Taggato: Bertolacci

Bertolacci: “Il Milan voleva tenermi, ma avevo bisogno di tornare al Genoa”

Andrea Bertolacci, centrocampista del Genoa in prestito dal Milan, ha rilasciato un’intervista a SportWeek. Di seguito le sue dichiarazioni rilasciate sul suo trascorso in rossonero.

Sul ritorno al Genoa: “Avevo ricevuto tante offerte. Quella genoana mi ha preso più di tutte, anche emotivamente. Il presidente Preziosi e mister Juric mi facevano la corte e dicevano: “Torna a casa”. Abbiamo lo stesso desiderio: non ripetere la scorsa stagione, che è stata disgraziata per me e per loro.

A Montella piacevo e il Milan ha provato a tenermi fino all’ultimo, infatti mi hanno ceduto solo in prestito. Ma io avevo bisogno di tornare a sentirmi protagonista”.

Sui due anni al Milan e i tanti problemi fisici: “Nei due anni in rossonero mi sono infortunato come mai prima. Non avevo mai sofferto di problemi muscolari. Il primo, maledetto, contro la Lazio a Roma, per salvare con un colpo di tacco una palla che stava uscendo in fallo laterale. Avevo fatto gol, stavo giocando alla grande, e dopo mezz’ora mi faccio male in quel modo stupido. Penso: va bene, può capitare, riparto. E invece sono arrivate le ricadute, una dopo l’altra, o infortuni in punti diversi, ma sempre ai muscoli. Non sono mai riuscito a trovare continuità. Colpa della fretta di rientrare? No. Può succedere che un allenatore esiga che un giocatore gli venga messo a disposizione, oppure che i medici ti considerino clinicamente guarito, ma da lì a forzare ne passa. Quello che ho sofferto mi è servito di esperienza”.

Sui 20 milioni spesi per il suo cartellino: “La valutazione la fa il mercato. I prezzi dei giocatori sono tutti lievitati. Per me è stato un motivo di orgoglio essere pagato tanto. Voglio ricordare che quando il Milan mi ha comprato ero reduce dalla mia miglior stagione al Genoa, tanto da essere finito in Nazionale. Me ne hanno dette di tutti i colori? Non me ne è fregato niente. Il calcio è fatto di alti e bassi.

In questi due anni mi sono sposato e ho avuto un figlio: ho riconsiderato la mia scala di valori, ho capito che nella vita ci sono cose più importanti di un infortunio. Le difficoltà mi hanno fatto maturare, ma più ancora mi hanno fatto maturare matrimonio e paternità. Certo ho avuto la conferma che in Italia il calcio è vissuto in maniera diversa – e peggiore – rispetto ad altri campionati. E questo fa di noi un Paese arretrato”.

Bertolacci punge il Milan: “Tanti infortuni anche a causa dei loro allenamenti blandi”

Addio al Milan con polemica per Andrea Bertolacci. Il centrocampista, oggi al Genoa, ha parlato dei propri trascorsi in rossonero, additando i propri diversi guai fisici anche alla qualità degli allenamenti a Milanello:

Come mai tanti infortuni al Milan? Non riuscivo a trovare la condizione migliore, non sono mai stato al top. Probabilmente dipendeva anche dalla tipologia di allenamenti. Qui si lavora molto intensamente, al Milan gli allenamenti erano più blandi. Conoscevo i ritmi qui, sono quelli più adatti al mio fisico. Ho bisogno di lavorare duro per essere al meglio.

Genoa un ridimensionamento? No, voglio tornare ai livelli di prima, voglio dimostrare le mie qualità. E per farlo ho bisogno di sentirmi a casa. Al Genoa mi sento così – ha dichiarato Bertolacci a Il Secolo XIX – qui ho ritrovato l’affetto che mi mancava. Qui ritroverò me stesso“.

Ufficiale: Bertolacci torna al Genoa

Andrea Bertolacci è nuovamente un giocatore del Genoa. Il centrocampista romano lascia il Milan e torna in rossoblu dopo due stagioni: un’operazione conclusa con la formula del prestito. Di seguito il comunicato ufficiale del Grifone:

“Il Genoa Cricket and Football Club comunica di aver formalizzato l’acquisizione a titolo temporaneo dei diritti alle prestazioni sportive del centrocampista Andrea Bertolacci (Roma, 11 gennaio 1991). Per il calciatore che vanta 5 presenze con la Nazionale maggiore, si tratta di un ritorno nella squadra di calcio più antica in Italia, con cui aveva collezionato 88 presenze in campionato, realizzando 12 reti, nell’arco delle tre stagioni riferite alla precedente esperienza.”.

Genoa, ci siamo per Lapadula: domani visite mediche. Già aggregato Bertolacci

Dopo aver abbracciato in giornata Bertolacci che è arrivato in ritiro, al Genoa domani sarà il giorno di Gianluca Lapadula. L’attaccante del Milan effettuerà, infatti, nella giornata di sabato le visite mediche per poi firmare il suo nuovo contratto con il Grifone: Lapadula firmerà un quinquennale, poi raggiungerà i nuovi compagni in ritiro. Lapadula-Genoa, domani è il giorno delle firme.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Genoa, è fatta per il ritorno di Bertolacci

Dopo due stagioni spese in rossonero, Andrea Bertolacci è pronto a tornare al Genoa. Il centrocampista classe ’91, infatti, vestirà nuovamente la maglia rossoblu: operazione conclusa con il Milan per un prestito secco e giocatore destinato a vivere la propria seconda esperienza a Genova, tentando di ritrovare spazio e minuti dopo due annate sfortunate.

Fonte: Gianluca Di Marzio

Genoa, si lavora al ritorno di Bertolacci

Lavori in corso per il ritorno al Genoa di Andrea Bertolacci. Il centrocampista romano lascerà sicuramente i rossoneri, ma solo in prestito: una cessione a titolo definitivo a cifre evidentemente più basse rispetto a quanto pagato (20 milioni, ndr) comporterebbe infatti una minusvalenza a bilancio. All’orizzonte, come detto, si profila un bis temporaneo in rossoblu, dove Bertolacci ha fatto bene e dove può riscattare due stagioni negative.

Atalanta su Bertolacci. Ma Conti non c’entra

Spunta anche Andrea Bertolacci tra i nomi caldi dell’asse Milano-Bergamo. Il centrocampista rossonero, in uscita dal Diavolo dopo due stagioni disastrose, piace all’Atalanta: è un’operazione che potrebbe concretizzarsi nelle prossime settimane e che sarebbe staccata dalla trattativa che dovrebbe portare al Milan Andrea Conti.

Genoa, si lavora al ritorno di Bertolacci

Il Genoa lavora al ritorno di Andrea Bertolacci. Dopo due stagioni incolori con la maglia del Milan, il centrocampista romano è destinato a cercare fortuna e spazio altrove, probabilmente in prestito: il Grifone – riporta Gianluca Di Marzio – lavora a questa pista.

Milan, rialzo per Belotti: offerti 80 milioni più un giocatore

Il Milan non lascia e, anzi, raddoppia. In via Aldo Rossi non ci si rassegna per Andrea Belotti: il Torino continua a fare muro e chiede i 100 milioni della clausola rescissoria (che in teoria varrebbe solo per l’estero, ndr), ma i rossoneri hanno pronta un’altra succulenta offerta per convincere Cairo a liberare il Gallo.

Il piano per Belotti lo svela l’edizione odierna de La Stampa: il Milan mette sul piatto 80 milioni di euro più il cartellino di un giocatore a scelta tra Niang, Bertolacci e Lapadula, il quale si trasferirebbe alla corte di Mihajlovic. Il Diavolo alzerebbe la parte cash della proposta (la prima era stata di 60) e confermerebbe l’inserimento nella trattativa di un calciatore gradito al Torino.

Tentativo forte e concreto per il Gallo, ma il primo obiettivo del Milan per l’attacco resta Alvaro Morata. Lo spagnolo è il nome in cima alla lista di Mirabelli e il profilo ideale scelto da Montella per il reparto avanzato: l’assalto al giocatore del Real inizierà dopo la finale di Champions League.

Milan, contatto Mirabelli-agente Bertolacci: è ufficialmente sul mercato

Un’agenda fitta di appuntamenti per Massimiliano Mirabelli. Grande attenzione non solo ai possibili colpi in entrata ma anche alla situazione dei giocatori presenti in rosa. In tal senso va letto il contatto, avvenuto la scorsa settimana, con Alessandro Lucci, agente di Andrea Bertolacci e di Vincenzo Montella.

FUORI DAL PROGETTO – Mai convincente nella sua avventura in rossonero, nonostante lo sforzo economico profuso. Il Milan, nel giugno del 2015, aveva versato nelle casse della Roma circa 21 milioni di euro per l’acquisto di Andrea Bertolacci. Secondo quanto appreso in esclusiva da calciomercato.com, Mirabelli ha comunicato al suo agente la volontà di metterlo ufficialmente sul mercato. Il centrocampista romano non rientra nei progetti per la prossima stagione, la decisione è stata presa. Al 31/12/2016 il centrocampista romano valeva ancora 13,1 milioni a bilancio, adesso il suo prezzo di aggira sui 10 milioni di euro. Il club rossonero non vuole registrare una decisa minusvalenza a bilancio e ha aperto ad una cessione in prestito: in fila ci sono Bologna e Sampdoria, più defilato il Torino.

Fonte: calciomercato.com

Bologna, chiesto il prestito di Bertolacci

Il Bologna incomincia già a muovere le proprie pedine. Il primo a essere messo nel mirino è Andrea Bertolacci, centrocampista di proprietà del Milan. I rossoblù lo vorrebbero in prestito, anche perché l’ex Genoa non ha giocato una grande stagione.

Fonte: tuttomercatoweb.com

Bertolacci: “Milan-Bologna come una finale”

Il centrocampista del Milan, Andrea Bertolacci, ha parlato a pochi minuti dall’inizio del match tra i rossoneri e il Bologna:

“Questa per noi è come una finale, tre punti significherebbero Europa. Dobbiamo affrontare con il giusto atteggiamento e determinazione. Qui in casa dobbiamo iniziare a trascinare il pubblico per tornare in una competizione europea. Condizione fisica? Sulla carta siamo più forti – ha dichiarato Bertolacci a Milan TVma dobbiamo recuperare un po’ di energie per essere al meglio”.

Milan-Bologna, la probabile formazione: riecco il 3-5-2, Bacca-Lapadula dal 1′

Sarà ancora 3-5-2, ma con una significativa novità in attacco. Montella sembra intenzionato a confermare dal 1′ la difesa a tre, all’esordio da titolare contro l’Atalanta, ma schiererà insieme Bacca e Lapadula. Mai titolari in coppia in tutta la stagione, per Milan-Bologna l’Aeroplanino è orientato verso il doppio centravanti per cercare di aumentare la pericolosità dell’attacco nel match chiave per l’Europa: Deulofeu, seconda punta a Bergamo, giocherà da esterno destro a tutta fascia.

Pochi dubbi, invece, nel resto dell’undici titolare. In difesa ci sarà il ritorno dalla squalifica di Paletta – l’argentino completerà il pacchetto arretrato con Zapata e Romagnoli -, mentre a centrocampo sarà Bertolacci a sostituire l’indisponibile Suso. Il reparto sarà completato da Montolivo e Pasalic, in campo dal 1′ così come nella trasferta orobica di sette giorni fa, mentre a sinistra spazio per Vangioni: i vari Kucka, Locatelli, Sosa e Mati sono destinati alla panchina. Tra i pali, infine, spazio all’intoccabile Gigio Donnarumma.

Ecco il probabile undici rossonero in vista di Milan-Bologna:

Milan (3-5-2): Donnarumma; Zapata, Paletta, Romagnoli; Deulofeu, Bertolacci, Montolivo, Pasalic, Vangioni; Bacca, Lapadula.

Suso indisponibile, spazio a Bertolacci

Con Suso squalificato per somma di ammonizioni, Montella dovrà inventarsi una novità di formazione verso Milan-Bologna di domenica. Dovesse confermare il 3-5-2 di Bergamo, dove lo spagnolo ha giocato da mezzala destra, il candidato in pole position sarebbe Andrea Bertolacci, pronto a tornare titolare dopo due mesi spesi tra infermeria e panchina; più defilato il Principito Sosa. Tornasse al 4-3-3, invece, potrebbe esserci spazio per Ocampos, nettamente favorito su Honda.

Milan-Empoli, i convocati: riecco Montolivo

Al termine dell’allenamento di rifinitura, Mister Vincenzo Montella ha diramato l’elenco dei 24 convocati per la gara contro l’Empoli, in programma domenica alle 15.00 a San Siro.

PORTIERI: Donnarumma, Plizzari, Storari
DIFENSORI: Calabria, De Sciglio, Gomez, Paletta, Romagnoli, Vangioni, Zapata
CENTROCAMPISTI: Mati, Honda, Kucka, Locatelli, Montolivo, Pasalic, Poli, Sosa
ATTACCANTI: Bacca, Cutrone, Deulofeu, Lapadula, Ocampos, Suso.

Fonte: acmilan.com

Milanello: si lavora sui dettagli. Riecco Bertolacci

Focus tattico, palle inattive e fase offensiva: così, Vincenzo Montella, prepara i suoi alla sfida contro l’Empoli

Il protagonista del venerdì al Centro Sportivo Milanello è Andrea Bertolacci. Fermo dalla sfida interna contro il Chievo, il centrocampista rossonero è tornato a lavorare con il gruppo (ad eccezione della partitella finale). Altra nota positiva per Mister Montella è certamente Riccardo Montolivo. Il capitano infatti, dopo la gara giocata lo scorso weekend con la Primavera di Mister Nava, sta proseguendo nel suo percorso di recupero.

A due giorni dalla sfida contro l’Empoli, i rossoneri hanno svolto un’unica sessione di lavoro. L’allenamento è iniziato intorno alle ore 11.00 con una prima parte di riscaldamento in palestra, seguita da un torello sul campo centrale. La squadra è stata poi divisa in due gruppi: sul campo rialzato esercitazioni sulle palle inattive; sul centrale si è lavorato dal punto di vista tattico. Hanno chiuso la seduta due partitelle: una tattica e una finale.

Fonte: acmilan.com

Bertolacci è ancora ko

Per Bertolacci non è ancora tempo del rientro in campo. Il centrocampista del Milan, infortunatosi pochi secondi dopo l’inizio del match tra i rossoneri e il Genoa dello scorso 18 marzo, dovrà restare lontano dal prato verde di San Siro per altro tempo: il ko muscolare alla gamba destra non è stato ancora pienamente assorbito e il giocatore non è tornato a disposizione di Montella.