 43 giorni tra campionato, Europa League e Coppa Italia. Nel prossimo mese e mezzo ci sarà spazio per tutti in ogni reparto, ma domani sera partirà titolare la formazione più vicina possibile a quella “tipo” pensata da Gattuso.

Ecco schematizzato il probabile undici rossonero in vista di Milan-Lazio, 22° giornata della Serie A 2017-18:

Milan (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Antonelli; Kessie, Biglia, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhanoglu.