News

Montella: "Giochiamo da squadra. Bacca? Può far di più. Sul closing…"

L’allenatore del Milan, Vincenzo Montella, ha parlato nel post partita della sfida tra i rossoneri e il Palermo, terminata sul risultato di 4-0. Ecco le dichiarazioni più importanti:

Chiedevo una reazione di temperamento che c’è stata. Il resto – i risultati di Atalanta e Inter – non è dipeso da noi. Io sono contento per la prestazione offerta, perché così si riesce a evidenziare la qualità. La prossima settimana decisiva del closing? Vi avevo visto già belli intensi prima (ride, ndr). La squadra non può turbarsi per quel che percepisce, dobbiamo fare il meglio in campo. La società è sempre stata presente, vedremo giovedì e venerdì che succede ma la squadra non deve avere alibi. Sono strafelice e orgoglioso di allenare il Milan di Berlusconi – ha dichiarato Montella a Sky Sport  mi è stata data possibilità e ho avuto la soddisfazione di portare a casa un trofeo. Da sabato eventualmente penseremo alla nuova proprietà, ma il ringraziamento è grande verso Galliani e Berlusconi. Bacca? Ha fatto una grande partita. In alcune circostanze poteva far meglio ma ha segnato. Non so perché ha sbagliato certi gol, è abituato a segnare, può far di più ma ha fatto buonissima partita. Le tante assenze in stagione? Sono tutti Nazionali, ma mi piace pensare che così sian cresciuti altri ragazzi. Infortuni capitano a tutti, quando arrivano a calciatori importanti qualcosa si perde. Giochiamo da squadra, con pregi e difetti, e questo mi emoziona – ha sottolineato l’Aeroplanino. Deulofeu? Avevamo budget zero e ci servivano le sue caratteristiche: abbiamo fatto una scelta netta. Lo abbiamo fatto sentire subito importante, Pasalic ci ha messo di più. Quando ci sono motivazioni è più facile per un allenatore. E l’adattamento è stato semplice. Se ho incontrato Fassone e Mirabelli? Non li ho incontrati né mai ci ho parlato“.