Sacchi: "Berlusconi addolorato per la cessione del Milan"

Tra gli ospiti presenti in studio a “Premium Champions”, l’ex tecnico del Milan Arrigo Sacchi ha parlato dell’imminente cessione del club:

Il closing del Milan? Ho parlato un’ora fa con Berlusconi e l’ho sentito molto addolorato. E sono addolorato anche io, con Berlusconi e Galliani c’era sempre un contatto. Berlusconi è stato un protagonista assoluto del calcio italiano, ha alzato il livello del campionato e del gioco. Lui, da grande persona che è, voleva vincere e divertire, non solo vincere. Mi ha anche detto – ha svelato Sacchi – che ha speso tanti soldi per il Milan, ma che l’ha fatto con passione: trasmetteva amore, energia e entusiasmo per questa squadra. Il calcio italiano grazie a lui ha avuto un Rinascimento. In quel periodo, quando è entrato nel calcio, la Nazionale Italiana ha conquistato un terzo e un secondo posto in quattro anni. E poi quel Milan viene considerata la miglior squadra di club di tutti i tempi. Per Berlusconi e Galliani – ha continuato il Profeta di Fusignano – sarà un dolore grande che poi passerà col tempo perché sono persone intelligenti e sanno che ogni cosa finisce. Mi è dispiaciuto molto il trattamento dei tifosi del Milan verso Galliani che invece è un grandissimo dirigente, stimato da tutti nel mondo. La riconoscenza è frutto dell’intelligenza delle persone e lui è stimato da tutti. Non è contestato solo dai giovani tifosi – riporta MilanNews – a me fanno i complimenti più i ragazzi che le persone più adulte“.