Pagelle

Milan-Samp 1-0, le pagelle: Calabria devastante, Calhanoglu da Oscar

Le pagelle rossonere di Milan-Samp, venticinquesima partita di A conclusa sul risultato di 1-0

Si è giocata Milan-Samp, posticipo della venticinquesima giornata di campionato.

Le pagelle di Milan-Samp, venticinquesima giornata di Serie A 2017/2018.

G. Donnarumma: 6
La Samp ha una sola grande occasione, ma Caprari spara a lato. Serata abbastanza tranquilla.

Calabria: 7
Il binario con Suso funziona che è una bellezza: piazza l’assist del gol vittoria, va vicinissimo a segnare e in generale regala una prestazione superba. Devastante.

Bonucci: 6,5
Qualche sbavatura, ma la piena sufficienza non gliela leva nessuno. Peccato per il gol – giustamente – annullato.

Romagnoli: 7
Alta prova maiuscola. Non sbaglia un intervento.

Rodriguez: 6
Si presenta sul dischetto dopo pochi minuti come a Razgrad, purtroppo stavolta si fa ipnotizzare da Viviano.

Montolivo: 6
Gioca una partita generosa da vice Kessié, correndo tantissimo ma sbagliando altrettanto.

dall’86’ Locatelli: s.v.
Scampoli di partita.

Biglia: 6,5
La squadra gira a meraviglia, lui ne è contemporaneamente artefice e primo a trarne giovamento.

Bonaventura: 7
Altro gol da inserimento, altri tre punti portati in saccoccia. La cura Gattuso l’ha rigenerato.

Suso: 7,5
E’ in serata e lo si capisce subito, Murru semplicemente non può reggere il suo passo. Ottima l’intesa con Calabria.

Cutrone: 6
Passaggio a vuoto per il golden boy rossonero, mai servito a dovere. Nulla di grave comunque.

dal 73′ André Silva: 6,5
Mezzo voto in più per l’atteggiamento mostrato in campo, velenoso come piace al Mister.

Calhanoglu: 7,5
Come l’omologo sull’altra fascia, dimostra di essere in palla: è praticamente ovunque, sfiora più volte il gol e sventaglia come un ossesso. Il lancio con cui libera Suso in occasione del vantaggio è da cineteca.

Gattuso: 7
I dubbi della viglia – avversario tosto, scarso turnover in coppa, assenza di Kessié e contemporanea presenza di Biglia e Montolvo – vengono spazzati via dopo pochi minuti: questa squadra gioca al calcio grazie all’alto tasso tecnico e supportata da una condizione fisica invidiabile. Funziona praticamente tutto, unica pecca il non aver chiuso la pratica per tempo con conseguente forcing finale al cardiopalma. Ora il passo è da piani alti, il prossimo mese dirà dove può arrivare.