Taggato: Kjaer

Kjaer, colpo in canna del Milan. Ma prima una cessione

È Simon Kjaer l’uomo scelto per rimpolpare il reparto dei centrali. Il capitano della Danimarca – assicura La Gazzetta dello Sport – è pronto a ridursi l’ingaggio pur di tornare in Italia e di vestire la maglia del Milan, dove sarebbe la prima alternativa a Romagnoli e Musacchio. Ma prima sarà necessario vendere almeno un difensore: il candidato in pole è Paletta, promesso sposo del Torino.

Milan, prenotato Kjaer per la difesa. Ma servirà una partenza

Il Milan prenota Simon Kjaer. È il centrale del Fenerbahce e della Nazionale danese – fa sapere Gianluca Di Marzio – l’uomo scelto dai rossoneri per puntellare la difesa, già rimpolpata con l’arrivo di Musacchio, ma prima bisognerà cedere gli esuberi del reparto: sulla lista dei partenti c’è sicuramente Paletta (è verso il Torino) e probabilmente anche Ely e Zapata.

Kjaer-Milan, nodo ingaggio

Non solo Musacchio. Il Milan punta anche a un altro centrale: il nome caldo è quello di Simon Kjaer, difensore del Fenerbahçe e della Nazionale danese. Già accostato ai rossoneri in passato, protagonista in Serie A con le maglie di Palermo e Roma, per Kjaer il nodo principale è rappresentato dall’ingaggio: il giocatore – scrive il Corriere dello Sport percepisce ben 4 milioni all’anno.

Montella modella il Milan: a Bergamo con la difesa a tre. E sul mercato…

Via Berlusconi, ecco la difesa a tre. Può sembrare solo un caso, ma il Milan dovrebbe schierarsi con un inedito 3-5-2 proprio un mese dopo l’addio definitivo dello storico presidente rossonero: è noto che il Cavaliere non abbia mai digerito linee difensive diverse da quella a quattro, tanto da averla ordinata agli allenatori alla stregua di un diktat. Sono nella storia i pruriti nei confronti di Zaccheroni, allenatore bravo e vincente (portò a casa un clamoroso Scudetto nel ’99), ma mai sopportato per i suo 3-4-3.

Ecco che l’emergenza infortuni e squalifiche in difesa potrebbe indirizzare Montella verso uno schieramento tattico del tutto nuovo. Non per l’Aeroplanino, che negli anni della Fiorentina aveva impostato i viola proprio sul 3-5-2, ma per il Milan, schierato in casi rarissimi con la retroguardia a tre uomini nel corso dell’epopea di Silvio Berlusconi. A Bergamo, in un match fondamentale nella corsa all’Europa League, sarà la prima volta stagionale dal 1′ della difesa a tre: Zapata e Gomez saranno sicuri del posto, mentre Romagnoli spera di recuperare pienamente dal ko al ginocchio (in caso di forfait ci sarà De Sciglio).

In vista della prossima stagione, però, il Milan potrebbe strutturare la propria rosa in ottica 3-5-2. Oltre al rossonero in pectore Musacchio, il Diavolo cerca un altro centrale da inserire nella batteria a disposizione del mister: piace il danese Kjaer, ex Palermo e Roma ora in forza al Fenerbahçe, ma anche il laziale de Vrij.

Milan su Kjaer

Il Milan vuole Simon Kjaer. Dalla Turchia insistono: i rossoneri hanno puntato il difensore del Fenerbahce e della Nazionale danese, tanto che il giocatore avrebbe addirittura chiesto il permesso di venire in Italia per trattare personalmente l’ingaggio con il club di via Aldo Rossi. Per Kjaer, già accostato di recente al Milan, sarebbe un ritorno in Serie A, avendo vestito le maglie di Palermo e Roma.